Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Compenso onnicomprensivo

  1. #1
    Pietro89 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    6

    Predefinito Compenso onnicomprensivo

    Buonasera,
    spero che qualcuno possa aiutarmi, ho un dubbio riguardante un compenso onnicomprensivo previsto in un contratto. In particolare, la fattispecie riguarda un infermiere lavoratore autonomo, iscitto alla cassa previdenziale ENPAPI, ed una società dalla quale ha ottenuto l'incarico professionale di svolgere delle prestazioni sanitarie al domicilio dei pazienti. Nella lettera d'incarico professionale viene stabilito il compenso percepito dall'infermiere, nella stessa risulta che il compenso è onnicomprensivo di ogni altro onere fiscale e previdenziale (IVA, INPS, IRPEF, ecc).
    L'infermiere nel momento di emissione della fattura ha addebitato alla società, oltre il compenso previsto dal contratto, anche il contributo integrativo obbligatorio del 4% dovuto alla cassa ENPAPI. La società ha richiesto di modificare la fattura in quanto tale ulteriore addebito sarebbe a suo dire non dovuto dato che il compeno concordato risulta essere onnicomprensivo. Vorrei sapere se nel caso di specie l'infermiere abbia diritto ad addebitare il contributo in fattura o se abbia ragione la società a non ritenere dovuta tale somma. Grazie mille a chiunque possa aiutarmi.

  2. #2
    Quattromori è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    59

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Pietro89 Visualizza Messaggio
    Buonasera,
    spero che qualcuno possa aiutarmi, ho un dubbio riguardante un compenso onnicomprensivo previsto in un contratto. In particolare, la fattispecie riguarda un infermiere lavoratore autonomo, iscitto alla cassa previdenziale ENPAPI, ed una società dalla quale ha ottenuto l'incarico professionale di svolgere delle prestazioni sanitarie al domicilio dei pazienti. Nella lettera d'incarico professionale viene stabilito il compenso percepito dall'infermiere, nella stessa risulta che il compenso è onnicomprensivo di ogni altro onere fiscale e previdenziale (IVA, INPS, IRPEF, ecc).
    L'infermiere nel momento di emissione della fattura ha addebitato alla società, oltre il compenso previsto dal contratto, anche il contributo integrativo obbligatorio del 4% dovuto alla cassa ENPAPI. La società ha richiesto di modificare la fattura in quanto tale ulteriore addebito sarebbe a suo dire non dovuto dato che il compeno concordato risulta essere onnicomprensivo. Vorrei sapere se nel caso di specie l'infermiere abbia diritto ad addebitare il contributo in fattura o se abbia ragione la società a non ritenere dovuta tale somma. Grazie mille a chiunque possa aiutarmi.
    I compensi "onnicomprensivi" non mi sono mai piaciuti. Scaturiscono sempre malintesi. Comunque se la Cassa Enpapi e' una cassa professionale autonoma e l'attivita' di infermiere e' una professione ordinistica, per prima cosa non c'e' INPS. In secondo luogo, se la Enpapi e' autonoma la rivalsa del 4% non costituisce compenso, per cui, anche se pattuito contrattualmente un compenso onnicomprensivo, ha ragione il tuo cliente proprio perche' la rivalsa non e' un compenso, ma tecnicamente e' un debito verso la cassa previdenziale.

  3. #3
    Pietro89 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    6

    Predefinito

    Grazie per la risposta ho un dubbio però... è vero che la rivalsa del 4% non costituisce compenso ma è altrettanto vero, e qua corregimi se sbaglio, che la stessa costituisce un onere previdenziale, che da contratto dovrebbe essere ricompreso nel compenso. Ora se il mio ragionamento è esatto la società avrebbe un qualche appiglio per ritenere non dovuta la rivalsa. Mi chiedo concretamente come l'infermiere posso far valere il suo diritto ad addebitarla se la società si oppone. Grazie mille ancora.

  4. #4
    Quattromori è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    59

    Predefinito

    Figurati,
    Ti rispondo volentieri. Non è esatto che il contributo integrativo sia un onere a carico dell'azienda, a differenza di quello che accade nei rapporti di lavoro dipendente, in cui l'azienda trattiene i contributi previdenziali a carico dei dipendenti dallo stipendio.
    Nelle collaborazioni professionali, il professionista è obbligato ad esercitare il diritto alla rivalsa del 4% (a volte può essere anche diverso) che poi verserà successivamente alla propria cassa.
    Tra l'altro quando l'anno prossimo verrà predisposta la CU2018 bisognerà indicare come compenso, proprio la somma netta del contributo integrativo. Occhio che è un errore molto frequente in quanto si fa spesso confusione con i contributi integrativi versati alla gestione separata INPS.
    A livello poi legale non so cosa possa fare l'infermiere. Dubito azioni legali perché non ci si mette per poche centinaia di euro a intentare cause.

Discussioni Simili

  1. compenso per 730
    Di arialibera nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-06-11, 03:50 PM
  2. compenso sas
    Di LOLLOKIKKO nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-01-11, 06:36 PM
  3. Compenso in una snc.. Ok?
    Di conslavoro nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-11-10, 12:03 PM
  4. compenso Co.co.pro
    Di matthew nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-12-08, 02:13 PM
  5. compenso
    Di EMMEKAPPA nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 18-01-08, 06:16 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15