Risultati da 1 a 8 di 8
Like Tree3Likes
  • 3 Post By La matta

Discussione: Compenso Commercialista per gestione piccolo Libero Professionista

  1. #1
    filisto54 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1

    Predefinito Compenso Commercialista per gestione piccolo Libero Professionista

    Buongiorno a Tutti,
    volevo confrontarmi con voi su quanto mi è accaduto in questi giorni.
    Presento la parcella ad un Cliente per le prestazioni effettuate nel corso del 2014 (contabilità, dichiarazioni, comunicazioni periodiche etc etc). Il Cliente mi contesta l'esagerazione delle somme richieste 600 euro + IVA (compenso annuo "all inclusive"). Ci troviamo in Liguria.
    Ora il Cliente è un Libero Professionista con contabilità semplificata, effettivamente a causa della crisi il fatturato è stato basso intorno ad euro 6.000. Parliamo di circa 12 fatture attive e 30 passive. Nel compenso annuo pari ad euro 600 è compreso tutto (dalla contabilità, Modello Unico, IVA, Studi di Settore Spesometro, IMU, TASI etc).
    Ora capisco che il fatturato è basso ma la cifra da me richiesta mi sembrava già decisamente ridotta se non al limite ... comprendete tutti gli adempimenti comunque obbligatori???
    Comunque errore mio, anche per questa posizione dovevo fare lettera di incarico scritta, cosi evitavo di lavorare sottocosto!!!
    Volevo sapere la vostra opinione, perché magari sono io che ho esagerato!!!
    Buon Lavoro!

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    600€, tolte le tasse rimarranno circa 300€. Tolti i costi di cancelleria e varie si arriverà a 250€. Sommando le ore per contabilità, incontri con il cliente, dichiarativi, stampe, pagamenti, mail... più o meno hai una resa di 10€ l'ora. Non so se sia tanto o poco.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    Roberto72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    920

    Predefinito

    Purtroppo dal punto di vista del cliente (quelli piccoli, almeno) il consulente è visto solo come una spesa improduttiva. Quindi se gli cala il fatturato nella sua testa devono calare anche tutti gli altri costi.
    Solo che non tiene conto del lavoro e del tempo che occorre a fare il nostro lavoro... un cliente con fatturato di 20k euro ed uno con un fatturato di 5k euro non comportano un carico di lavoro particolarmente diverso tra l'uno e l'altro. Le dichiarazioni, le pratiche, l'archivio, ecc sono sempre quelli, e non è giusto che uno lavori sotto costo.
    Per farlo contento levagli un centinaio di euro, ma cerca di non svilire troppo la tua professionalità.
    Più che altro un libero professionista con un fatturato di 6.000 euro sostiene costi fissi (a partire dai costi previdenziali) proporzionalmente altissimi e tali che, se non ha prospettive a breve di crescita, gli conviene chiudere al più presto l'attività e andare a fare altro.

  4. #4
    c.t. è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,674

    Predefinito

    anch'io penso che 600 € più iva sia una cifra più che buona. Non esagerata, no. Concordo anche sul levargli giusto 100 €, ma non di più. Ho un problema simile che andrò ad affrontare nel giro di qualche giorno.. fagli capire che questo è il prezzo minore che potrebbe lui stesso trovare da un altro professionista. E che tu non ci stai assolutamente guadagnando, perchè con la crisi che c'è...

  5. #5
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,354

    Predefinito

    Se posso aggiungere i miei due centesimi di opinione, il cliente in crisi diventa ancora più costoso, in termini di tempi e adempimenti, di quello non toccato dalla crisi.
    Si agita come un pesce all'amo e tutti i momenti ti chiede le copie delle bollette per cambiare gestore di luce gas telefono perché l'amico del cugino dello zio gli ha proposto un contratto da urlo (e non va mai a stare meglio di prima).
    Ascolta le più improbabili castronerie al bar e poi ti aggredisce perché non gli hai proposto di usufruire di quel nuovo regime contabile convenientissimo (che non esiste, e se esistesse non potrebbe accedervi per mille motivi). Oppure legge sui portali telefonici che le cartelle Equitalia non si pagano più, o che il bollo è stato abolito, o che... aggiungete qualcosa a scelta. Certi portali o siti di disinformazione sarebbero da chiudere e i loro gestori da fucilare sul posto.
    Oppure, se a causa della crisi resta indietro coi pagamenti, misteriosamente comincia a rimanere indietro anche col fornirti i documenti contabili. Si vergogna, non si fa sentire. E ti mette i bastoni fra le ruote.
    E sicuramente ogni studio potrà aggiungere la sua chicca.
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  6. #6
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,429

