Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Comunicazione compensi strutture sanitarie

  1. #1
    kismet è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    78

    Unhappy Comunicazione compensi strutture sanitarie

    Buongiorno,
    ho un dubbio: se uno studio medico trattiene parte del ricavo (1/3) delle visite effettuate dai medici all'interno della struttura (i quali medici di solito fatturano a fine anno allo studio) deve inviare la comunicazione dei compensi entro il 30/4? In quel caso, deve dichiarare solo la parte effettivamente incassata dai medici (cioè gli importi da questi fatturati) o l'intero importo incassato?
    Ed un singolo medico che ha il figlio che collabora nel suo studio e gli fattura a fine anno?
    Spero di essere stata chiara, grazie dell'aiuto, Kismet

  2. #2
    Robi è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    426

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kismet Visualizza Messaggio
    Buongiorno,
    ho un dubbio: se uno studio medico trattiene parte del ricavo (1/3) delle visite effettuate dai medici all'interno della struttura (i quali medici di solito fatturano a fine anno allo studio) deve inviare la comunicazione dei compensi entro il 30/4? In quel caso, deve dichiarare solo la parte effettivamente incassata dai medici (cioè gli importi da questi fatturati) o l'intero importo incassato?
    Ed un singolo medico che ha il figlio che collabora nel suo studio e gli fattura a fine anno?
    Spero di essere stata chiara, grazie dell'aiuto, Kismet
    Buongiorno a te!!
    Se non ho capito male, questo poliambulatorio (lo studio medico che "trattiene parte del ricavo") emette fattura con IVA al 20% ai medici che prestano attività nello stesso, i quali a loro volta emettono parcella sanitaria ai pazienti (in regime di esenzione IVA art. 10).
    Allora in questa insulsa comunicazione vanno inviati i compensi incassati dal poliambulatorio corrisposti ai medici dai loro pazienti-clienti. Mentre il 1/3 che citi tu, dovrebbe essere una specie di riaddebito spese che il poliambulatorio fattura ai singoli medici, ebbene questo non è da inviarsi nella comunicazione. Mentre l'ultima domanda non l'ho capita

  3. #3
    kismet è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    78

    Predefinito

    Sapevo che era un caos spiegare la situazione: è lo studio medico che fattura ex art. 10 ai pazienti per l'intero importo (=100); periodicamente o a fine anno i medici emettono ricevuta sanitaria allo studio (sempre ex art. 10) per prestazioni rese per i 2/3 dell'importo totale incassato (= 66) e, ove il caso, con rda. Nel caso del padre/figlio, è il padre che incassa e fattura ed il figlio annualmente emette ricevuta sanitaria (al padre per prestazioni svolte).
    Secondo me non rientro fra i soggetti obbligati all'invio (in quanto è lo studio che fattura) ma ho il dubbio lo stesso!
    P.s. è chiaro il mreccanismo, ora?

  4. #4
    Robi è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    426

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kismet Visualizza Messaggio
    Sapevo che era un caos spiegare la situazione: è lo studio medico che fattura ex art. 10 ai pazienti per l'intero importo (=100); periodicamente o a fine anno i medici emettono ricevuta sanitaria allo studio (sempre ex art. 10) per prestazioni rese per i 2/3 dell'importo totale incassato (= 66) e, ove il caso, con rda. Nel caso del padre/figlio, è il padre che incassa e fattura ed il figlio annualmente emette ricevuta sanitaria (al padre per prestazioni svolte).
    Secondo me non rientro fra i soggetti obbligati all'invio (in quanto è lo studio che fattura) ma ho il dubbio lo stesso!
    P.s. è chiaro il mreccanismo, ora?
    ORA è chiaro!!!!
    Allora non considerare quanto ti ho detto prima!!! Come hai giustamente detto tu, tale tipologia NON RIENTRA tra quelle soggette all'invio, in quanto la prestazione medica avviene tra lo Studio Medico e il paziente, il medico è solo un professionista che lavora per lo Studio Medico e tali operazioni sono monitorate tramite modello 770!!!

  5. #5
    kismet è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    78

    Predefinito

    Grazie! ora sono più tranquilla (una cosa in meno da fare...) e scusa ancora se sono stata confusa nelle spiegazioni. Kismet

  6. #6
    bicio707 è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    119

    Predefinito Struttura Sanitaria Riscossione Compensi

    Una struttura sanitaria privata in contabilità ordinaria deve per forza rilevare gli incassi dei professionisti o può tenere unicamente l'"apposito registro".

    Secondo me trattandosi di una contabilità ordinaria che deve rendere conto di tutti i movimenti finanziari è obbligata a rilevare il compenso in prima nota (ovvero nel libro giornale).

    Il testo della norma recita:" registrare nelle scritture contabili obbligatorie, ovvero in apposito registro, il compenso incassato per ciascuna prestazione di lavoro autonomo resa nell'ambito della struttura".
    mi sembra di capire che la dicitura "apposito registro" è stata prevista per le contabilità semplificate.

    Per cui le ordinarie devono sempre rilevare gli incassi per conto dei professionisti in contabilità e se nella registrazione di prima nota non indicano gli estremi richiesti dal legislatore fiscale devono tenere anche l'apposito registro.

    il discorso fila????


  7. #7
    Robi è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    426

    Predefinito

    Certo che fila il discorso!! Sarei dell'idea di rilevare in contabilità ordinaria con appositi conti, giusto per tenere una traccia ben visibile!!
    Ciao

  8. #8
    kismet è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    78

    Predefinito

    Buongiorno,
    mi collego al mio post precedente perchè leggendo 24 ore di venerdì mi è venuto un ulteriore dubbio: se uno studio che affitta una stanza in cui il medico emette ricevuta ed incassa in proprio (dentro la sua stanza) lo studio medico deve effettuare la benedetta comunicazione? Solo per la parte che il medico incassa dentro la struttura? Aiuto, please, Kismet

  9. #9
    Deliese è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Delianuova
    Messaggi
    371

    Predefinito

    Se lo studio (stuttura) affitta la stanza il medico agisce in nome e conto proprio. Quindi il problema non si pone.
    " Immagini il silenzio se tutti dicessero solo quello che sanno? " Karel Capek

  10. #10
    kismet è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    78

    Predefinito

    Grazie per la velocità!
    In effetti non ero sicura di dover inviare la comunicazione, ma non trovavo risposte al caso pratico... ancora grazie 1000, Kismet

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. comunicazione strutture sanitarie compensi
    Di gio.ele nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-04-11, 10:11 AM
  2. Strutture sanitarie
    Di Silvan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 26-04-10, 05:35 PM
  3. strutture polifunzionali
    Di crisy nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-01-09, 03:55 PM
  4. Mod.SSP - compensi riscossi da strutture sanitarie
    Di dott.mamo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-03-08, 11:15 AM
  5. Strutture Sanitarie
    Di MARIA ANGELA487 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-04-07, 09:10 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15