Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Lavoratore italiano all'estero

  1. #1
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito Lavoratore italiano all'estero

    Devo assumere un dipendente per una ditta (SRL) con sede in italia ma che andrà a lavorare all'estero, precisamente in Francia, quindi stato U.E.

    Cercando informazioni su internet ho trovato qualcosa che riguarda il cosiddetto distacco del lavoratore, che in deroga al principio generale di territorialità, prevede in base al regolamento CEE n. 1408/71 (artt. dal 14 al 17) e in base alla maggior parte delle convenzioni internazionali di sicurezza sociale, l'esonero contributivo (nel paese in cui si va a lavorare) per i lavoratori distaccati e la doppia imposizione ai fini fiscali se il lavoro dura per più di 183 giorni, salvo poi calcolare un "credito d'imposta" per le imposte pagate all'estero.

    Però mi sorge un dubbio: questa normativa riguarda tutti i lavoratori con residenza italiana, assunti da ditta italiana che vanno a lavorare all'estero (Paese U.E.) (e quindi lavoratori che continuano comunque a lavorare direttamente per l'azienda presso la quale sono stati assunti ma in "trasferta") o solo lavoratori che essendo stati assunti da un'azienda italiana vengono distaccati all'estero (paesi U.E.) presso un altra impresa?

    Nel primo caso non è che magari si può parlare di semplice Trasferta estera...e non complicarsi la vita?
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  2. #2
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    In merito alla tematica dei lavoratori inviati all'estero avrei altri quesiti da porre...ma visto lo scarso successo del primo, chiedo semplicemente se c'è qui sul formum qualcuno che abbia affrontato questo tema, in modo tale da poterlo contattare, magari anche telefonicamente.

    Grazie mille
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  3. #3
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    In merito alla tematica dei lavoratori inviati all'estero avrei altri quesiti da porre...ma visto lo scarso successo del primo, chiedo semplicemente se c'è qui sul formum qualcuno che abbia affrontato questo tema, in modo tale da poterlo contattare, magari anche telefonicamente.

    Grazie mille
    PAAAATTYYYYYY MA COME!!!!!! un up da te?
    Proprio Tu quoque, Brute, fili mi!!!!!

    se magari provi a formulare una domanda più diretta forse qualcosa posso provare a scriverla anche io!

    Intanto non ho capito se ti riferisci ad una trasferta, un distacco od un trasferimento.
    Poi fammi capire qual'è la prima domanda (poi magari passiamo anche alle altre )
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  4. #4
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio
    PAAAATTYYYYYY MA COME!!!!!! un up da te?
    Proprio Tu quoque, Brute, fili mi!!!!!

    se magari provi a formulare una domanda più diretta forse qualcosa posso provare a scriverla anche io!

    Intanto non ho capito se ti riferisci ad una trasferta, un distacco od un trasferimento.
    Poi fammi capire qual'è la prima domanda (poi magari passiamo anche alle altre )

    Non è un up iam...

    Infatti avevo scritto proprio per questo motivo che visto che non c'era stata risposta al primo quesito volevo solo chiedere se c'era qualcuno che si occupava di questa casistica....

    Allora visto che vuoi provare, provo anche io a fare domande più dirette (l'altra sera ero in pieno studio e ancora non avevo capito nemmeno io se si trattava di trasferta, trasferimento o distacco!....l'argomento è proprio complesso!)

    Un'azienda italiana che si occupa di vigilanza deve assumere un dipendente che si occuperà della vigilanza di una villa privata. Ora però il problema sta nel fatto che la villa si trova in francia.

    Avendo oggi le idee un pochino più chiare credo che non si tratta di distacco, perchè il distacco prevede che il lavoratore venga impiegato presso un altro datore di lavoro, giusto?

    Quindi resterebbe il trasferimento e la trasferta. La trasferta però è valida per brevi periodi di tempo, giusto? Il contratto di lavoro qui sarebbe minimo un anno, rinnovabile per un anno. Quindi non so quanto possa rientrare come trasferta.

    Il trasferimento invece riguarda proprio il cambiamento definitivo della sede e forse è quello a noi più vicino, visto che il dipendente viene assunto appositamente per svolgere questo lavoro. Il problema con il trasferimento è che bisogna stipulare un contratto estero (come si fa?)

    E in questo caso il dipendente è soggetto alla legislazione francese o italiana?

    E per l'inail? bisogna aprire una posizione in francia, visto che la legislazione italliana valida solo per lavori che vengono svolti all'estero per un periodo inferiore ai 12 mesi?

    E l'Inps?

    Attendo notizie, grazie iam!
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  5. #5
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    Non è un up iam...
    nun ce provà....

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio

    Un'azienda italiana che si occupa di vigilanza deve assumere un dipendente che si occuperà della vigilanza di una villa privata. Ora però il problema sta nel fatto che la villa si trova in francia.

    Avendo oggi le idee un pochino più chiare credo che non si tratta di distacco, perchè il distacco prevede che il lavoratore venga impiegato presso un altro datore di lavoro, giusto?

    Quindi resterebbe il trasferimento e la trasferta. La trasferta però è valida per brevi periodi di tempo, giusto? Il contratto di lavoro qui sarebbe minimo un anno, rinnovabile per un anno. Quindi non so quanto possa rientrare come trasferta.

