Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Naturopata

  1. #1
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito Naturopata

    Ho la necessita di avviare alla attività professionale di Naturopata un soggetto italiano che risiede in Svizzera ma che ha intenzione di esercitare l'attività in Italia fornendo consulenze professionali nel nostro paese presso uno studio preso in comodato . Io, e chiedo conferme , avrei pensato di aprire la partita iva in qualità di soggetto residente , visto che avrà il domicilio fiscale in italia, e successiva iscrizione alla gestione separata Inps ed inoltre ritengo che nulla osta all'applicazione del regime minimi o forfetari . Attendo conferme o smentite . Grazie.

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Se è considerato soggetto residente, sarà tenuto a tutti gli adempimenti dichiarativi, RW e via dicendo. Occorre capire dove realmente risiede.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    Se è considerato soggetto residente, sarà tenuto a tutti gli adempimenti dichiarativi, RW e via dicendo. Occorre capire dove realmente risiede.
    Il soggetto in questione risiede in Svizzera....è ha intenzione di esercitare professionalmente in Italia presso uno studio preso in comodato in Italia.

  4. #4
    angce1971 è offline Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    136

    Predefinito

    Sono esclusi dal regime di vantaggio i non residenti, con esclusione dei residenti in uno degli Stati membri dell'Unione europea o in uno Stato aderente all'Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni, i cui redditi siano prodotti nel territorio dello Stato italiano in misura pari almeno al 75 per cento del reddito complessivamente prodotto (disposizione introdotta dalla legge europea 2013-bis - legge 161/2014 - in vigore dal 25 novembre 2014).

  5. #5
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito

    In conclusione , quindi dovrei aprirgli la partita Iva come soggetto domiciliato nel comune in cui avrà la base ma non sarà possibile applicargli il regime forfetario o dei minimi ?

  6. #6
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito

    Qualcuno può confermare il mio pensiero ? Grazie

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15