Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree1Likes
  • 1 Post By c@ligo

Discussione: Contribuenti minimi e Inps gestione separata

  1. #1
    c@ligo è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    228

    Predefinito Contribuenti minimi e Inps gestione separata

    Un contribuente minimo (art.1 co. 100 L.244/2007) che fattura ad un operatore Iva UE (fatture per consulenze e traduzioni) è soggetto al contributo inps gestione separata?
    O meglio pagherà l'inps sul reddito derivante da tali operazioni? In particolare solo dall'anno 2013 oppure da quando esiste il regime ovvero anche dal 2012?
    Grazie

  2. #2
    attilio0 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    1

    Predefinito

    Gentili utenti ho una domanda sui minimi in relazione all'inps: la mia domanda è questa "ho aperto a luglio 2014 una ditta in regime dei minimi e tramite comunica ho iscritto la ditta sia alla era di commercio che all'inps, mi ha risposto l'inps comunicandomi che la mia ditta individuale è stata iscritta alla gestione separata per commercianti e che dovrò pagare il minimo suddiviso in 4 rate annuali, ma dalle discussioni che ho trovato non mi risulta che funzioni così ed anzi che comincerò a pagare dall'anno prossimo, mentre l'inps mi ha detto che comincio a pagare da novembre, come stanno davvero le cose? Grazie

  3. #3
    c@ligo è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    228

    Predefinito

    Sono due cose diverse la gestione separata dalla gestione "commercianti/artigiani".
    Se tu sei un impresa ( a nulla rileva il fatto che tu sia minimo o no) allora sei soggetto alla "gestione" commercianti/artigiani. Questa prevede il pagamento di 4 rate di pari importo per il minimale (circa 3.500,00 euro l'anno suddiviso come detto in 4 rate). Poi oltre il minimale (di circa 14.000 euro) devi pagare ancora una % del 16% ??. Le deleghe per pagare le devi scaricare iscrivendoti al sito dell'inps.

    La gestione separata invece comporta il pagamento sul reddito del 27,75% e lo paghi in due volte. Acconto a giugno e novembre. Saldo l'anno successivo sempre a giugno. La gestione separata (inps) si applica a tutti i soggetti che non sono iscrivibili alla gestione commercianti/artigiani (ad esempio liberi professioni senza cassa di previdenza). Le imprese iscritte in CCIAA sono sempre iscrivibili alla gestione commercianti/artigiani

    In ogni caso se ti rivolgi ad un commercialista sicuramente sarai seguito a dovere e non dovrai preoccuparti di nulla (se non di pagare). Il fai da te in questo ambito è molto pericoloso e se ti affidi ai gruppi di discussione senza avere una idea di fondo rischi di commettere grossi errori.
    Ultima modifica di c@ligo; 13-08-14 alle 03:26 PM
    vincenzo9 likes this.

  4. #4
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da attilio0 Visualizza Messaggio
    Gentili utenti ho una domanda sui minimi in relazione all'inps: la mia domanda è questa "ho aperto a luglio 2014 una ditta in regime dei minimi e tramite comunica ho iscritto la ditta sia alla era di commercio che all'inps, mi ha risposto l'inps comunicandomi che la mia ditta individuale è stata iscritta alla gestione separata per commercianti e che dovrò pagare il minimo suddiviso in 4 rate annuali, ma dalle discussioni che ho trovato non mi risulta che funzioni così ed anzi che comincerò a pagare dall'anno prossimo, mentre l'inps mi ha detto che comincio a pagare da novembre, come stanno davvero le cose? Grazie
    Se l'hai iscritta in camera di commercio, non può essere gestione separata ma gestione commercianti che sconta i contributi fissi con scadenza trimestrale e le eccedenze in dichiarazione dei redditi annuale in caso di superamento dei relativi limiti reddituali.
    Nel tuo caso inizi a pagare da novembre perchè l'hai iscritta a luglio, quindi partirai dalla scadenza del 16 novembre (III trimestre).
    P.s.
    se non sei seguito da un commercialista ti consiglio di farlo, l'essere autodidatta in questi casi non paga...anzi potresti essere tu a pagare.

  5. #5
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da c@ligo Visualizza Messaggio
    Sono due cose diverse la gestione separata dalla gestione "commercianti/artigiani".
    Se tu sei un impresa ( a nulla rileva il fatto che tu sia minimo o no) allora sei soggetto alla "gestione" commercianti/artigiani. Questa prevede il pagamento di 4 rate di pari importo per il minimale (circa 3.500,00 euro l'anno suddiviso come detto in 4 rate). Poi oltre il minimale (di circa 14.000 euro) devi pagare ancora una % del 16% ??. Le deleghe per pagare le devi scaricare iscrivendoti al sito dell'inps.

    La gestione separata invece comporta il pagamento sul reddito del 27,75% e lo paghi in due volte. Acconto a giugno e novembre. Saldo l'anno successivo sempre a giugno. La gestione separata (inps) si applica a tutti i soggetti che non sono iscrivibili alla gestione commercianti/artigiani (ad esempio liberi professioni senza cassa di previdenza). Le imprese iscritte in CCIAA sono sempre iscrivibili alla gestione commercianti/artigiani

    In ogni caso se ti rivolgi ad un commercialista sicuramente sarai seguito a dovere e non dovrai preoccuparti di nulla (se non di pagare). Il fai da te in questo ambito è molto pericoloso e se ti affidi ai gruppi di discussione senza avere una idea di fondo rischi di commettere grossi errori.
    Telepatia?

  6. #6
    c@ligo è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    228

    Predefinito

    Immagino di sì. Oppure stufo degli autodidatta che prima fanno soli e piangono quando si vedono recapitare le bellissime buste verdi da equitalia.

    Vi assicuro che farsi seguire da un commercialista che lo sia però e con questo intendo uno iscritto all'albo è il massimo della garanzia. In ogni caso bisogna stare sempre con gli occhi aperti. Inoltre deve darvi il mandato per iscritto fin da subito (o cmq nei limiti del possibile) con scritto chiaramente quanto costa la sua consulenza (da lì vedi la serietà del commercialista).
    Se il costo è troppo elevato rivolgersi ad uno meno oneroso. Affidarsi però ad un consulente "non commercialista iscritto all'albo" che pratica prezzi da fame è però altrettanto rischioso (a quel punto forse meglio fare da solo). Inoltre è sempre meglio affidarsi ad uno studio che sia ben organizzato con dipendenti.

Discussioni Simili

  1. minimi e Gestione separata INPS
    Di sera78 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-06-10, 06:35 PM
  2. regime dei minimi e gestione separata dell' INPS
    Di giuseppet nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-06-10, 06:28 PM
  3. Gestione separata INPS e minimi
    Di adrex nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-05-10, 06:38 PM
  4. Acconto INPS gestione separata contribuenti minimi
    Di gaerec nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-10-09, 09:07 AM
  5. Gestione Separata O Contribuenti Minimi??
    Di SIMDE nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 29-05-08, 12:20 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15