Salve, ho letto nel forum varie discussioni relative alla vendita di beni usati e oggetti preziosi, ma non sono riuscito a trovare una risposta al tipo di vendita di beni usati che mi interessa.
Una ditta vende pezzi di ricambio nuovi per autoveicoli e vorrebbe intraprendere anche la vendita di pezzi di ricambio usati per autoveicoli.
Il dubbio che ho Ŕ se comunque vada presentata la scia al Comune e concomitante iscrizione alla CCIAA o c'Ŕ un limite entro il quale non Ŕ necessario provvedere alle comunicazioni (tipo valore del bene usato inferiore a tot oppure vendite occasionali di beni usati).
Se vi fosse l'obbligo di comunicazione bisognerebbe vidimare un registro di carico e scarico dei beni usati presso il Comune (art. 126 del Tulps); anche ai fini Iva - art. 39 - bisogna tenere un registro di carico e scarico (se ho capito bene per˛ solo per chi adotta il metodo analitico)?
Per me Ŕ una materia del tutto nuova, ho parecchi dubbi come si pu˛ vedere.