Buonasera,

in seguito al superamento dell'esame di stato mi sto accingendo per l'iscrizione all'albo dei Dottori Commercialisti.

Sono già assunto come dipendente di una società che ha per oggetto l'elaborazione dei dati contabili, ed il mio ruolo sarà ricoprire la figura di dottore commercialista all'interno.

Mi vorrei confrontare riguardo una serie di problematiche del caso:

- partita iva: il primo problema riguarda l'apertura della p.iva che preferirei evitare. Credo però che senza una posizione iva aperta mi sia precluso di effettuare alcune operazioni (esempio: cessione quote srl). Mi confermate quanto detto? Che preclusioni/limitazioni avrei senza partita iva?

- cassa previdenziale: come viene gestita la cassa dei dottori commercialisti? presumo che versando già i contributi come dipendente io possa esserne esonerato.

Mi rendo conto essere un caso un po' particolare e non comune.

Ringrazio in anticipo.

Lorenzo