Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Col diploma di RAGIONERIA (senza laurea) ci sono ancora possibilità di trovar lavoro?

  1. #1
    SeaMan81 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    3

    Predefinito Col diploma di RAGIONERIA (senza laurea) ci sono ancora possibilità di trovar lavoro?

    Un saluto a tutti gli utenti del forum, è il mio secondo post in un forum di contabili (avevo scritto tempo fa da un'altra parte) solo per raccogliere un parere da chi appartiene al vostro settore .

    Mi chiamo Andrea e vi scrivo da Napoli. Vi chiedo un consiglio sul mio nipotino neo 18enne, che, a settembre (a Dio piacendo che le scuole riaprano) si appresterà a frequentare l'ultimo anno dell'Istituto Tecnico Commerciale Caruso di Napoli, indirizzo "ragioniere programmatore" (che ora mi pare abbia preso il nome di "sistemi informativi aziendali"). E' molto bravo a scuola, ha tutti 8 e 9, si vede che ci mette passione per tutte le materie che studia, specialmente quelle piu caratterizzanti del corso, ovvero sia nel ramo economico che in quello informatico, e proprio per questo motivo, i genitori (ovvero mia sorella e mio cognato), stanno cercando di convincerlo a proseguire gli studi all'università, nel settore che gli piace di piu (economico o informatico).

    Lui, nonostante sia forse l'unico della sua classe che può realmente aspirare a un 100 come voto di diploma, è stato categorico: non vuole proseguire....un po' perchè ha esplicitamente affermato che non crede nel valore aggiunto della laurea per trovare lavoro (specialmente da noi al Sud), un po' per carattere: è un ragazzo che soffre molto lo stress da esami, già a distanza di un anno ha l'ansia per l'esame di maturità, e anche un semplice compito in classe, per lui, è una tortura a livello emotivo/psicologico (anche se poi lo supera sempre brillantemente)...questa forse è anche colpa dei suoi genitori,che fin dalle elementari, a parer mio, son stati troppo esigenti sui risultati scolastici, lo hanno trattato piu come un cavallino da corsa che come un figlio...

    Detto questo, qualche perplessità sul suo futuro lavorativo me la pongo anche io, e torno alla domanda del titolo,ovvero: un ragioniere programmatore non laureato ha ancora possibilità di trovare lavoro nel suo settore senza prendersi la laurea?

    Se dovessimo guardare ai dati statistici, a tutt'oggi "ragioneria" dicono che sia il diploma piu richiesto... da un'altra parte però vedo: diversi laureati in economia a spasso o sottopagati presso qualche dominus, dall'altra, molti ragionieri che, almeno qui a Napoli, tutto vanno a fare tranne che i contabili mettendosi a fare, che so, magazzinieri, cassieri di supermercato, commessi di negozio o buttandosi nel settore commerciale a partita IVA (agenti immobiliari, assicurativi, consulenti finanziari prestiti), settore dove ho dovuto ripiegare pure io (con una laurea in giurisprudenza) e ritengo che siano lavori che puoi fare anche con la 5° elementare, basta avere parlantina ed essere "spregiudicati".... il commerciale è una giungla, ma ci devi essere portato se no "te se magnano", e per come conosco mio nipote, non ci sarebbe portato e non gli piacerebbe.

    In tutto questo, a leggere proiezioni varie e studi di mercato riportati da diverse testate, dicono sempre che il lavoro del contabile e dello stesso commercialista sarebbero quelli a maggior rischio di estinzione nei prossimi 10/15 anni, dovuta alla digitalizzazione e avanzamento della tecnologia sempre più dilaganti (anche se spero proprio di no).

    Insomma, non vorrei mai che mio nipote si ammalasse di nervi a fare una cosa che non vuole (l'università), ma allo stesso tempo mi chiedo se sia ravvisabile un discreto futuro lavorativo anche col diploma oppure se la laurea in economia sia diventata la nuova "scuola dell'obbligo" per lavorare nel settore.

    Grazie a chiunque mi vorrà rispondere.
    Ultima modifica di SeaMan81; 01-08-20 alle 01:34 PM

  2. #2
    L'avatar di nadia
    nadia è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    933

    Predefinito

    Un lavoro come impiegato amministrativo presso uno studio commerciale o presso una azienda lo troverà sicuramente

  3. #3
    SeaMan81 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nadia Visualizza Messaggio
    Un lavoro come impiegato amministrativo presso uno studio commerciale o presso una azienda lo troverà sicuramente

    Ti ringrazio innanzitutto della risposta: il punto è: un'azienda o a maggior ragione un.commercialista (dal momento che la figura del "ragioniere" diplomato non esiste più, ora c'è solo l'albo dei commercialisti con laurea magistrale e degli esperti contabili.con laurea triennale), non preferirà sempre e comunque un laureato in economia a un diplomato in ragioneria?

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,906

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SeaMan81 Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio innanzitutto della risposta: il punto è: un'azienda o a maggior ragione un.commercialista (dal momento che la figura del "ragioniere" diplomato non esiste più, ora c'è solo l'albo dei commercialisti con laurea magistrale e degli esperti contabili.con laurea triennale), non preferirà sempre e comunque un laureato in economia a un diplomato in ragioneria?
    Oggi, per chiunque deve assumere quello che contano sono le competenze e la capacità di adattamento. I titoli sono importanti e sicuramente sono il primo elemento di selezione, ma l’equazione titolo maggiore = preparazione maggiore non è sempre vera. Certo il futuro di chi si occupa di contabilità non sarà lo stesso di oggi. La crescente informatizzazione dei processi aziendali e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, richiederà sempre di più alta qualificazione e la qualità delle proprie competenze la si raggiunge attraverso gli studi.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  5. #5
    SeaMan81 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Oggi, per chiunque deve assumere quello che contano sono le competenze e la capacità di adattamento. I titoli sono importanti e sicuramente sono il primo elemento di selezione, ma l’equazione titolo maggiore = preparazione maggiore non è sempre vera. Certo il futuro di chi si occupa di contabilità non sarà lo stesso di oggi. La crescente informatizzazione dei processi aziendali e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, richiederà sempre di più alta qualificazione e la qualità delle proprie competenze la si raggiunge attraverso gli studi.

    A sentire alcune proiezioni "nefaste" per il settore, addirittura, qualcuno dice che il lavoro del contabile e anche quello del commercialista da qui a 15/20 anni spariranno, sostituiti dalla digitalizzazione e la tecnologia. Mi auguro chiaramente proprio di no!

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-07-13, 10:21 AM
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-07-13, 01:29 PM
  3. C.M. sono ancora in possesso dei requisiti?
    Di enricotr nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-11-11, 12:02 PM
  4. possibilità di detrarre pranzo di lavoro...
    Di feddevts nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-07-11, 06:24 PM
  5. Ancora Minimi ...(scusate sono un po tonto)
    Di Tetsuo nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-01-09, 09:47 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15