Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Artigiani con due unita' locali

  1. #1
    Francesco Cordasco è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    9

    Predefinito Artigiani con due unita' locali

    Salve e grazie in anticipo per gli eventuali commenti;
    Mi trovo in una situazione particolare,
    Un artigiano acconciatore con ditta individuale ha espresso la volontà di aprire una seconda unità locale ove svolgere attività per il solo settore femminile, la problematica ricade nell'impossibilità del titolare di essere presente in entrambe i negozi contemporaneamente e quindi inammissibile secondo il SUAP. La possibilità di inserire una figura tecnica qualificata (responsabile tecnico) per la seconda attività mi è stata bocciata dallo stesso suap.
    Chiedo pareri su eventuali soluzioni anche in forma diversa tranne la societa di persone.

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,257

    Predefinito

    Senza una societá di persone in cui almeno due soci non abbiano i requisiti di artigiano è difficile trovare una soluzione, dato l'obbligo di esercizio personale.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    Francesco Cordasco è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Senza una societá di persone in cui almeno due soci non abbiano i requisiti di artigiano è difficile trovare una soluzione, dato l'obbligo di esercizio personale.

    Grazie per la risposta.
    Sentito ieri le associazioni di categoria, mi ritrovo con risposte contrastanti, stesso rebus con le cciaa, alcune delle quali affermano la fattibilità altre la criticità dell'operazione."SIAMO IN ITALIA" tutto e lecito e possibile.
    Una soluzione potrebbe essere quella di dichiarare diversi orari di apertura dei locali destinati. Assicurandone la presenza dell'artigiano. Considerato poi che la persona che lo sostituisce è comunque qualificato comunque una figura artigiana è sempre presente.
    Voi cosa ne pensate??
    Ancora grazie

  4. #4
    Francesco Cordasco è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Il problema è stato risolto, questo a suffraggio del fatto che le amministrazioni le CCCIA sono scollate a volte dalla realtà.
    Le regole dell'artigianato prevedono la presenza della figura al momento della lavorazione, cio non determina la possibilità di limitare l'iniziativa economica del privato( peraltro garantita costituzionalmente).
    quindi APERTURA NUOVA UNITA' LOCALE CON NOMINA CONTESTUALE STESSO DIRETTORE TECNICO IL TITOLARE DELL'IMPRESA ARTIGIANA E ORARI O GIORNI DIFFERENZIATI NELLA LAVORAZIONE DA DICHIARARE NELLE DUE UNITA' .
    RISULTATO (PRATICA ACCETTATA DA SUAP E CCIAA)

Discussioni Simili

  1. personale addetto e unita locali
    Di tolkien nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-08-11, 05:19 AM
  2. Unità locali - Quadro B
    Di lp1979 nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-05-11, 02:12 PM
  3. unità locali nel calcolo del diritto camerale
    Di studiocontabileab nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-10, 11:00 AM
  4. Unita' locale bar
    Di il9luglio nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29-10-09, 02:02 PM
  5. Attivita' Con Piu' Di 10 Unita' Locali
    Di MARGARET nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-06-07, 06:06 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15