Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: assunzione in s.a.s. di coniuge socio accomandante

  1. #1
    ga.sa. è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    47

    Predefinito assunzione in s.a.s. di coniuge socio accomandante

    Salve a tutti vorrei esporvi il mio problema.
    Ho una s.a.s. dove gli unici due soci al 50% sono marito e
    mogli e precisamente: socio amministratore è il marito, mentre la
    moglie socio accomandante.. Vorrei sapere se è possibile assumere
    la moglie socio accomandante con contratto di lavoro subordinato,
    oppure pensate che l'inps mi crea qualche problema?? Inoltre vorrei
    sapere se il costo è interamente deducibile ai fini I.R.P.E.F.
    Già che ci sono vi pongo l'ultimo quesito, posso usufruire seCondo
    voi dei benefici della L 407/90?????

  2. #2
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ga.sa. Visualizza Messaggio
    Salve a tutti vorrei esporvi il mio problema.
    Ho una s.a.s. dove gli unici due soci al 50% sono marito e
    mogli e precisamente: socio amministratore è il marito, mentre la
    moglie socio accomandante.. Vorrei sapere se è possibile assumere
    la moglie socio accomandante con contratto di lavoro subordinato,
    oppure pensate che l'inps mi crea qualche problema?? Inoltre vorrei
    sapere se il costo è interamente deducibile ai fini I.R.P.E.F.
    Già che ci sono vi pongo l'ultimo quesito, posso usufruire seCondo
    voi dei benefici della L 407/90?????
    tra i miei clienti ho una SAS che tra i dipendenti (10) ha anche 2 soci accomandanti... tale società è in vita in tale forma da ormai oltre 20 anni e ha subito di recente anche una verifica dell'agenzia delle entrate senza che su questo aspetto sia stato eccepito alcunché. Quindi... direi che lo puoi fare.

  3. #3
    TUTTO LAVORO è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    131

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ga.sa. Visualizza Messaggio
    Salve a tutti vorrei esporvi il mio problema.
    Ho una s.a.s. dove gli unici due soci al 50% sono marito e
    mogli e precisamente: socio amministratore è il marito, mentre la
    moglie socio accomandante.. Vorrei sapere se è possibile assumere
    la moglie socio accomandante con contratto di lavoro subordinato,
    oppure pensate che l'inps mi crea qualche problema?? Inoltre vorrei
    sapere se il costo è interamente deducibile ai fini I.R.P.E.F.
    Già che ci sono vi pongo l'ultimo quesito, posso usufruire seCondo
    voi dei benefici della L 407/90?????
    Una sas può assumere i soci accomandanti, nel tuo caso trattandosi di soci esclusivamente familiari, potrebbe essere messa in dubbio la subordinazione, a parer mio sicuramente, quindi considerata un'assunzione di comodo.

  4. #4
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da TUTTO LAVORO Visualizza Messaggio
    Una sas può assumere i soci accomandanti, nel tuo caso trattandosi di soci esclusivamente familiari, potrebbe essere messa in dubbio la subordinazione, a parer mio sicuramente, quindi considerata un'assunzione di comodo.
    nel caso che ho citato io i soci accomandanti in effetti lvorano in azienda e percepiscono regolare stipendio secondo CCNL... comunque non capisco quale danno potrebbe lamentare l'inps

  5. #5
    ga.sa. è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    47

    Predefinito

    grazie mille ora ho più chiare le idee!!!!

  6. #6
    aquila è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    39

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ga.sa. Visualizza Messaggio
    grazie mille ora ho più chiare le idee!!!!
    Ti riporto un estratto della circolare INPS 179/89
    "...1) Rapporto di lavoro prestato nell'ambito di imprese individuali, società di persone e studi professionali
    Nei casi in cui i soggetti del rapporto denunciato da imprese individuali o studi professionali siano coniugi, parenti entro il 3° grado ed affini entro il 2° grado conviventi del datore di lavoro, il rapporto si presume gratuito e quindi escluso dall'obbligo assicurativo, senza necessità di accertamenti da parte dell'Istituto, se le parti non forniscono prove "rigorose", cioè non soltanto formali, ma convincenti nel loro complesso, dell'onerosità del rapporto stesso e della sua natura subordinata."
    Come vedi in via teorica potrebbe esistere un rapporto di lavoro dipendente fra coniugi, in pratica non supera nessun controllo poichè di norma nei rapporti di coniugio vi è il presupposto della gratuità della prestazione. L'esempio citato da altri, in cui soci accomandanti sono dipendenti, non è calzante con il tuo caso. Difatti quello che impedisce il rapporto di lavoro subordinato non è l'essere socio (in una sas l'accomandante è un mero socio di capitale) ma bensì il rapporto di coniugio.
    saluti

