Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Conto corrente

  1. #1
    micheleme23 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito Conto corrente

    Salve a tutti,
    è da un po che vi seguo ma è la prima volta scrivo, da un mese ho aperto la partita iva (codice attività 749099), ho deciso di aprire un conto dedicato esclusivamente alla mia attività professionale. Ho letto tutte le altre discussione in merito e mi sono fatto l'idea che anche se non richiesto dalla legge la separazione del conto personale con quello professionale è vivamente consigliato per motivi di gestione e trasparenza. A questo proprostio mi sorgono alcuni questi a cui non ho trovato risposta nelle precedenti discussioni (in alcune che affrontano lo stesso problema mi sembra che poi alla fine non si arrivi a conclusione):
    1) Il conto corrente dedicato all'attività professionale deve essere per forza un C/C della linea business oppure va bene anche un normale conto per privati??

    2) Ho capito che tutte le transazione economiche che riguardano l'attività professionale sia in entrata che in uscita devo passare tramite il conto professionale, quello che non mi è ben chiaro è se, soprattuto all'inizio dell'attività, i ricavi sono minori dei costi per non mandare il conto in scoperto è possibile fare dei versamenti sul conto corrente professionale senza che questi poi vengano considerati come ricavi derivanti dall'attività professionale e quindi tassati??? Con quale causale dovrei fare questi versamenti qualcosa del tipo "Versamento personale professionista"?? Nel caso di verifica dovrò giustificare la provenienza di questi soldi???

    3) Cosa consigliate per trasferire soldi dal conto privato a quello professionale???Bonifico, assegno, Giroconto, contati (mi sembra la soluzione migliore per non creare leggami tra i due conti correnti o sbaglio)???

    Ringrazio chiunque avrà la pazienza di leggere e risponde a questi miei quesiti. Michele

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Benvenuto nel forum

    Premesso che la tenuta di un doppio conto è facoltativa.....
    Citazione Originariamente Scritto da micheleme23 Visualizza Messaggio
    1) Il conto corrente dedicato all'attività professionale deve essere per forza un C/C della linea business oppure va bene anche un normale conto per privati??
    Puoi usare il conto che ritieni migliore.

    Citazione Originariamente Scritto da micheleme23 Visualizza Messaggio
    2) Ho capito che tutte le transazione economiche che riguardano l'attività professionale sia in entrata che in uscita devo passare tramite il conto professionale, quello che non mi è ben chiaro è se, soprattuto all'inizio dell'attività, i ricavi sono minori dei costi per non mandare il conto in scoperto è possibile fare dei versamenti sul conto corrente professionale senza che questi poi vengano considerati come ricavi derivanti dall'attività professionale e quindi tassati??? Con quale causale dovrei fare questi versamenti qualcosa del tipo "Versamento personale professionista"?? Nel caso di verifica dovrò giustificare la provenienza di questi soldi???
    Puoi effettuare un giroconto o un bonifico dal conto privato a quello professionale, l'unica cosa certa è che dovrai dimostrare l'origine dei soldi del conto privato, visto che dovrebbe essere la professione a finanziare il privato, e non viceversa

    Citazione Originariamente Scritto da micheleme23 Visualizza Messaggio
    3) Cosa consigliate per trasferire soldi dal conto privato a quello professionale???Bonifico, assegno, Giroconto, contati (mi sembra la soluzione migliore per non creare leggami tra i due conti correnti o sbaglio)???
    Tutto tranne i contanti! Apri due conti per avere maggior trasparenza, i contanti sono il mezzo meno trasparente possibile
    Se hai due conti sulla stessa banca il giroconto ti risparmia costi e tempi, ma anche assegni o bonifici vanno bene. L'importante è utilizzare uno strumento che consenta di verificare chi ha versato i soldi e per quale motivo.