    Predefinito

    600 €uro è il prezzo che io applico a chi è nel regime dei minimi, non a chi è in contabilità semplificata. PUò dispiacerti per il clienti, ma registrare 12 fatture di 20 mila €uro o 12 fatture di 500 €uro non cambia nulla al tuo lavoro. Le sacedenze e gli adempimenti, se non è in un regime agevolato, sono uguali sia per chi fattura 6000 €uro che per chi fattura 6oo mila. Anche io ultimamente mi sono adeguato ai tempi di crisi e ad alcuni nuovi clienti ho fatto prezzi molto convenienti (offrendo magari un'agevolazione per i primi due/tre anni di attività9, ma non sono mai sceso sotto i 1000 €uro per una contabilità semplificata, altrimenti significa che noi per primi non capiamo il significato e gli oneri del nostro lavoro
    "Come spieghereste a un bambino che cos'è la felicità?" "Non glielo spiegherei. Gli darei un pallone per farlo giocare" D. Solle

  7. #7
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,043

    Predefinito Compenso Commercialista per gestione piccolo Libero Professionista

    Citazione Originariamente Scritto da shailendra Visualizza Messaggio
    600 €uro è il prezzo che io applico a chi è nel regime dei minimi, non a chi è in contabilità semplificata. PUò dispiacerti per il clienti, ma registrare 12 fatture di 20 mila €uro o 12 fatture di 500 €uro non cambia nulla al tuo lavoro. Le sacedenze e gli adempimenti, se non è in un regime agevolato, sono uguali sia per chi fattura 6000 €uro che per chi fattura 6oo mila. Anche io ultimamente mi sono adeguato ai tempi di crisi e ad alcuni nuovi clienti ho fatto prezzi molto convenienti (offrendo magari un'agevolazione per i primi due/tre anni di attività9, ma non sono mai sceso sotto i 1000 €uro per una contabilità semplificata, altrimenti significa che noi per primi non capiamo il significato e gli oneri del nostro lavoro
    Io direi che chi offre prezzi bassi e' consapevole di potere offrire solo un servizio scarso.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  8. #8
    c.t. è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,674

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Io direi che chi offre prezzi bassi e' consapevole di potere offrire solo un servizio scarso.
    in realtà anch'io chiedo 600 ai minimi...e a prescindere dal volume d'affari.
    il mio problema con un probabile cliente srl non l'ho risolto, ancora, ma sono ferma del chiedere il giusto compenso e lui lo sa.
    Per una srl, il professionista precedente chiedeva 120 € al mese.. io di più, ma io faccio un "tutto compreso", mentre il professionista precedente con la "scusa" dei 120 mensili, poi ha chiesto - per la srl - uno "sproposito" per il bilancio. Quale sproposito sia, non so, ma a conti fatti..se chiede poco per la contabilità è normale che "si rifaccia" con il bilancio, e magari, con le dichiarazioni da inviare a settembre.. non c'è da stranirsi più di tanto, penso.
    E con questa scusa, forse, la srl vorrebbe abbassare il valore del mio lavoro.. chi la dura la vince..

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-05-14, 09:50 PM
  2. Ditta individuale o Libero professionista - Gestione
    Di n3wt0n nel forum Altri argomenti
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-11-13, 03:45 PM
  3. piccolo professionista senza organizzazione
    Di LUCIAFAMIGLIETTI nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-02-09, 05:29 PM
  4. Piccolo problema relativo al compenso
    Di cannava nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 29-03-08, 11:26 AM
  5. Libero Professionista - Gestione separata INPS
    Di yuppysearch nel forum Altri argomenti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-03-08, 03:16 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15