Salve, vorrei un'informazione. Sono un lavoratore autonomo e ho partita iva aperta con il regime dei minimi (5%) nel 2014.
L'auto che uso è intestata a me come privato e l'ho acquistata prima di aprire la partita iva.
Per poter scaricare le spese relative all'auto come dovrei fare?
Il mio commercialista mi ha detto che dovrei apportarla in ditta (senza nessuna ma con solo una carta ad uso interno), scaricando anche il costo dell'auto stessa con il suo valore da usata. Ad esempio se il suo valore è 6000 euro scarico (al 50%) i 6000€ + le spese della benzina, bollo, assicurazione, meccanico, ecc.
Nel frattempo mi sono informato anche con il commercialista del mio ordine che mi ha detto che innanzitutto non posso scaricare niente quest'anno ma dovrei fare la predisposizione di un contratto di comodato dell’autovettura (da privato a professionista) con data certa al fine di dedurre il 50% delle spese di carburante/manutenzione da fare tramite raccomandata aperta.
Ho chiesto anche all'agenzia delle entrate che mi dice però che l'apporto dell'auto in ditta devo registrarlo all'agenzia delle entrate, pagando 200 euro e 2 marche da bollo e che comunque non posso scaricare il costo dell'auto visto che l'ho comprata prima di aprire partita iva.
A questo punto mi chiedo, ho sentito 3 professionisti diversi e mi hanno dato 3 risposte diverse.
Sapete dirmi qual è il procedimento corretto? Devo per forza scaricare anche il valore dell'auto o comunque non è che vado in grane se lo faccio?
Grazie.