Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: acquisto seconda auto professionista

  1. #1
    paoing è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    39

    Predefinito acquisto seconda auto professionista

    Cari colleghi, se un professionista ha ammortizzato completamente una prima auto e ne compra una seconda senza vendere la prima, per poter scaricare il 40% di iva e costi della seconda cosa deve fare? E' assolutamente necessario fare un'autofattura (pagando di conseguenza l'IVA e se l'acquisto è ante luglio 06 anche la plusvalenza) o esiste un'alternativa secondo voi? Se la prima auto è ormai completamente ammortizzata e si cominciano a dedurre solo i costi della seconda e non della prima è proprio obbligatorio estromettere la prima (o meglio.. non si può aspettare la vera vendita o magari la rottamazione)?
    Ultima modifica di paoing; 14-08-08 alle 05:51 PM

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da paoing Visualizza Messaggio
    Cari colleghi, se un professionista ha ammortizzato completamente una prima auto e ne compra una seconda senza vendere la prima, per poter scaricare il 40% di iva e costi della seconda cosa deve fare? E' assolutamente necessario fare un'autofattura (pagando di conseguenza l'IVA e se l'acquisto è ante luglio 06 anche la plusvalenza) o esiste un'alternativa secondo voi? Se la prima auto è ormai completamente ammortizzata e si cominciano a dedurre solo i costi della seconda e non della prima è proprio obbligatorio estromettere la prima (o meglio.. non si può aspettare la vera vendita o magari la rottamazione)?
    Suggerisco di:
    = autoconsumare la prima auto, che evidentemente ha più di quattro anni (al professionista non è consentito utilizzare più di una auto)
    = basta fare una fattura a se stesso e l'iva non è dovuta oppure è dovuta solo parzialmente (dipende da quanta iva è stata detratta al momento dell'acquisto)
    = le plusvalenze dei beni acquistati prima di luglio 2006 non sono tassabili

  3. #3
    pettirosso è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    684

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Suggerisco di:
    = autoconsumare la prima auto, che evidentemente ha più di quattro anni (al professionista non è consentito utilizzare più di una auto)
    = basta fare una fattura a se stesso e l'iva non è dovuta oppure è dovuta solo parzialmente (dipende da quanta iva è stata detratta al momento dell'acquisto)
    = le plusvalenze dei beni acquistati prima di luglio 2006 non sono tassabili
    quoto in pieno

  4. #4
    fringuel è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1

    Predefinito

    Il mio quesito è un po’ più articolato.
    Un libero professionista (ingegnere) con auto fuori ammortamento (2003); la moglie (biologa), pure con partita iva, ma senza possibilità di scaricare iva per il tipo di rapporto con l’azienda ospedaliera; la previsione di una chiusura per entrambi nel 2009 della partita iva; la probabile fondazione di una società per lui nel 2009; l’acquisto di una nuova vettura per esigenze contingenti di lei. A chi intestarla?
    Se a lui: possibilità di scaricare l’iva del nuovo, ma autoconsumo delle vecchia e quindi preclusione di scaricare le future spese su questa, magari superiori alla stessa agevolazione diretta sull’iva.
    Se a lei: impossibilità di scaricare l’iva, ma lui libero di scaricare la sua vecchia e magari trasferirla alla società.

    A mio avviso il gioco non vale la candela. Supponendo 10000 il costo del nuovo e 10000 il valore del vecchio, le cose diventano sostanzialmente equivalenti e quindi varrebbe comunque la pena di intestare a lei, per quanto impossibilitata sull’agevolazione iva.
    Una vostra opinione. Grazie

    Già che ci sono una ulteriore domanda.
    Possibile che non esistano regole di compensazione per due coniugi in separazione, dove lei rimane annualmente a credito di migliaia di euro nell’unico e lui sempre a debito di altrettanti?

  5. #5
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    La prima parte della domanda andrebbe analizzata ed approfondita. Non è semplice poter stabilire a chi intestarla e chi tra futuribile società e/o professionista abbia un maggior risparmio fiscale.

    Per quanto attiene alla situazione relativa all'impossibilità di compensazione tra coniugi mi rovi d'accordo. Credo sia necessario tornare al passato quando anche il vecchio modello 740 poteva essere presentato congiuntamente dai coniugi.

Discussioni Simili

  1. contabilizzazione acquisto auto professionista con finanziamento
    Di roberto.gallina nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31-05-13, 04:45 PM
  2. previdenza libero professionista con seconda attività
    Di eli85 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-02-13, 06:36 PM
  3. Acquisto nuova auto professionista
    Di pietrog80 nel forum Auto & autocarri
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-09-11, 03:21 PM
  4. seconda auto professionista
    Di francesco72 nel forum Auto & autocarri
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-03-10, 10:53 AM
  5. Seconda auto B&B
    Di massymessina nel forum Auto & autocarri
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-03-09, 03:07 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15