Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Vi prego, ho bisogno di info e aiuto ! Debiti defunto e inventario

  1. #1
    soleggiare è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10

    Predefinito Vi prego, ho bisogno di info e aiuto ! Debiti defunto e inventario

    Ho bisogno del vostro aiuto…spero qualcuno possa darmi qualche info utile.
    Sono una giovane ragazza e ho perso di recente mio padre, per cui mi trovo a dover sbrigare una serie di problemi burocratici ai quali non ero preparata, e anche a causa della mia giovane età mi sto trovando all’improvviso a gestire argomenti sui quali non sono per niente preparata.
    Come si fa a sapere quali sono tutti i debiti di una persona defunta?
    Ultimamente mio padre era in difficoltà economica, ma ci teneva all’oscuro di tutto, quindi a parte le difficoltà evidenti di cui ovviamente ero a conoscenza non ho molte informazioni.
    Ho provato a fare uno schema dei possibili debiti con relativi dubbi, che vado a numerare. Ho provato già a chiedere ma nessuno ha saputo darmi risposte esaustive, e non so a chi rivolgermi, quindi spero di trovare qui un aiuto perché devo decidere se accettare o meno l’eredità o se farlo con beneficio d’inventario:

    1) Per conoscere i debiti relativi alla sua piccola attività commerciale, mi sono rivolta al suo commercialista. In tal senso le tasse che deve pagare un commerciante sono solo: Inps, irap, irpef, iva? Per sapere se queste sono in regola basta rivolgersi al commercialista?
    2) Come faccio a sapere se ci sono multe, verbali, ecc. non pagati della guardia di finanza? In tal caso, anche questi ricadono sugli eredi? L’avvocato mi diceva che solitamente alcuni non ricadono sugli eredi ed altri sì, ma come faccio a sapere quali? E se potrebbero esserci verbali non pagati che ora ricadono su di me? Posso scoprirlo solo rovistando tra le cose di papà, o c’è un archivio, qualcosa da poter consultare? In tal caso a chi devo rivolgermi?
    3) Se mi rivolgo ad equitalia per sapere se ci sono cose iscritte a ruolo, che tipo di oneri vi trovo? Vi vanno a finire anche i verbali della finanza? Chiedo anche per capire che tipo di cose non vi trovo e che dunque dovrei cercare altrove….
    4) Si può contattare l’agenzia delle entrate? Come? Che tipo di notizie vi posso attingere? Agenzia delle entrate e equitalia sono due cose a parte?
    Conviene contattarla o questo potrebbe accelerare la riscossione di eventuali somme da pagare?
    Stesso dubbio mi pongo riguardo ad equitalia, se li contatto accelero l’arrivo delle cartelle? (Al momento non ho liquidità per pagare, quindi ho bisogno di un po’ di tempo per poter pagare…)
    5) C’è un modo per venire a conoscenza di eventuali cambiali? C’è la possibilità che dopo la morte non vadano pagate o che scadano e che quindi io possa liberarmene senza pagarle?
    6) E’ possibile che la guardia di finanza faccia dei controlli dopo la morte sull’attività commerciale anche dopo avere chiuso la partita iva? Nel caso in cui trovasse qualcosa che non va, potrebbe fare una multa/verbale da far pagare a noi eredi? Io so che papà cercava di fare le cose in regola, e anche il commercialista me lo ha confermato però so anche che spesso cercano dei cavilli per farti pagare e basta una disattenzione, un errore per avere problemi (esempio per uno scontrino di 1 euro che il cliente ha buttato scattavano multe di 100 euro ed oltre…)
    7) Come faccio a sapere se sono in atto prestiti, fidi, o finanziarie (presso per esempio Findomestic, Mediolanum, ecc) o se ci sono conti correnti aperti, in rosso, ecc? Una qualsiasi persona che lavora in banca potrebbe controllare? A loro risultano tutti i prestiti e i conti correnti che ha una persona anche presso altre banche o ad esempio presso Findomestic? Per fare questo basta avere accesso al Crif o ottengono queste informazioni in altro modo? E’ il caso di rivolgersi a qualche agenzia di recupero crediti per avere queste info, o rischio di combinare qualche pasticcio?
    8) Conviene contattare anche l’ufficio comunale per avere info circa i tributi da pagare: acqua, immondizia, ecc.?
    9) chi può vedere se gravano ipoteche sui beni (credo si dica fare una visura ipotecaria)?
    10) A parte queste idee che ho avuto in che altro modo potrei ricavare le informazioni che cerco? E cosa potrebbe mancare all’appello?
    11) A quanto ammonta all’incirca il costo per il beneficio di inventario? Tra quota fissa e quota che chiede il notaio?
    12) Il tempo per fare l’inventario è di 3 mesi dalla morte? Oppure entro 3 mesi va fatta la dichiarazione di richiesta di accettazione con beneficio di inventario e l’inventario si può fare anche dopo i 3 mesi?
    13) A parte i costi e i tempi più lunghi il beneficio di inventario che svantaggi potrebbe avere? Conviene farlo sempre?
    Ho letto che facendo il beneficio di inventario si diventa amministratori del patrimonio del defunto. Ovvero ho letto quanto segue: “egli diventa in pratica amministratore del patrimonio del defunto e si impegna ad amministrarlo nell'interesse suo e di quello dei creditori e dei legatari.
    Una volta pagati i debiti e aver assolto ai legati l'erede è libero di disporre di quanto rimasto come meglio crede
    e non viene considerato responsabile per eventuali cifre che non siano state versate”.
    Questo vuol dire che non appena si è chiuso l’inventario e si è accettata l’eredità con beneficio la prima cosa che deve fare l’erede è quella di provvedere al pagamento dei debiti?
    Quindi ad esempio, nel caso in cui si ereditino dei beni immobili, e non si disponga immediatamente di denaro per pagare, si è costretti a vendere il prima possibile per pagare i debiti, e se non lo si fa i beni vengono venduti all’asta? Quindi diciamo il beneficio di inventario obbliga ad accelerare i tempi di vendita rispetto ad una accettazione pura e semplice, perché diventa prioritario saldare i debiti?

