Ma qualcuno di voi ha chiaro il rapporto tra le Ordinanze delle varie regioni e i Decreti del governo? Io l'ho capita cosi: che prevalgono i Decreti del governo, ma le Regioni possono intervenire per ragioni urgenti, e il loro provvedimento ha valore fino a un nuovo Decreto che le ingloba o le interpreta.
Quindi, ad esempio:
- l'ordinanza delle Regione Lombardia del 21 marzo prevedeva che l'attività degli studi professionali fosse sospesa
- Il Decreto del Presidene del Consiglio del 22 marzo prevede che la attività professionali restano aperte.
Quindi, adesso, in Lombardia, gli studi possono stare aperti. Ma se domattina Fontana emette un'altra Ordinanza che gli studi professionali devono essere chiusi, cosa si fa? Gli studi restano chiusi fino a un Nuove Decreto in cui si dica che possono stare aperti?