Buongiorno a tutti!
Sono un architetto libero professionista; assieme ad altri tre colleghi si vorrebbe costituire una associazione finalizzata all'acquisizione di commesse da parte di pubbliche amministrazioni.
L'associazione avrebbe una propria partita iva utilizzata nei confronti delle amministrazioni ed al tempo stesso ognuno di noi continuerÓ a mantenere la propria.
Nonostante mi sia confrontato sul tema, per farmi un quadro completo con pro e contro dell'iniziativa, avrei bisogno di chiarimenti sui seguenti dubbi:
1) Per costituire l'associazione Ŕ necessario un atto pubblico o basta una scrittura privata?
2) A livello fiscale quanto si complica la redazione del mio studio di settore?
3) Gli introiti, evidentemente, saranno ripartiti in base ai lavori fatti per conto dell'associazione ed a quelli fatti per conto proprio.
4) Quali problemi possono sorgere con il mio studio di settore se, lavorando per l'associazione, non riuscissi ad avere lo stesso fatturato degli anni precedenti?
Insomma, non vado oltre, ma Ŕ ovvio che ho necessitÓ di qualche chiarimento...
Grazie per la disponibilitÓ!