  2. #2
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,188

    Predefinito

    mamma mia, un post lunghissimo... :-)
    la primissima cosa da fare è accettare l'eredità con beneficio di inventario. Questo è determinante. Non comporta nessuno svantaggio, solo vantaggi.
    Fatto questo ti devi da fare per cercare di capire quali possono essere i debiti; così come hai scritto ti devi rivolgere al commercialista, agenzia entrate, inps, banche... vedrai che piano piano riuscirai a fare il punto della situazione anche perchè ti arriveranno le richieste di pagamento...

  3. #3
    Giannicola Bonora è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Verona
    Messaggi
    43

    Predefinito

    Sono anch'io interessato all'argomento di questo post, e spero di imparare dalle vostre risposte.

    Come, credo, punto fermo ho che le sanzioni sono personali, quindi tutto quello che sono contravvenzioni, sanzioni pecuniarie, multe e relativi interessi non dovrebbero trasferirsi agli eredi. Non so peraltro se vi siano eccezioni a questa regola.

    Per quanto riguarda Equitalia, credo che sia difficilmente il suo caso, ma se è in possesso del codice Pin di suo padre per i servizi telematici dell'Inps, dal portale Inps dovrebbe essere possibile, ancora per qualche tempo, consultare la sua posizione nei confronti di Equitalia. Lo stesso, credo, nel caso suo padre avesse delegato un suo consulente ad accedere alla sua area riservata sul sito dell'Inps. Non sono peraltro in grado di dire quanto i dati siano aggiornati.

    Ritengo infine che venire a conoscenza dei debiti verso imprese private come banche, finanziarie, ecc. non sia (purtroppo) un grosso problema in quanto si suppone che queste siano molto più sollecite ed insistenti a pretendere la riscossione rispetto a qualsiasi entità pubblica.

