Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Parere su modalità licenziamento

  1. #1
    sandra.liri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    4

    Predefinito Parere su modalità licenziamento

    Salve a tutti
    volevo chiederVi un parere sulle modalità con la quale è stato realizzato il mio licenziamento.
    Ero assunta presso una piccola impresa, con un numero di dipendenti <15, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ccnl metalmeccanico, a partire da luglio '98.
    Ho appena finito il periodo di astensione facoltativa per maternità, l'azienda si trova in difficoltà economiche, mi viene prospettato il licenziamento.
    Il datore di lavoro mi informa telefonicamente il giorno 4 agosto che è stata inviata la comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro al centro per l'impiego, con decorrenza 31.07.08. Poi mi manda via mail la copia dell'ultima busta paga, dove trovo il tfr ma senza indennità di mancato preavviso. Alla mia richiesta di questo, mi viene detto che se voglio il preavviso revoca il licenziamento e il preavviso vado a farlo in azienda (è possibile?)
    Nel frattempo avevo mandato comunicazione di malattia, a decorrere dal 31.07.08 e continuata fino al 15.09.
    Cosa ne pensate di questa procedura? Se il licenziamento viene revocato, cosa succede al periodo intercorrente tra la data di comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro e la revoca?
    A me cosa conviene fare?

    Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
    Sandra Liri

  2. #2
    missturtle è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    Hai capito il furbetto
    1) se ha gia fatto comunicazione di licenziamento come può revocarla ora?!
    2) quando il dipendente è in malattia non può essere licenziato
    3) vai dai sindacati e fatti pagare il mancato preavviso
    Il mancato preavviso è una penale che il datore di lavoro deve riconoscere al lavoratore nel caso di licenziamento "su due piedi"
    Lui ti ha risposto che, se lo vuoi, te lo devi guadagnare?! io non tornerei a lavorare per il periodo di preavviso. Non firmare nulla che dichiari che rinunci al preavviso e fai una bella vertenza! Di solito difendo i datori di lavoro ma stavolta NO! Ah! Auguri per il/la nuovo/a arrivato/a

  3. #3
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sandra.liri Visualizza Messaggio
    Salve a tutti
    volevo chiederVi un parere sulle modalità con la quale è stato realizzato il mio licenziamento.
    Ero assunta presso una piccola impresa, con un numero di dipendenti <15, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ccnl metalmeccanico, a partire da luglio '98.
    Ho appena finito il periodo di astensione facoltativa per maternità, l'azienda si trova in difficoltà economiche, mi viene prospettato il licenziamento.
    Il datore di lavoro mi informa telefonicamente il giorno 4 agosto che è stata inviata la comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro al centro per l'impiego, con decorrenza 31.07.08. Poi mi manda via mail la copia dell'ultima busta paga, dove trovo il tfr ma senza indennità di mancato preavviso. Alla mia richiesta di questo, mi viene detto che se voglio il preavviso revoca il licenziamento e il preavviso vado a farlo in azienda (è possibile?)
    Nel frattempo avevo mandato comunicazione di malattia, a decorrere dal 31.07.08 e continuata fino al 15.09.
    Cosa ne pensate di questa procedura? Se il licenziamento viene revocato, cosa succede al periodo intercorrente tra la data di comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro e la revoca?
    A me cosa conviene fare?

    Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
    Sandra Liri
    In quello che racconti non sono riuscito a trovare nemmeno un procedimento corretto....
    D'altronde intuisco che si è stati assai poco corretti da entrambe le parti, quindi nessuno se la prenda a male....

    Ora dovresti farci capire cosa ti interessa fare fare, potresti in alternativa sia invalidare il licenziamento, sia ottenere l'indennità di preavviso!
    In entrambi i casi tuttavia non ti resta che avviare le procedure per una vertenza
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  4. #4
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio
    ... intuisco che si è stati assai poco corretti da entrambe le parti, quindi nessuno se la prenda a male..
    Tanto per sapere, ( ) ma.. precisamente la tua intuizione circa la poca correttezza di sandra da dove trae origine?
    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

  5. #5
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da f.p Visualizza Messaggio
    Tanto per sapere, ( ) ma.. precisamente la tua intuizione circa la poca correttezza di sandra da dove trae origine?

    .... da qualcosa del genere.....
    "Nel frattempo avevo mandato comunicazione di malattia, a decorrere dal 31.07.08 e continuata fino al 15.09."

    ... mi sembra di aver già visto in qualche circostanza questa successione: maternità obbligatoria, seguita da quella facoltativa, dalla malattia, dal recupero ferie, da una improvvisa sopravvenuta malattia del bambino, nel frattempo con il marito ci si è ridati da fare, pertanto nuova maternità, ovviamente con complicazioni fin dal giorno del concepimento per una errata manovra in fase di....
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  6. #6
    Erica65 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    27

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sandra.liri Visualizza Messaggio
    Salve a tutti
    volevo chiederVi un parere sulle modalità con la quale è stato realizzato il mio licenziamento.
    Ero assunta presso una piccola impresa, con un numero di dipendenti <15, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ccnl metalmeccanico, a partire da luglio '98.
    Ho appena finito il periodo di astensione facoltativa per maternità, l'azienda si trova in difficoltà economiche, mi viene prospettato il licenziamento.
    Il datore di lavoro mi informa telefonicamente il giorno 4 agosto che è stata inviata la comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro al centro per l'impiego, con decorrenza 31.07.08. Poi mi manda via mail la copia dell'ultima busta paga, dove trovo il tfr ma senza indennità di mancato preavviso. Alla mia richiesta di questo, mi viene detto che se voglio il preavviso revoca il licenziamento e il preavviso vado a farlo in azienda (è possibile?)
    Nel frattempo avevo mandato comunicazione di malattia, a decorrere dal 31.07.08 e continuata fino al 15.09.
    Cosa ne pensate di questa procedura? Se il licenziamento viene revocato, cosa succede al periodo intercorrente tra la data di comunicazione della cessazione del rapporto di lavoro e la revoca?
    A me cosa conviene fare?

    Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.
    Sandra Liri
    Il licenziamento "per fatti concludenti" non è valido, oltretutto risulterebbe NULLO fino al compimento di un anno di età del bambino!!!!! Se il tuo bambino non ha ancora compiuto un anno e sei disponibile a riprendere servizio bene, altrimenti devi dare tu le dimissioni e ti verrà riconosciuto il preavviso.
    Auguroni!

  7. #7
    sandra.liri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Grazie a tutti per avermi risposto.
    Una piccola premessa: ho mandato il certificato di malattia perchè non avevo più ricevuto comunicazioni da parte dell'azienda (chiusa per ferie nel frattempo) e pensavo che si volesse far decorrere del tempo dalla comunicazione di cessazione del rapporto in modo da potermi licenziare per giusta causa (assenza dal posto di lavoro), in quanto le ferie maturate erano state finite.
    Nessuna intenzione di infornare bebè nel frattempo...tranquilli...
    Il mio bambino ha già compiuto un anno, e quindi sono perfettamente licenziabile...
    Il problema è che rientrare a lavorare, in questo clima diventa molto pesante (pensate che alla richiesta del preavviso mi sono state date le seguenti risposte: preavviso? ma ti avevo pre-avvisata del resto della situazione...non abbiamo soldi...e poi la definitiva: vieni a lavorarlo...).
    Un procedimento legale mi spaventa:
    1. per i costi
    2. per i tempi
    3. e se l'azienda nel frattempo dovesse chiudere, non è che ci vado a rimettere?
    Che fare?

    IAM mi scrivi
    Ora dovresti farci capire cosa ti interessa fare fare, potresti in alternativa sia invalidare il licenziamento, sia ottenere l'indennità di preavviso!

    Mi spieghi meglio?

    Grazie ancora
    Sandra

  8. #8
    missturtle è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,166

    Predefinito

    Se non te la senti di tornare a lavorare (ti capisco benissimo) l'unica soluzione è aprire una vertenza.
    I costi sono quasi inesistenti se ti rivolgi ai sindacati (l'unico costo è la tessera di iscrizione), prenderanno una percentuale di quello che ti verrà riconosciuto.
    I tempi sono abbastanza circoscritti. In genere si tratta senza arrivare alla causa vera e propria. Qualche mese diciamo.

  9. #9
    sandra.liri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Grazie missturtle ancora una volta sia per avermi risposto sia per la solidarietà mostratami.
    E' una situazione molto logorante, da cui vorrei uscire al più presto, ma essere proprio calpestate a questo modo fa molta rabbia...
    Avendo avuto esperienza di affidamenti a legali (cause civili), mi sono fatta l'idea che si spende tanto, si perde tanto tempo e poi alla fine ci guadagnano solo gli avvocati. Proverò a ritornare alla carica con l'imprenditore, nel frattempo sondo un pò i costi del sindacato. La vertenza tramite sindacato prende meno tempo? Mi potresti spiegare come avviene?Grazie ancora

  10. #10
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sandra.liri Visualizza Messaggio
    IAM mi scrivi
    Ora dovresti farci capire cosa ti interessa fare fare, potresti in alternativa sia invalidare il licenziamento, sia ottenere l'indennità di preavviso!

    Mi spieghi meglio?

    Grazie ancora
    Sandra
    Se hai interesse esclusivamente a vederti monetizzato il preavviso, e non vuoi rischiare lungaggini costose, ti consiglio di recarti presso un qualsiasi patronato di zona, con una modesta contribuzione al tuo datore di lavoro sarà presentato un conteggio con le spettanze non percepite ed un invito a regolarizzare. In tal modo cominci a valutare la "reazione" del tuo datore di lavoro, per poi decidere (sulla scorta di rabbia o di convenienza economica) le eventuali procedure successive. Per esperienza, solitamente il datore di lavoro a tali inviti provvede a regolarizzare la propria posizione, nel timore di dover intraprendere una vera e propria vertenza e/o transazione che farebbe lievitare di gran lunga pretese e costi.

    Oppure potresti "impugnare" il licenziamento e pretendere di effettuare lavorativamente il periodo di preavviso.
    Ma credo di capire che non hai questo interesse e quindi non mi dilungherò sui motivi per i quali tale azione potrebbe risultare conveniente!
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. parere su ticket licenziamento
    Di mapellone nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-11-13, 07:05 PM
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-03-13, 11:26 PM
  3. parere ASL
    Di pfad nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-08-09, 10:46 AM
  4. Parere su modalità licenziamento
    Di sandra.liri nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-09-08, 04:57 PM
  5. Parere
    Di Contabile nel forum Altri argomenti
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-04-08, 06:08 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15