Buongiorno, mi trovo in questa situazione:la mia assistita vorrebbe accedere alla procedura di “composizione della crisi da sovra indebitamento”. La stessa ha una esposizione debitoria nei confronti di:
1) Amministrazione finanziaria per Irpef; Irap; IVA; Ritenute su indennità per cessazione rapporto di lavoro; ecc.
2) INPS per contributi I.V.S.; modello DM 10;
3) Inail;
4) Diritti Annuali Camera di Commercio;
5) Sanzioni Amministrative (C.d.S.);
6) Tassa automobilistica.
Mi pongo i seguenti quesiti:
1) che percentuale di riduzione può essere chiesta?
2) Può essere richiesta la riduzione di tutti i tipi di credito – l’art. 7 della l. n. 3 del 2012 sembra escludere l’imposta sul valore aggiunto e le ritenute operate e non versate- - ?
3) Per l’accordo deve essere preso in considerazione l’importo del capitale o anche le sanzioni e interessi indicati nelle cartelle?
Mi rendo conto che è una domanda un po’ impegnativa ma magari chi ne ha già esperienza potrà fornirmi qualche spunto.
Ringrazio già da adesso, e saluto tutti cordialmente.