Buongiorno a tutti.
Spero di riuscire a capire qualcosa in pi¨ su come gestire in serenitÓ questa prospettiva che stiamo valutando. Ovviamente rispettando le leggi italiani ed internazionali. Vorrei dormire sogni tranquilli.

Vi spiego velocemente.
Ho conosciuto una persona in Romania che mi ha proposto di aprire una societÓ SRL come la mia, in ROMANIA con lui.
I costi per la costituzione sono molto bassi ma prima di fare questo passo vorrei capire qualcosa e ho capito che non tutti i commercialisti sono "ferrati" su questi argomenti.

Vorrei indicarvi questi casi:

A) La societÓ rumena di cui io sono un socio (residente in Italia ovviamente) lavoratore, mi riconosce uno stipendio mensile.

B) La societÓ rumena di cui io sono un socio (residente in Italia ovviamente) di capitale, mi riconosce i miei utili a fine anno (dividendi)

C) La societÓ rumena di cui io sono un socio (residente in Italia ovviamente) di capitale, non mi riconsoce uno stipendio e decide di rinvestire gli utili maturati a fine anno.


Ora considerando questi benedetti trattati che evitano le doppie tassazioni tra i 2 paesi, ipotizzando che in Romani la tassazione sia al 10%, come viene gestita la cosa a livello SRL e a livello personale?

SPero di avere una risposta definitiva che mi faccia stare tranquillo e capire se vale la pena o no far partire questo nuovo business.

Grazie.