  7. #7
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aquila Visualizza Messaggio
    Ti riporto un estratto della circolare INPS 179/89
    "...1) Rapporto di lavoro prestato nell'ambito di imprese individuali, società di persone e studi professionali
    Nei casi in cui i soggetti del rapporto denunciato da imprese individuali o studi professionali siano coniugi, parenti entro il 3° grado ed affini entro il 2° grado conviventi del datore di lavoro, il rapporto si presume gratuito e quindi escluso dall'obbligo assicurativo, senza necessità di accertamenti da parte dell'Istituto, se le parti non forniscono prove "rigorose", cioè non soltanto formali, ma convincenti nel loro complesso, dell'onerosità del rapporto stesso e della sua natura subordinata."
    Come vedi in via teorica potrebbe esistere un rapporto di lavoro dipendente fra coniugi, in pratica non supera nessun controllo poichè di norma nei rapporti di coniugio vi è il presupposto della gratuità della prestazione. L'esempio citato da altri, in cui soci accomandanti sono dipendenti, non è calzante con il tuo caso. Difatti quello che impedisce il rapporto di lavoro subordinato non è l'essere socio (in una sas l'accomandante è un mero socio di capitale) ma bensì il rapporto di coniugio.
    saluti

    hai ragione ma ancora non capisco una cosa
    chi sarebbe danneggiato dal fatto che il marito decida di assumere alle proprie dipendenze la moglie o i figli? e quindi in quale occasione l'imprenditore dovrebbe dimostrare che il rapporto (di lavoro) è oneroso e subordinato? ed inoltre nel momento in cui sono versati regolarmente imposte e contributi ciò non sarebbe sufficiente a dimostrare ciò?

    p.s.
    nel caso da me citato i soci accomandanti sono dipendentie figli dell'imprenditore

  8. #8
    ale.c è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    22

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aquila Visualizza Messaggio
    Ti riporto un estratto della circolare INPS 179/89
    "...1) Rapporto di lavoro prestato nell'ambito di imprese individuali, società di persone e studi professionali
    Nei casi in cui i soggetti del rapporto denunciato da imprese individuali o studi professionali siano coniugi, parenti entro il 3° grado ed affini entro il 2° grado conviventi del datore di lavoro, il rapporto si presume gratuito e quindi escluso dall'obbligo assicurativo, senza necessità di accertamenti da parte dell'Istituto, se le parti non forniscono prove "rigorose", cioè non soltanto formali, ma convincenti nel loro complesso, dell'onerosità del rapporto stesso e della sua natura subordinata."
    ma allora, una persona può lavorare nell'attività del coniuge (oppure genitori, figli) senza dover pagare l'inps? allora che figura ha il collaboratore?

  9. #9
    sala è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    468

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ale.c Visualizza Messaggio
    ma allora, una persona può lavorare nell'attività del coniuge (oppure genitori, figli) senza dover pagare l'inps? allora che figura ha il collaboratore?
    tendenzialmente quando un coniuge lavora all'interno di una attività del rispettivo coniuge i suoi contributi "inps " si sommano a quelli del titolare che 4volte l'anno versa entrambi i contributi.
    Secondo me, parlandosi di sas, la situazione è ancora più pericolosa per via del discorso della responsabilità del marito e della "non responsabilità " della moglie se non per le quote versate.
    Già, in caso di contestazioni, sarebbe difficile dimostrare che la moglie non sapeva nulla della gestione del marito, se poi la assumi come dipendente ...................caso concreto: debiti . anche la moglie risponderebbe.
    riguardo all'inquadramento come dipendente l'inps non lo accetta.

  10. #10
    ale.c è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    22

    Predefinito

    ho un'altra domanda: se non mi sbaglio per quanto riguarda l'INPS per i commercianti, si paga una quota fissa annuale per i redditi fino a una cifra vicina ai 13.500, oltre questa soglia si paga la quota fissa più una percentuale intorno al 20% sul reddito.Quello che vorrei sapere è questo:
    1) la percentuale è relativa al reddito eccedente il reddito minimo oppure è una percentuale riferita all'intero reddito? (esempio: se ho un reddito di 20.000 euro, oltre alla quota fissa, pago un 20% di 20.000 oppure il 20% di *20.000-13500*?)
    2) se ho una snc, qual è la soglia minima per cui i soci non devono pagare altro inps oltre alla quota base?(faccio un esempio.snc con 2 soci al 50%,reddito snc di 20.000, quindi reddito di ciascuno di 10.000, inferiore a 13.500: i soci devono pagare il supplemento?)
    Mi scuso per i dati non precisi e per la mia ignoranza in materia, e anche per essere uscito un po' fuori tema.Grazie a chiunque mi risponderà!

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Socio Accomandante
    Di Pachiderma nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 18-04-19, 08:16 AM
  2. Assunzione Socio Accomandante
    Di giovannidiana nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-08-11, 11:10 AM
  3. socio accomandante s.a.s.
    Di Piero nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 24-02-10, 08:37 AM
  4. Socio accomandante
    Di ros nel forum Altri argomenti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-05-09, 11:44 AM
  5. socio accomandante
    Di roby nel forum Diritto Societario
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 19-12-07, 08:25 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15