Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: dipendente e partita iva?

  1. #1
    Mauro_Gardoni è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    22

    Predefinito dipendente e partita iva?

    buongiorno a tutti, volevo presentarmi chiedendo un'informazione:

    un elettricista che per 4 anni ha lavorato come dipendente regolare in una sas può ora contemporaneamente fare part time come dipendente e aprire partita iva e continuare a svolgere l'elettricista anche in proprio? c'è qualche legge che lo vieta?

    grazie in anticipo e complimenti per l'ottima community!

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro_Gardoni Visualizza Messaggio
    buongiorno a tutti, volevo presentarmi chiedendo un'informazione:

    un elettricista che per 4 anni ha lavorato come dipendente regolare in una sas può ora contemporaneamente fare part time come dipendente e aprire partita iva e continuare a svolgere l'elettricista anche in proprio? c'è qualche legge che lo vieta?

    grazie in anticipo e complimenti per l'ottima community!
    C'è il vincolo di non concorrenza col datore di lavoro, per il resto è libero di fare quello che vuole.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Buongiorno. Stavo per risponderti di la (GT) ma visto che sei venuto di qua (CT) fa lo stesso.

    Devi avere l'autorizzazione da parte della società per poter esercitare in proprio.

    In merito all'esercizio in proprio verifica se gli anni come dipendente siano validi come ottenimento dei requisiti all'iscrizione all'albo della legge 46/90.
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

  4. #4
    Mauro_Gardoni è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    22

    Predefinito

    uao quante risposte, erano giorni che chiedevo in giro e nessuno mi rispondeva, stavo perdendo la speranza
    quindi il massimo rischio è il licenziamento per giusta causa correct? a meno che non si trova un accordo con il datore di lavoro...grazie mille

  5. #5
    missturtle è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Contabile Visualizza Messaggio
    Buongiorno. Stavo per risponderti di la (GT) ma visto che sei venuto di qua (CT) fa lo stesso.

    Devi avere l'autorizzazione da parte della società per poter esercitare in proprio.

    In merito all'esercizio in proprio verifica se gli anni come dipendente siano validi come ottenimento dei requisiti all'iscrizione all'albo della legge 46/90.
    Mi sono sempre chiesta se l'autorizzazione della società possa sollevare il dipendente da ogni rischio di licenziamento. E' valida a tutti gli effetti?

  6. #6
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mauro_Gardoni Visualizza Messaggio
    uao quante risposte, erano giorni che chiedevo in giro e nessuno mi rispondeva, stavo perdendo la speranza
    quindi il massimo rischio è il licenziamento per giusta causa correct? a meno che non si trova un accordo con il datore di lavoro...grazie mille
    No, oltre al licenziamento ci può essere una causa per il risarcimento dei danni subiti dal datore di lavoro. Io cercherei un accordo scritto, è più corretto e molto più rassicurante
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  7. #7
    missturtle è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    No, oltre al licenziamento ci può essere una causa per il risarcimento dei danni subiti dal datore di lavoro. Io cercherei un accordo scritto, è più corretto e molto più rassicurante
    Credo che contabile intendesse scritta ovviamente. Io mi chiedevo se, anche scritta, fosse valida. Che dici?

  8. #8
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da missturtle Visualizza Messaggio
    Credo che contabile intendesse scritta ovviamente. Io mi chiedevo se, anche scritta, fosse valida. Che dici?
    Non rispondevo a Contabile, ma a Mauro che oltre al licenziamento rischia una causa per danni

    Per l'autorizzazione del datore di lavoro, considerando che è l'unico legittimato ad attaccare il dipendente infedele, se il datore stesso autorizza l'attività autonoma, non vedo chi altro possa aver titolo per inserirsi in un accordo tra le due parti. Credo che nella prassi sia abbastanza comune, penso al professionista che lavora in uno studio ma svolge anche la professione, al praticante che viene pagato a notula e gestisce una piccola clientela tutta sua..... Se il datore di lavoro non crea ostacoli, io andrei tranquillo
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  9. #9
    ricnic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    415

    Predefinito

    mah! dunque lavori da 4 anni in una ditta e chiedi il part-time per lavorare in proprio nell'altra mezza giornata ( oppure a giorni alterni. Come ti regoli ? ) Quindi la ditta deve innanzitutto essere d'accordo nel concederti il part-time. Già una ditta di impianti elettrici è sempre tirata con le ore, non so come porebbero farsi andar bene la mezza giornata perchè magari li pianti nel bel mezzo dei collegamenti.....perchè hai da farti un tuo lavoretto. Andate d'accordo due giorni e poi ti licenziano. Però potreste essere amici....Poi deve secondariamente essere d'accordo che tu eserciti in concorrenza ( potresti ciuffargli i clienti...). In ultimo te la devi vedere con l'INPS per l 'iscrizione all'Albo: dove hai l'attività principale ? I requisiti per la 46/90 sono almeno 3 anni di lavoro come operaio specializzato oppure il diploma di scuola secondaria superiore nel settore. Si può fare, ma ci sono diversi ostacoli da affrontare: in primis la ditta per cui lavori, che grado di autonomia ti concede per la tua attività ?

  10. #10
    Mauro_Gardoni è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    22

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ricnic Visualizza Messaggio
    mah! dunque lavori da 4 anni in una ditta e chiedi il part-time per lavorare in proprio nell'altra mezza giornata ( oppure a giorni alterni. Come ti regoli ? ) Quindi la ditta deve innanzitutto essere d'accordo nel concederti il part-time. Già una ditta di impianti elettrici è sempre tirata con le ore, non so come porebbero farsi andar bene la mezza giornata perchè magari li pianti nel bel mezzo dei collegamenti.....perchè hai da farti un tuo lavoretto. Andate d'accordo due giorni e poi ti licenziano. Però potreste essere amici....Poi deve secondariamente essere d'accordo che tu eserciti in concorrenza ( potresti ciuffargli i clienti...). In ultimo te la devi vedere con l'INPS per l 'iscrizione all'Albo: dove hai l'attività principale ? I requisiti per la 46/90 sono almeno 3 anni di lavoro come operaio specializzato oppure il diploma di scuola secondaria superiore nel settore. Si può fare, ma ci sono diversi ostacoli da affrontare: in primis la ditta per cui lavori, che grado di autonomia ti concede per la tua attività ?
    non ho mai parlato in prima persona perchè non si tratta di me ma di mio fratello, il fatto è che gia lavora da un po per conto suo in nero fuori orario lavoro (sera, sabato ecc...) ora però il giro di clienti privati sta diventando notevole e molti di questi gli richiedono fattura, indi per cui si stava informando per questo passo....ho sentito anche pareri di altre persone che tra le varie possibilità indicavano: aprire partita iva e fatturare alla ex ditta dipendente come un normale cliente oppure aprire una sas dove lui non figura e continuare a fare il dipendente e nel contempo lavorare in proprio dietro lo schermo della sas...insomma le possibilità sono parecchie, comunque grazie a tutti per le risposte!

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. DIpendente vs Partita iva
    Di Fibbio nel forum Altri argomenti
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 23-02-12, 04:56 PM
  2. dipendente e partita iva
    Di LIMITED nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 09-02-11, 12:59 PM
  3. Partita Iva e dipendente
    Di Roberta78 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-02-10, 06:05 PM
  4. Da dipendente a Partita Iva
    Di nato1952 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-11-09, 09:36 AM
  5. Dipendente Con Partita Iva
    Di stellax nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 30-04-08, 12:10 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15