Buon pomeriggio a tutti. Avrei un dubbio da chiarire in merito ad una lavoratrice dipendente che presta la propria attività mediante utilizzo di attrezzatura dotata di videoterminale.

La situazione: lavoratrice impiegata II livello CCNL Pulizie, Servizi Integrati/Multiservizi. Orario di lavoro: 8:30 - 13:00 / 15:00 - 18:30. Mansioni: scannerizzazione, visualizzazione a terminale, salvataggio ed archiviazione telematica di cartelle cliniche.
Pausa intermedia giornaliera: 10 minuti la mattina alle ore 11.00 (recuperati il pomeriggio lavorando 10 minuti in + e non retribuiti).

Disposizioni Legislative: i lavoratori addetti a videoterminali in modo sistematico o abituale, per 20 ore o + settimanali, hanno diritto, qualora svolgano tale attività per per almeno 4 ore consecutive, ad una pausa, stabilita nelle modalità dalla contrattazione collettiva (in mancanza di disposizioni negoziali , la pausa è di 15 minuti ogni 120 minuti e viene considerata orario di lavoro e deve essere retribuita).

Quesito: la lavoratrice secondo voi ha diritto alla tutela sopra menzionata e cioè quella spettante al lavoratore addetto a videoterminale?

Secondo me si, ma mi scatta un dubbio: la pausa mattutina di 10 minuti non retribuita (spettante per legge secondo D.Lgs 66/2003) che il datore di lavoro fa osservare alle ore 11:00, interrompe la consecutività delle 4 ore lavorate a videoterminale facendo decadere il diritto alle pause retribuite spettanti ogni 2 ore? (infatti osservando l'orario di lavoro si può notare come, in tal caso, non ci sarebbero più almeno 4 ore lavorate in maniera ininterrotta)
OPPURE
la lavoratrice, lavorando per più di 4 ore giornaliere (8H) e per 40 gg. alla settimana, a videoterminale avrebbe diritto, non ad una pausa di 10 minuti retribuita (normale pausa) bensì alle pause retribuite previste per le lavoratrici addette a videoterminale?

Grazie in anticipo per l'aiuto