Buonasera a tutti,

non so se questa è la sezione corretta per il mio quesito.

Il mio compagno (lavoratore dipendente) ha la nuda proprietà di una casa (i genitori ne hanno l'usufrutto), per il cui passaggio di proprietà è stata effettuata una compravendita ricorrendo solamente all'agevolazione prima casa per le spese notarili.

Io sono regime forfettario, saremo in procinto di procedere alla ristrutturazione di un appartamento della mia famiglia, situato nello stesso comune di quello del mio compagno, allo scopo di farne la nostra casa coniugale.

Primo quesito: secondo voi come è meglio formalizzare il passaggio di proprietà di questo appartamento? (mi faccio fare un usufrutto a beneficio mio e del mio compagno? oppure una donazione? o cosa?)

Secondo quesito: lui può detrarre l'agevolazione per la riqualificazione energetica di questo appartamento (che diventerà la sua prima casa)? in che misura?

Terzo quesito: contraendo un muto, intestandolo solo a lui, può detrarre interamente il 19% degli interessi oppure solo la metà?

Grazie in anticipo