Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Problemi con l'ISEE, qualcuno ne sa qualcosa?

  1. #1
    moonlight è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    5

    Question Problemi con l'ISEE, qualcuno ne sa qualcosa?

    Buongiorno a tutti, sono una ragazza che frequenta l'Università e quindi "costretta" a compilare l'ISEE ogni anno, e ogni anno ho sempre dei problemi.
    Sono figlia di genitori divorziati legalmente, e sono a carico di mio padre. Quindi il mio nucleo familiare, essendo figlia a carico ai fini IRPEF, è con mio padre, la nuova moglie e le mie due sorelle minori, anche se NON abito con loro nè ho la residenza. La residenza infatti la ho con mia nonna paterna. Praticamente è come una seconda mamma e pensa tutto lei alle spese, a mantenermi ecc ecc. Il mio ISEE è così composto: io, mio padre, la moglie e le mie due sorelle. Mentre l'ISEEU (per l'università), oltre che mio padre e gli altri componenti mi aggiunge anche mia nonna,essendo residente da lei.
    Il problema quest'anno è ben più grande e diverso. Mio padre, purtroppo ha perso la casa, ha fatto la domanda per le case popolari e momentaneamente a breve si sposterà dal suocero, per un breve periodo, giusto il tempo di racattare le sue cose e aspettare l'ok dal Comune. Non vuole chiedere la residenza, in quanto si tratta di pochissimo tempo e in più aumenterebbe l'affitto a suo suocero e lui non vuole. Quindi, da come ho capito, dichiarerà solo di aver domicilio lì, dal momento che non ha una casa sua.
    Bene, la mia domanda è: L'anno prossimo dovrò rifare l'ISEE e ISEEU, mio padre avendo perso la casa questo anno qui, ossia nel 2014, cosa dovrò dichiarare nell'isee 2015? Non ha nemmeno una residenza o un contratto o altro. Non ha lavoro, essendo disoccupato da circa due anni.. La crisi ci ha letteralmente buttati in mezzo ad una strada.
    Cosa dovrò dichiarare ? E soprattutto.. posso fare un isee SENZA una residenza?
    Ha anche due bambine piccole e serve anche a lui questo isee per mantenerle a scuola e all'asilo..

    Spero che qualcuno ne sappia qualcosa, e che possa aiutarmi.. Grazie mille!

  2. #2
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,176

    Predefinito

    Situazione un po' complessa,.. Ti consiglio di rivolgerti ad un CAF e chiedere a loro tutte queste info

  3. #3
    moonlight è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da roby Visualizza Messaggio
    Situazione un po' complessa,.. Ti consiglio di rivolgerti ad un CAF e chiedere a loro tutte queste info
    Grazie per la risposta. Oggi andrò a prendere appuntamento al CAF e vedere un pò cosa mi dicono.
    Ma, per vostra esperienza diretta o indiretta non so.. Senza residenza e solo con domicio, un ISEE è possibile? Leggo su internet tanti pareri discordanti e non ci capisco nulla. E sinceramente queste cose burocratiche mi stanno anche antipatiche.
    Grazie ancora

  4. #4
    Max775 è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    129

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da moonlight Visualizza Messaggio
    Grazie per la risposta. Oggi andrò a prendere appuntamento al CAF e vedere un pò cosa mi dicono.
    Ma, per vostra esperienza diretta o indiretta non so.. Senza residenza e solo con domicio, un ISEE è possibile? Leggo su internet tanti pareri discordanti e non ci capisco nulla. E sinceramente queste cose burocratiche mi stanno anche antipatiche.
    Grazie ancora
    Per normativa il modello Isee non può essere fatto ad una persona non residente.
    Ciao

  5. #5
    moonlight è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Max775 Visualizza Messaggio
    Per normativa il modello Isee non può essere fatto ad una persona non residente.
    Ciao
    Immaginavo ma non riesco a spiegarmelo comunque. Chi non ha possibilità di avere una casa, chi è disoccupato e che ha da mantenere un'intera famiglia, mi spiegate (parlando in generale) come questa persona possa affrontare spese scolastiche, bollette, e quant'altro senza un ISEE che gli permette di avere delle agevolazioni? Mi sembra un cane che si morde la coda..
    Non si può dichiarare un domicilio che è reale e che comunque costituisce per il momento, uno stabilimento temporaneo?