    Detto questo poco, attendo anch'io altri suggerimenti

  4. #4
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    854

    Predefinito

    Per prima cosa anche io mi unisco a Roberto nel dire che in queste situazioni occorre accettare l'eredità con beneficio di inventario per evitare quella che giuridicamente viene chiamata "la confusione con il patrimonio del de cuius".
    Per farlo potete rivolgervi ad un notaio, ovvero alla cancelleria del tribunale.
    Per il resto confermo che le sanzioni, intese come ad esempio multe al codice della strada, ovvero sanzioni fiscali non sono trasmesse agli eredi, i quali però son tenuti al pagamento delle imposte.
    L'Agenzia delle Entrate può rilasciare il certificato dei carichi pendenti tributari dove risultano anche i pvc e quantaltro non sia ancora stato iscritto a ruolo per i tributi Erariali, in equitalia tramite l'interrogazione della posizione del contribuente trovate tutto quello che è iscritto a ruolo; compresi i contributi INps, i tributi comunali o altro per i quali è stata avviata la fase di riscossione.
    Vista la situazione in cui si trova chi ci scrive, consiglio di procedere con l'accettazione con beneficio di inventario in tempi brevi, per evitare problemi, piuttosto che cercare di capire la portata dei debiti, anche per eviatare che venga considerato erede "sic et simpliciter" infatti in assenza di testamento per gli eredi ex lege l'accettazione dell'eredità non richiede forme solenni

  5. #5
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Intanto condoglianze per la perdita di tuo padre.
    Come già suggerito da Roby, per prima cosa accetta l'eredità con beneficio d'inventario, non comporta alcun danno e ti consente di diventare erede solo dopo aver valutato se il patrimonio che ti lascia tuo padre è superiore ai debiti che aveva accumulato.
    Solo dopo l'accettazione inizierei a controllare l'ammontare dei debiti presso banche, Agenzia delle Entrate, Equitalia, INPS, fornitori. Prima di aver accettato o rifiutato l'eredità, evita qualsiasi comportamento in qualità di erede, lascia tutto così come lo hai trovato.
    Se aveva un commercialista puoi rivolgerti a lui, sicuramente ti saprà indicare un percorso da seguire.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  6. #6
    soleggiare è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Vi ringrazio di vero cuore per la disponibilità e le risposte!
    Grazie!!! In un momento così confuso fa piacere che ci sia qualcuno pronto a darti delle indicazioni e il suo appoggio. :-)

    Mamma ieri è andata presso la sede più vicina di Equitalia per chiedere se vi fossero cose iscritte a ruolo.
    Però non hanno voluto rilasciare nulla e deve tornarci dopo aver compilato un foglio che le hanno dato e che si intitola "Richiesta di accesso formale ai documenti amministrativi".
    Alla voce , "Chiede il rilascio dei seguenti documenti" , si possono segnare le seguenti opzioni con una "X" :
    "Estratti di Ruolo" ; "Certificazione Sostitutive delle Quietanze" ; " Copia delle relate di notifica degli atti" ; "Certificazione debitoria" ; "Certificazione di insussistenza di debito" ; "Copia degli atti relativi alla procedura di affidamento di contratti pubblici".
    Di cosa si tratta? Cosa sono tutte queste voci? Non le capisco...Non capisco che tipo di indicazioni potrei trarre da questi documenti e se sono utili per il mio caso. Quali documenti mi consigliate di farmi rilasciare tra questi? E' un problema se li faccio rilasciare tutti? o ha un costo e/o dei tempi elevati ottenerli tutti?
    Tra l'altro, sotto ogni opzione ci sono dei puntini che fanno dedurre che lo spazio debba essere compilato, ma non penso debba essere compito mio, o no?
    Infine volevo chiedervi : la "motivazione della richiesta " (che devo scrivere nel foglio), è determinante al fine di ottenere i documenti? o è una formalità? c'è il rischio che nonostante la mia situazione, si rifiutino di darmi questi documenti perchè magari non ritengono la mia motivazione valida?
    Grazie Ancora!

    P.s. Per richiedere il beneficio di inventario non bisogna comportarsi da eredi , e quindi fin tanto che non si fa l'inventario non si può vendere nulla del defunto, per non perdere il diritto all'inventario, perciò mi chiedevo fare una richiesta scritta ad equitalia per informarsi dei debiti, rientra tra quei comportamenti che non bisogna assumere prima di fare l'accettazione con beneficio di inventario? Poichè per rilasciare un documento scritto con ciò che è iscritto a ruolo vogliono una richiesta scritta formale, e ovviamente si evince che siamo interessati ad avere queste informazioni, o comunque potremmo ottenerle, in quanto eredi...

