Buongiorno
mi viene proposto da una Ditta Individuale, operante nel settore impianti riscaldamento, raffreddamento, opere evacuazione fumi, impianti idrici, vendita ingrosso macchine e arredi bar, di diventare loro Responsabile Tecnico al fine di potersi iscrivere alla CCIAA. Sono nelle condizioni di poter accettare di svolgere il suddetto compito ai fini del D.M. 37/08.
Ho dei dubbi e perciò vi chiedo lumi sui seguenti punti:
1) La mia responsabilità è limitata ai progetti presentati e alle certificazioni rilasciate (firma e timbro) oppure a tutte le opere eseguite dalla associante fosse anche la mera sostituzione di un rubinetto?
2) Se nel contratto faccio porre una clausola di negata mia partecipazione ad eventuali perdite dell'associante, detta clausola è valida ai sensi dell'art, 2553 C.C.? Pertanto non corro rischi di rimetterci denaro?
3) Oltre alla percentuale sugli incassi è possibile far prevedere in contratto un minimo quale anticipo spese senza incorrere in presupposti tentativi di evadere assunzioni?
Grazie per l'aiuto. Lorenzo11


C'è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia. (Oscar Wilde)