Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Prestazione occasionale professionista

  1. #1
    LadyMarmot Guest

    Question Prestazione occasionale professionista

    So che l'argomento è già stato trattato, ho letto tutte le relative discussioni ma ho trovato posizioni discordanti e ancora non ho le idee chiare...

    Un professionista con partita IVA, iscritto alla gestione separata INPS, esegue in via assolutamente occasionale una prestazione che nulla ha a che vedere con i codici delle attività professionali esercitate abitualmente, per un importo di 250 euro.

    Mi pare che l'interpretazione più gettonata sia che non può emettere fattura in quanto l'attività non è assimilabile a quelle per le quali ha la partita IVA, quindi dovrà emettere ricevuta per prestazione occasionale, senza IVA e con ritenuta 20%.
    Nel caso specifico, si dovrebbe quindi emettere una ricevuta per €312,50, con ritenuta al 20% (62,5€) e questo importo andrà a finire nel quadro RL dell'UNICO (attività occasionali di lavoro autonomo).
    È corretto? Perchè c'è stato qualcuno che invece ha sostenuto la possibilità, e addirittura l'opportunità di emettere fattura...

    E rispetto ai contributi previdenziali?
    Il compenso non va assoggettato a contributi INPS in quanto occasionale (inferiore a € 5.000 e a 30 gg/anno), oppure l'importo concorre all'imponibile INPS? E in questo caso, si può applicare al cliente il diritto di rivalsa contributiva del 4%?

    Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi a chiarire la situazione

  2. #2
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LadyMarmot Visualizza Messaggio
    So che l'argomento è già stato trattato, ho letto tutte le relative discussioni ma ho trovato posizioni discordanti e ancora non ho le idee chiare...

    Un professionista con partita IVA, iscritto alla gestione separata INPS, esegue in via assolutamente occasionale una prestazione che nulla ha a che vedere con i codici delle attività professionali esercitate abitualmente, per un importo di 250 euro.

    Mi pare che l'interpretazione più gettonata sia che non può emettere fattura in quanto l'attività non è assimilabile a quelle per le quali ha la partita IVA, quindi dovrà emettere ricevuta per prestazione occasionale, senza IVA e con ritenuta 20%.
    Nel caso specifico, si dovrebbe quindi emettere una ricevuta per €312,50, con ritenuta al 20% (62,5€) e questo importo andrà a finire nel quadro RL dell'UNICO (attività occasionali di lavoro autonomo).
    È corretto? Perchè c'è stato qualcuno che invece ha sostenuto la possibilità, e addirittura l'opportunità di emettere fattura...

    E rispetto ai contributi previdenziali?
    Il compenso non va assoggettato a contributi INPS in quanto occasionale (inferiore a € 5.000 e a 30 gg/anno), oppure l'importo concorre all'imponibile INPS? E in questo caso, si può applicare al cliente il diritto di rivalsa contributiva del 4%?

    Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi a chiarire la situazione
    Non vedo perché una prestazione che non rientra nel campo di esercizio della mia professione, in ossequoio ad presunto principio di attrazione, debba considerarsi a latere della attività tipica e quindi oggetto di fatturazione.
    Ergo, solo notula per prestazione occasionale ex art. 2222 cc
    "Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui" E. Pound

  3. #3
    ale.rix è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    431

    Predefinito

    deve essere chiaro però che si tratta di attività di completamente estranea alla propria attività professionale....magari con un contrattino che esplicita l'attività esercitata

  4. #4
    LadyMarmot Guest

    Predefinito

    • attività oggetto della prestazione: speaker ad un evento relativo alla lotta contro il cancro (di fatto si tratta del rimborso delle spese di viaggio)
    • attività professionale: consulenza organizzativa e sviluppo software

    Credo che la semplice descrizione nella ricevuta sia sufficiente a chiarire l'estraneità rispetto all'attività professionale.

    Confermata la scelta della ricevuta, mi sapete dire qualcosa per quanto riguarda l'aspetto contributivo?

  5. #5
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Wink

    Citazione Originariamente Scritto da LadyMarmot Visualizza Messaggio
    • attività oggetto della prestazione: speaker ad un evento relativo alla lotta contro il cancro (di fatto si tratta del rimborso delle spese di viaggio)
    • attività professionale: consulenza organizzativa e sviluppo software

    Credo che la semplice descrizione nella ricevuta sia sufficiente a chiarire l'estraneità rispetto all'attività professionale.

    Confermata la scelta della ricevuta, mi sapete dire qualcosa per quanto riguarda l'aspetto contributivo?
    Se il compenso supera la soglia dei 5.000 euro nasce l'obbligo dell'iscrizione alla gs inps e la conseguente trattenuta previdenziale; in caso contrario la notula rilasciata dal percipiente prevederà soltanto la ritenuta a titolo di acconto irpef del 20%.
    "Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui" E. Pound

  6. #6
    LadyMarmot Guest

    Predefinito

    La soglia dei 5.000 euro non viene assolutamente raggiunta, ma il dubbio nasce proprio dal fatto che il professionista è già iscritto alla
    gestione separata per la sua attività "normale".
    Questo compenso dovrà confluire nell'imponibile per il calcolo dei contributi INPS oppure rientrando nell'ambito dell'occasionalità non è soggetto a contribuzione?

  7. #7
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LadyMarmot Visualizza Messaggio
    La soglia dei 5.000 euro non viene assolutamente raggiunta, ma il dubbio nasce proprio dal fatto che il professionista è già iscritto alla
    gestione separata per la sua attività "normale".
    Questo compenso dovrà confluire nell'imponibile per il calcolo dei contributi INPS oppure rientrando nell'ambito dell'occasionalità non è soggetto a contribuzione?
    quadro RL non RE...
    "Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui" E. Pound

Discussioni Simili

  1. Prestazione occasionale
    Di manli02 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-06-12, 10:18 AM
  2. prestazione occasionale
    Di marius_77 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-02-11, 10:05 AM
  3. prestazione occasionale> 5.000
    Di sasergio nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14-01-11, 07:05 PM
  4. Professionista-prestazione occasionale
    Di PROFES nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-12-09, 09:40 AM
  5. prestazione occasionale
    Di fg83 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-02-09, 05:37 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15