considerando le istruzioni operative dettate dalla circolare inail 66/2008, per l'amministratore unico che svolge solo l'attività di amministratore senza compenso (e senza utilizzare il computer!) deve essere fatta la dna di inizio rischio?

dalla circolare 66/2008:
c) Socio-amministratore :Il socio-amministratore che, in qualità di socio "dipendente funzionale" della società, esercita manualmente un'attività rischiosa8 è da assicurare9. In presenza di attività già assicurata in relazione alla qualità di socio, non rileva lo svolgimento delle funzioni di amministratore.
Le istruzioni diramate debbono ritenersi attualmente valide solo per il socio che partecipa materialmente al lavoro manuale per conto e nell'interesse della società.
Per il socio lavoratore addetto ad attività di sovrintendenza, invece, ai fini dell'insorgenza dell'obbligo assicurativo, deve essere dimostrata l'esistenza di un rapporto di lavoro subordinato, oltre, naturalmente, all'esistenza del requisito oggettivo connesso alle attività rischiose.11
d) Socio-Amministratore unico.
In analogia a quanto esposto nelle lettere precedenti, anche il socio-amministratore-unico che presta una delle attività rischiose previste dal Testo Unico12 è tenuto all'assicurazione obbligatoria Inail13 purché egli:
• presti un'opera manuale, partecipando materialmente al lavoro della società
ovvero
• sovrintenda al lavoro altrui, senza partecipare materialmente al processo produttivo, ma solo se venga accertata la sussistenza di un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato con la compagine sociale.