Salve a tutti,
mi chiamo Angelo e sono nuovo del forum.
Vi ringrazio anticipatamente per la collaborazione, il mio quesito è:
Sono stato assunto in data fine maggio con contratto a progetto di 6 mesi e retribuzione stabilita in 1000 + 200 euro di rimborso spese da erogare in tranches mensili.
Il mese scorso ricevo una proposta migliore che mi dà la possibilità di riavvicinarmi a casa e accetto.
Come da clausole contrattuali presento le dimissioni in data 26/08 con un preavviso di 30 giorni il quale mi viene accettato e firmato. Un settimana dopo vengo convocato dai superiori dicendomi che il progetto è momentaneamente in fase di stallo (premetto che fino al mattino della convocazione ci stavo lavorando su) e che questi ultimi giorni posso trascorrerli a casa, in giro o dove meglio credo (una sorta di ferie forzate se possiamo chiamarla cos&#236.
Quello che chiedo a voi esperti...in questa situazione ho diritto all'intero stipendio del mese di settembre visto che le mie dimissioni terminano il 26/09 e che dal 05/09 mi hanno reso noto lo stallo del progetto?
Nel caso di non pagamento posso fare ricorso per vie legali per farmi pagare?
Io ho comunque dato la mia disponibilità a lavorare durante questi ultimi 30 giorni e questa loro presa di posizione mi sembra più una manovra scorretta che una reale situazione lavorativa.
Grazie della consulenza a voi tutti.
Saluti, Angelo