Risultati da 1 a 9 di 9
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Enrico Larocca

Discussione: Fattura elettronica - data errata

  1. #1
    Bomber è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,367

    Predefinito Fattura elettronica - data errata

    Una società ha inviato la fattura n. 3 con data 01.02.2019 e la n. 4 con data 23.01.2019 (quindi antecedente...).
    Come può ovviare all'errore?
    Grazie a tutti!

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,389

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bomber Visualizza Messaggio
    Una società ha inviato la fattura n. 3 con data 01.02.2019 e la n. 4 con data 23.01.2019 (quindi antecedente...).
    Come può ovviare all'errore?
    Grazie a tutti!
    Non credo esista una soluzione che possa eliminare i documenti acquisiti. Anche se si emettessero le note di credito si dovrebbe andare avanti con la numerazione emettendo le fatture con la cronologicitá giusta. Questi casi mi ricordano tanto gli errori di cronologia documentale che si compivano quando c’erano le bolle di accompagnamento prenumerate.
    Però, in periodo di moratoria delle sanzioni, non mi preoccuperei più di tanto.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    Bomber è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,367

    Predefinito

    Grazie Enrico.
    Quindi mi consiglieresti di lasciare tutto così?

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,389

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bomber Visualizza Messaggio
    Grazie Enrico.
    Quindi mi consiglieresti di lasciare tutto così?
    Si, la penso proprio così.
    Telempatico likes this.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  5. #5
    Bomber è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,367

    Predefinito

    Gentilissimo come sempre.

  6. #6
    lupetto73 è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    99

    Predefinito

    Mi sono appena accorto di aver spedito una fattura con data errata (16.09.2019 anziché 16.10.2019).
    Trattandosi di provvigioni maturate a settembre non poteva mai essere al 16.09.2019.
    La mia domanda è: come devo comportarmi per correggere l'errore?
    Penso che la cosa migliore sia emettere nota credito e fattura corretta entrambe al 16.10.2019 così da liquidare l'IVA comunque nel III trimestre.
    Però non ho idea delle eventuali sanzioni che possono esserci.
    Chi può aiutarmi?
    Grazie.

  7. #7
    lupetto73 è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    99

    Predefinito

    Cercando meglio ho trovato questa disposizione:

    Violazioni solo formali - Articolo 6 comma 5-bis d. lgs. 472/1997 - Niente sanzioni

    E l'articolo in questione cita testualmente:
    "5-bis. Non sono inoltre punibili le violazioni che non arrecano pregiudizio all'esercizio delle azioni di controllo e non incidono sulla determinazione della base imponibile, dell'imposta e sul versamento del tributo."

    Penso sia proprio il mio caso, visto che addirittura il contribuente si trova a versare in anticipo (III trimestre) l'IVA del trimestre successivo.
    Ne consegue che non è punibile e quindi non sanzionabile.
    Ritenete corretto il mio ragionamento?
    Tra l'altro, aggiungo, al 16 settembre 2019 non era neppure sorto l'obbligo dell'emissione della fattura perché le provvigioni non erano ancora interamente maturate!
    Se proprio così non è, quale importo di sanzione è necessario pagare con ravvedimento ed entro quando?
    Grazie.
    Ultima modifica di lupetto73; 18-10-19 alle 11:47 PM

  8. #8
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,389

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lupetto73 Visualizza Messaggio
    Cercando meglio ho trovato questa disposizione:

    Violazioni solo formali - Articolo 6 comma 5-bis d. lgs. 472/1997 - Niente sanzioni

    E l'articolo in questione cita testualmente:
    "5-bis. Non sono inoltre punibili le violazioni che non arrecano pregiudizio all'esercizio delle azioni di controllo e non incidono sulla determinazione della base imponibile, dell'imposta e sul versamento del tributo."

    Penso sia proprio il mio caso, visto che addirittura il contribuente si trova a versare in anticipo (III trimestre) l'IVA del trimestre successivo.
    Ne consegue che non è punibile e quindi non sanzionabile.
    Ritenete corretto il mio ragionamento?
    Tra l'altro, aggiungo, al 16 settembre 2019 non era neppure sorto l'obbligo dell'emissione della fattura perché le provvigioni non erano ancora interamente maturate!
    Se proprio così non è, quale importo di sanzione è necessario pagare con ravvedimento ed entro quando?
    Grazie.
    Io lascerei tutto così, senza alcuna variazione. Non esiste una norma che mi impedisca di fatturare prima una prestazione che periodicamente non appare conclusa. La fatturazione anticipata dei 14 gg. non ancora conclusi, al limite, potrebbe essere iscritta come
    debito per anticipo verso il cliente da girare a ricavi con la conclusione dei servizi periodici.

    Per cui contabilmente, invece di annotare:

    D Clienti
    A Ricavi
    A IVA ns/debito

    si potrebbe ortodossamente parlando annotare:

    D Clienti
    A Ricavi (per la quota di imponibile fino al 16/09/2019)
    A Clienti c/anticipi (per la quota di imponibile dal 17/09 al 30/09)
    A Iva ns/debito

    La seconda soluzione, suppur più corretta della prima, mi sembra un'esagerazione formale.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  9. #9
    lupetto73 è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    99

    Predefinito

    Nel frattempo risponde anche l'AdE con servizio webmail:
    "Gentile contribuente,
    da quanto si evince dalla sua richiesta, appare che la nota di credito vada emessa al 15/09/2019 e non al 15/10/2019, con conseguente emissione di una nuova fattura datata 15/10/2019, che rientra nella liquidazione del 4° trimestre.
    Non essendo ancora scaduti i termini per l'invio della liquidazione periodica del 3° trimestre, non sono dovute sanzioni.
    Per fornire ulteriori spiegazioni e ricevere chiarimenti sulla situazione in oggetto la invitiamo a contattare l'assistenza al numero 800909696 da rete fissa o al 0696668907 da rete mobile.
    Cordiali saluti."
    Quindi niente sanzioni come previsto.

Discussioni Simili

  1. Data emissione fattura elettronica
    Di ingam63 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-01-19, 06:09 PM
  2. data bonifico e data fattura elettronica professionista
    Di jonny5 nel forum Organizzazione e Informatica Studi professionali
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31-12-18, 10:45 AM
  3. Differenza Data fatture e data invion per fattura elettronica
    Di adry7411 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13-11-18, 03:23 PM
  4. Data fattura errata?
    Di GiorgioP nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-02-13, 01:25 PM
  5. Errata data fattura
    Di GINNY nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-08-07, 06:53 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15