    Il trasferimento invece riguarda proprio il cambiamento definitivo della sede e forse è quello a noi più vicino, visto che il dipendente viene assunto appositamente per svolgere questo lavoro. Il problema con il trasferimento è che bisogna stipulare un contratto estero (come si fa?)

    E in questo caso il dipendente è soggetto alla legislazione francese o italiana?

    E per l'inail? bisogna aprire una posizione in francia, visto che la legislazione italliana valida solo per lavori che vengono svolti all'estero per un periodo inferiore ai 12 mesi?

    E l'Inps?

    Attendo notizie, grazie iam!
    Dunque, effettivamente c'è un po di confusione.
    Intanto se il contratto è a tempo determinato io mi giocherei in qualsiasi caso l'opzione "trasferta" perchè ti permette di mantenere l'applicazione normativa e contrattuale italiana. La trasferta è tale quando è determinabile con certezza il rientro lavorativo in Italia, non necessariamente per periodi brevi come dici tu!

    Il distacco non c'entra nulla, il trasferimento invece ti obbliga alla legislazione sociale francese solo nel caso si superino i 12 mesi (che tuttavia possono essere prorogati di ulteriori 12 ed in alcuni casi particolari addirittura di ulteriori 48 mesi)
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  6. #6
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio
    Intanto se il contratto è a tempo determinato io mi giocherei in qualsiasi caso l'opzione "trasferta" perchè ti permette di mantenere l'applicazione normativa e contrattuale italiana. La trasferta è tale quando è determinabile con certezza il rientro lavorativo in Italia, non necessariamente per periodi brevi come dici tu!
    Perfetto! Infatti era la soluzione che stavo valutando. L'assunzione però dovrebbe essere fatta a tempo indeterminato, o può essere fatto a tempo determinato, quindi solo per la durata del lavoro (12 mesi + eventuali altri 12 mesi visto che anche il contratto a tempo determinato è prorogabile per una volta)?

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio
    Il distacco non c'entra nulla,
    Mi trovo d'accordissimo!

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio
    Il trasferimento invece ti obbliga alla legislazione sociale francese solo nel caso si superino i 12 mesi (che tuttavia possono essere prorogati di ulteriori 12 ed in alcuni casi particolari addirittura di ulteriori 48 mesi)
    Si, però il trasferimento lo vedo più complicato della trasferta. Tuttavia mi rimane il dubbio dell'Inail, perchè io avevo pensato di denunciare solo una nuova (ulteriore) sede di lavoro e continuare regolarmente a pagare i premi in italia. Ma alll'inail, sentiti telefonicamente, mi hanno risposto che la denuncia nuovo lavoro, per sede all'estero, può essere fatta solo per periodi inferiori all'anno (quindi max 11 mesi) altrimenti bisogna aprire una posizione estera e rifarsi alla legislazione del paese sede dei lavori.

    (Da premettere che l'impiegato che mi ha risposto era molto scortese e con fare alquanto saccente...non è che mi fidi poi molto...)
    Ultima modifica di Patty76; 17-12-09 alle 08:40 AM
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  7. #7
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    Perfetto! Infatti era la soluzione che stavo valutando.

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio

    Mi trovo d'accordissimo!
    allora che hai proposto a fare il thread?



    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    Tuttavia mi rimane il dubbio dell'Inail,
    se opti per il trasferimento, come ho scritto prima, hai la possibilità di mantenere la legislazione sociale (quindi anche l'INAIL) per 12 mesi (non capisco perchè dovrebbero essere 11 come ti hanno detto) fra l'altro di regola facilmente prorogabili per egual periodo (se sussistono le motivazioni del caso). Ma questa ovviamente rappresenta una deroga al principio di territorialità che sancisce l'obbligo di assicurare i lavoratori secondo norma dello Stato dove si svolge l'attività lavorativa.
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  8. #8
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Si lo so che è una deroga.

    E il post l'ho scritto per avere conforto da qualcuno scusa. Ha ragionarci da sola avrei potuto anche sbagliare. E poi è sempre molto utile confrontarsi sul forum, visto che presso gli enti ne sanno meno dell'ultimo tirocinante...

    Guarda, ti assicuro che quando devo chiedere informazioni all'inail o all'inps...mi viene da piangere in anticipo...almeno qui a roma...

    Il problema è che poi le pratiche le devi presentare a loro...un dramma!!!
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  9. #9
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    E il post l'ho scritto per avere conforto da qualcuno scusa.
    Hey Patty.... io scherzavo ovviamente (ormai sai bene com'è Iam )

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    E poi è sempre molto utile confrontarsi sul forum
    sicuramente, è questo lo spirito del forum no?


    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio


    visto che presso gli enti ne sanno meno dell'ultimo tirocinante...

    Guarda, ti assicuro che quando devo chiedere informazioni all'inail o all'inps...mi viene da piangere in anticipo...almeno qui a roma...
    E questo lo sottoscrivo in pieno.... e ti assicuro che non è un problema solo di Roma
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

Discussioni Simili

  1. italiano, reddito estero
    Di ocram nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 06-06-13, 04:38 PM
  2. Italiano residente estero iscritto AIRE e telelavoro con l'Italia per ditta italiana
    Di edgarbangkok nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-02-13, 10:06 AM
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-10-11, 02:30 PM
  4. Cittadino italiano residente estero
    Di e.ma nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-12-10, 10:34 AM
  5. Lavoratore Italiano in Olanda
    Di Nemo-Ra nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-07-10, 12:51 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15