Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Ditta individuale. Auto uso promiscuo e Autocarro

  1. #1
    AS1948 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    2

    Exclamation Ditta individuale. Auto uso promiscuo e Autocarro

    Una ditta individuale che esercita commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari, ha acquistato di recente un furgone Ducato Fiat con il quale provvede alle consegne ai clienti. Contemporaneamente, per l'acquisizione degli ordini e per piccole consegne utilizza promiscuamente un'autovettura intestata alla titolare della ditta. E' possibile scaricare entrambi i costi dei due mezzi ? Naturalmente, per quanto riguarda l'autovettura, con i limiti previsti dalle norme vigenti.
    Ringrazio per le risposte che vorrete fornire e saluto cordialmente
    AS1948

  2. #2
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Si certo, il limite di deduzione di un solo mezzo vale per i professionisti e non per le imprese.


    Citazione Originariamente Scritto da AS1948 Visualizza Messaggio
    Una ditta individuale che esercita commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari, ha acquistato di recente un furgone Ducato Fiat con il quale provvede alle consegne ai clienti. Contemporaneamente, per l'acquisizione degli ordini e per piccole consegne utilizza promiscuamente un'autovettura intestata alla titolare della ditta. E' possibile scaricare entrambi i costi dei due mezzi ? Naturalmente, per quanto riguarda l'autovettura, con i limiti previsti dalle norme vigenti.
    Ringrazio per le risposte che vorrete fornire e saluto cordialmente
    AS1948

  3. #3
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Attenzione, l'auto presumo (rispetto alla risposta precedente) sia stata inserita tra i beni dell'azienda (Libro inventari e/o libro beni ammortizzabili), altrimenti a mio, parere, non si potrebbe dedurre neppure il 40% (che dal 2013 diviene 20%).

    Citazione Originariamente Scritto da AS1948 Visualizza Messaggio
    Una ditta individuale che esercita commercio all'ingrosso di prodotti non alimentari, ha acquistato di recente un furgone Ducato Fiat con il quale provvede alle consegne ai clienti. Contemporaneamente, per l'acquisizione degli ordini e per piccole consegne utilizza promiscuamente un'autovettura intestata alla titolare della ditta. E' possibile scaricare entrambi i costi dei due mezzi ? Naturalmente, per quanto riguarda l'autovettura, con i limiti previsti dalle norme vigenti.
    Ringrazio per le risposte che vorrete fornire e saluto cordialmente
    AS1948

  4. #4
    kascialon è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    110

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    Attenzione, l'auto presumo (rispetto alla risposta precedente) sia stata inserita tra i beni dell'azienda (Libro inventari e/o libro beni ammortizzabili), altrimenti a mio, parere, non si potrebbe dedurre neppure il 40% (che dal 2013 diviene 20%).
    secondo il mio parere invece, il bene deve essere iscritto a cespiti, solo se si vogliono dedurre gli ammortamenti (con rilevanza anche ai fini degli studi di settore). Altrimenti, se si deducono solo i costi di gestione non vi è l'obbligo dell'annotazione sul libro dei beni ammortizzabili. ciao

  5. #5
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Purtroppo, il cespite aziendale (tra cui le auto) si deve inserire nel libro inventari, mentre, invece, per le imprese in semplificata, nel registro dei beni ammortizzazibili.
    Tutto ciò sulla base dell'art. 65 del TUIR (DPR 917/1986).

    Citazione Originariamente Scritto da kascialon Visualizza Messaggio
    secondo il mio parere invece, il bene deve essere iscritto a cespiti, solo se si vogliono dedurre gli ammortamenti (con rilevanza anche ai fini degli studi di settore). Altrimenti, se si deducono solo i costi di gestione non vi è l'obbligo dell'annotazione sul libro dei beni ammortizzabili. ciao

  6. #6
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Infatti, l'utente scriveva della possibilità di dedurre le spese delle due auto, compreso quella individuale, se, quindi, intende farlo deve prima inserirla nel libro inventari o a secondo del tipo di contablità, nel registro dei beni ammortizzabili (art. 65 del TUIR).

    Citazione Originariamente Scritto da kascialon Visualizza Messaggio
    secondo il mio parere invece, il bene deve essere iscritto a cespiti, solo se si vogliono dedurre gli ammortamenti (con rilevanza anche ai fini degli studi di settore). Altrimenti, se si deducono solo i costi di gestione non vi è l'obbligo dell'annotazione sul libro dei beni ammortizzabili. ciao

  7. #7
    kascialon è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    110

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    Infatti, l'utente scriveva della possibilità di dedurre le spese delle due auto, compreso quella individuale, se, quindi, intende farlo deve prima inserirla nel libro inventari o a secondo del tipo di contablità, nel registro dei beni ammortizzabili (art. 65 del TUIR).
    Quindi Vincenzo, se io sono un imprenditore che uso l'auto vettura anche per la mia attività e sostengo costi di carburante e manutenzione, non posso dedurre tali costi se preventivamente non ho iscritto il mezzo tra i cespiti ammortizzabili? Giusto?

  8. #8
    AS1948 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Buona sera,
    innanzi tutto ringrazio tutti per le risposte ricevute.
    Quindi, se ho ben capito, l'autovettura (privata) deve essere inserita tra i cespiti aziendali come se fosse un conferimento valutandola a valore corrente di mercato.
    Dopo di chè si potrebbero scaricare i costi sempre considerandone la promiscuità dell'uso. Però, così facendo, l'auto in argomento verrebbe attratta nella sfera aziendale con tutte le eventuali conseguenze più negative che positive, anche se, trattandosi di ditta individuale, rientrerebbe già fra i beni che possono essere aggrediti in caso di dissesto.
    Sarà il caso di valutare con il cliente la fattibilità dell'operazione.
    Grazie e buona serata
    AS1948
    Sinceramente, non so se vale la pena

Discussioni Simili

  1. Ditta individuale: Auto propria o autocarro
    Di giorgia26 nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-01-13, 07:19 PM
  2. Autocarro da uso privato a ditta individuale...
    Di minalore nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 23-12-10, 09:13 AM
  3. Intromissione autocarro ditta individuale
    Di solero09 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-06-10, 10:36 AM
  4. spese utenze ditta individuale uso promiscuo
    Di conslavoro nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-09-09, 11:42 AM
  5. Auto ditta individuale
    Di TZN nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-10-08, 11:21 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15