In base al CCNL dei metalmeccanici (piccola industria) ai dipendenti in trasferta spetta un'indennità forfettaria volta a risarcire le spese sostenute per pernottamenti e pasti. Inoltre sempre per espressa previsione del CCNL, le predette indennità non sono erogate nel caso in cui risulti in modo inconfutabile che il lavoratore non ha sopportato spese nell'interesse del datore di lavoro relative al pernottamento ed ai pasti. Tutto cị premesso un datore di lavoro paga direttamente il vitto e l'alloggio dei dipendenti in trasferta e quindi non è obbligato ad erogare l'indennità di trasferta come da CCNL nel contempo, peṛ, eroga in busta paga ad ogni dipendente in trasferta € 15,00 al giorno. Quest'ultimo importo pụ essere considerato sempre un'indennità di trasferta e quindi non tassato ai sensi dell'art. 51, comma 5 del TUIR?