  6. #6
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,323

    Predefinito

    La residenza è secondo il codice civile il luogo in cui si ha la dimora abituale che significa il luogo in cui vive abitualmente. Se vivo con altri familiari e questi hanno redditi e patrimonio, di questi bisogna tenerne conto, perchè é logico ritenere che esista mutualitá (cioè reciproco aiuto anche economico) in ambito familiare. Questi fatti potrebbero innescare la perdita delle agevolazioni posto che per il principio di mutualitá insito nelle famiglie, gli altri vengono in soccorso ai bisogni di tutti coloro che appartengono al medesimo nucleo familiare. Ecco perchè è necessaria la residenza perchè occorre che gli Enti competenti possano acquisire le informazioni sul nucleo familaire di appartenenza. Separare opportunisticamente le persone per rappresentarle come tante unitá separate è solo un escamotage che ad una verifica più approfondita possono essere forieri di grossi problemi.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  7. #7
    moonlight è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    La residenza è secondo il codice civile il luogo in cui si ha la dimora abituale che significa il luogo in cui vive abitualmente. Se vivo con altri familiari e questi hanno redditi e patrimonio, di questi bisogna tenerne conto, perchè é logico ritenere che esista mutualitá (cioè reciproco aiuto anche economico) in ambito familiare. Questi fatti potrebbero innescare la perdita delle agevolazioni posto che per il principio di mutualitá insito nelle famiglie, gli altri vengono in soccorso ai bisogni di tutti coloro che appartengono al medesimo nucleo familiare. Ecco perchè è necessaria la residenza perchè occorre che gli Enti competenti possano acquisire le informazioni sul nucleo familaire di appartenenza. Separare opportunisticamente le persone per rappresentarle come tante unitá separate è solo un escamotage che ad una verifica più approfondita possono essere forieri di grossi problemi.
    Se si "vive" con altri familiari, per l'appunto. La mia situazione è diversa poiché è ed sarà solo ed esclusivamente un appoggio momentaneo di pochi giorni massimo un mese. Il reciproco aiuto non ci sarà , dal momento che già è tanto se siamo ospitati per quel poco tempo. Nessun aiuto economico, nè affitto da dividere. Solo stesso tetto, per dormire. Insomma, uno non è che può dormire in mezzo ad una strada, no?
    Io vorrei far "leva" proprio su questo. Un conto è essere ospitati e essere aiutati con affitto, cibo, dividere le spese e tutto quello che comporta una convivenza, un altro conto è dormire sotto lo stesso tetto. Dal momento che il pranzare o il cenare si svolgeranno in altro posti, che non sto qui ad elencare se no la faccio troppo lunga. Aiuti con i soldi, per quanto possa essere "creduele" da parte dei familiari, non ci sono. Non è un "ti aiuto perché non ce la fai" è più un "se vuoi dormire qui ok, ma non di più".
    Non voglio dividere i due nuclei, per non creare danni, ma almeno vorrei spiegazioni in merito ad una situazione così delicata. E non so se devo rivolgermi ai CAAF, o al Comune o al Patronato.. non so da dove partire.
    Come in ogni cosa, l'Italia si dimostra sempre più contorta, quando invece la cosa sarebbe più semplice.
    Ma le agevolazioni, mi sorge un dubbio, sono veramente per chi ne ha bisogno o sono solo tutte bugie? Perchè mi pare, che chi ha possibilità abbia tutte le agevolazioni di questo mondo (come nella mia università.. gente che ha tanti soldi e paga il minimo delle tasse) mentre chi ne ha bisogno veramente, deve far tutti questi casini per dimostrare il vero. Quando la verità sta proprio sotto gli occhi di chi guarda.. Quando ti tolgono la luce, o il riscaldamento o viene licenziato. Possibile che non ci sia una giustizia in questo? Tralasciando il discorso ISEE anche.. Possibile che non c'è un minimo aiuto per queste cose?

    Scusate lo sfogo.. ma più vado avanti e più mi sembra di sprofondare sempre di più in un futuro che non mi appartiene. Non avendo, appunto, futuro.

  8. #8
    moonlight è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Oggi sono andata al CAAF, della mia città. Parlando della mia situazione mi han detto che basta togliere al familiare a cui sono a carico le detrazioni per i figli, così in questo modo non risulterò più a suo carico, ma posso inserirmi in un altro nucleo familiare.
    Nel senso: se il genitore X, nel momento in cui trova lavoro NON dichiara di avere anche me come figlia a carico (avendo io più di 18 anni e lui non percepisce più gli assegni familiari ormai da diversi anni), risulterò automaticamente fuori dal nucleo familiare. Dal momento che non avrà più detrazioni e altro.


    A voi risulta?

  9. #9
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,323

    Predefinito

    Le agevolazioni fiscali sono una cosa, le agevolazioni previdenziali sono purtroppo un'altra. Quando le chiede una detrazione fiscale per carico di famiglia deve solo dimostrare che chi fruisce della detrazione non ha un reddito superiore a euro 2.840,50 nell'anno fiscale interessato. Se per la stessa persona vuole un assegno familiare, non si deve vedere solo il reddito del soggetto per il quale si richiede l'assegno ma quello del "nucleo familiare". Stesso soggetto ma modi di misurazione della condizione di carico di famiglia differenti.

    Ribadisco per il resto quello che ho detto in precedenza.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. uso promisco auto: posso scaricare qualcosa
    Di conslavoro nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-05-10, 12:42 PM
  2. Autoliquidazione inail: Sconto artigiani... Qualcuno sa qualcosa???
    Di conslavoro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-02-10, 05:04 PM
  3. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 27-11-09, 05:23 PM
  4. Agenzia d'affari: cambia qualcosa?
    Di slepsnardi nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-10-09, 05:56 PM
  5. Corrispettivi Telematici: Sapete Qualcosa
    Di ISA nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-10-08, 03:56 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15