    Ciao, e in bocca al lupo per la nuova attività
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    micheleme23 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito

    grazie per le risposte....ma se io sul conto corrente privato verso 1000 perchè i miei genitori o miei ziii voglio farmi un regalo...non mi sembra corretto che io debba giustificare all'ADE quell'entrata

  4. #4
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da micheleme23 Visualizza Messaggio
    grazie per le risposte....ma se io sul conto corrente privato verso 1000 perchè i miei genitori o miei ziii voglio farmi un regalo...non mi sembra corretto che io debba giustificare all'ADE quell'entrata
    Così è

    I regali o prestiti dei tuoi, falli accreditare sempre con mezzi tracciabili (assegni, bonifici, giroconti..) così eviterai spiacevoli controlli. Un'entrata non giustificata è considerata come un pagamento a nero.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  5. #5
    bea69 è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    mantova
    Messaggi
    291

    Predefinito

    io ho solo un conto corrente e visto che non sono in contabilità ordinaria, mi sembra abbastanza assurdo aprirne un'altro. Se si hanno 2 c.c. in caso di verifica si deve giustificare le movimentazioni di entrambi, per cui che senso ha averne 2?

  6. #6
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bea69 Visualizza Messaggio
    io ho solo un conto corrente e visto che non sono in contabilità ordinaria, mi sembra abbastanza assurdo aprirne un'altro. Se si hanno 2 c.c. in caso di verifica si deve giustificare le movimentazioni di entrambi, per cui che senso ha averne 2?
    E' quello che penso anch'io, ma molti sono sicuri che l'avere un conto "privato" sia al sicuro da controlli.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  7. #7
    micheleme23 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito

    io credo che sia per una questione di ordine...io credo che nel caso di controllo bisgona giustificare solo le entrate ed uscite fatte sul conto professionale e non su quello privato....almeno credo....aspetto cmq che qualche mente illuminata ci indichi la strada

  8. #8
    ricnic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    415

    Predefinito

    per avere un controllo bisogna averne dato un buon motivo. Mica sono lì tutti i giorni a fare controlli sui conti correnti. Il fisco esce allo scoperto quando ha già scoperto qualcosa e vuole trovare il resto o a seguito di denuncia e semprechè sia giustificata. Questo per i pesci piccoli. Quelli grossi hanno tanti di quegli intrecci....
    Io terrei i conti separati per una questione di ordine, ma in effetti non è obbligatorio. Certo tutto quello che transita deve essere in ordine e giustificabile. Quindi se vuoi tenere tutto insieme, datti almeno una piccola prima nota banca personale , dove registri i movimenti giustificandoli, così nessuno ti può obiettare niente se ricevi una visita .....
    Se invece li tieni separati, usa sempre il bonifico bancario scrivendo sempre la causale degli spostamenti da un conto all'altro: prelevamento conto utili, versamento privato conto finanziamento. Per la tua contabilità non serve ma è la traccia utile da lasciare sempre. Contanti meglio di no. O almeno non sul conto della ditta. Assegni ? solo se sono tuoi, prpvenienti dal conto privato. Altri assegni, è meglio che li versi solo sul conto privato...Se ne hai solo uno scrivi tutto che è meglio. Con gli anni ci si dimentica dei giri che fanno i soldi.

  9. #9
    ricnic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    415

    Predefinito

    mi stavo dimenticando: conto privato o business, se ti cercano ti trovano lo stesso. Oggi come oggi tutti siamo registrati in un'unica banca dati. Chiedono tanti di quei documenti che si fa fatica a distinguere il privato dall'attività, quindi non ti cauteli con un conto privato usandolo aziendalmente. Nè con un conto aziendale usandolo come privato. Tanto la banca chiede l'Unico e l'IVA tutti gli anni.....

Discussioni Simili

  1. Conto corrente srl
    Di fontajose nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-04-12, 04:03 PM
  2. art 78 l.f. conto corrente
    Di Mafalda nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-01-12, 10:39 AM
  3. Conto corrente
    Di RAGGG. nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13-09-11, 11:33 AM
  4. conto corrente S.r.l.
    Di dan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 15-02-10, 01:33 PM
  5. Conto Corrente
    Di elly nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-03-08, 10:57 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15