  7. #7
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da soleggiare Visualizza Messaggio
    ...mi chiedevo fare una richiesta scritta ad equitalia per informarsi dei debiti, rientra tra quei comportamenti che non bisogna assumere prima di fare l'accettazione con beneficio di inventario? Poichè per rilasciare un documento scritto con ciò che è iscritto a ruolo vogliono una richiesta scritta formale, e ovviamente si evince che siamo interessati ad avere queste informazioni, o comunque potremmo ottenerle, in quanto eredi...
    Condivido le perplessità. Io non farei nessun passo prima dell'accettazione con beneficio di inventario. Rischiate di firmare qualche documento che potrebbe comportare conseguenze. Per pagare i debiti avrete tempo, intanto pensate a proteggere la vostra posizione.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  8. #8
    soleggiare è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Grazie ancora per le risposte. Vi aggiorneremo non appena riusciremo ad avere le informazioni che cerchiamo grazie ai vostri consigli.
    Intanto volevamo chiedervi, sperando che qualcuno possa rispondere anche a ciò, un consiglio su come comportarci con la partita iva di papà.
    Fin tanto che non chiediamo la chiusura dell'attività dobbiamo continuare a pagare l'inps anche se non vendiamo nulla e anche se papà è morto?
    In caso ad ogni primo giorno del mese scatta una nuova rata inps? Quindi ad esempio se non chiudiamo entro il 30 aprile, siamo costrette e pagare anche la rata inps di maggio 2014?
    Al momento tutto è rimasto com'era: la partita iva è ancora aperta e noi non stiamo vendendo nulla.
    L'idea è quella di chiudere l'attività perchè non siamo molto in grado di portarla avanti, anche se mia mamma, in assenza di un altro lavoro, sta valutando questa possibilità...
    Eventualmente in termini di costi converrebbe chiudere questa partita iva ed aprirne più avanti un'altra a nome di mamma? Oppure mantenere questa di papà?
    Ci sarebbe un modo per mantenerla in sospeso, in modo che fintanto che la teniamo in stand by non siamo costretti a pagare Inps e non dobbiamo affrontare altri costi per aprirne una nuova?
    La licenza si può ereditare anche chiudendo la partita iva? O Vanno di pari passo?
    Un'idea sarebbe prendere la licenza di papà ed eventualmente chiudere la partita iva...per riservarsi una possibilità nel caso in cui qualcuno in famiglia decidesse magari più avanti di riprendere l'attività commerciale godendo dei clienti lasciati da papà...

  9. #9
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    La risposta è sempre la stessa, non fate niente prima di aver formalizzato la vostra qualifica di eredi. Solo dopo aver accettato potrete valutare se proseguire o meno l'attività.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  10. #10
    soleggiare è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    La risposta è sempre la stessa, non fate niente prima di aver formalizzato la vostra qualifica di eredi. Solo dopo aver accettato potrete valutare se proseguire o meno l'attività.
    sì, ma intanto volevamo farci una idea preliminare, anche per accelerare i tempi che poi stringono in fretta per tutto.
    Sicuramente comunque non rifiuteremo l'eredità perchè questo significherebbe rinunciare alla casa di abitazione, quindi saremo eredi, con o senza inventario.

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Consulente del lavoro ma debiti con inps.. Aiuto!!
    Di JACKY nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-13, 12:41 PM
  2. Agenzia Entrate: Sono stata convocata, vi prego un aiuto.
    Di MarinaF nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 10-04-12, 09:41 AM
  3. assunzione ancora aiuto vi prego!
    Di soleluna2588 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-02-10, 07:58 PM
  4. Ho urgente bisogno di aiuto
    Di Elle nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-08-09, 09:02 AM
  5. ho bisogno d'aiuto
    Di miri nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 27-03-08, 07:52 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15