Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29

Discussione: Sgravi contributivi ex L. 407/90 art. 8 co. 9

  1. #1
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Question Sgravi contributivi ex L. 407/90 art. 8 co. 9

    Ove l'assunzione di un lavoratore con i requisiti di cui alla legge in oggetto, venga assunto dal medesimo d.l. prima a termine e in un secondo momento a t.i., mediante conversione dell'unico contratto, si producono gli effetti della legge in discorso, ove il suo reddito non ecceda la soglia di esenzione da imposizione fiscale? Oppure è necessario che l'assunzione sia ab origine a t.i., come sostengono alcuni interpreti della norma? Attendo pareri...

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da URBE74 Visualizza Messaggio
    Ove l'assunzione di un lavoratore con i requisiti di cui alla legge in oggetto, venga assunto dal medesimo d.l. prima a termine e in un secondo momento a t.i., mediante conversione dell'unico contratto, si producono gli effetti della legge in discorso, ove il suo reddito non ecceda la soglia di esenzione da imposizione fiscale? Oppure è necessario che l'assunzione sia ab origine a t.i., come sostengono alcuni interpreti della norma? Attendo pareri...
    Mi è capitato un caso simile qualche giorno fa.
    Il locale CPI mi ha passato l'assunzione a tempo determinato, senza agevolazioni, garantendo che il contratto può essere successivamente trasformato in contratto a tempo indeterminato. Alla data di trasformazione, se il dipendente non ha superato la soglia di reddito prevista, verranno concesse le agevolazioni delle 407/90 in quanto spettanti soltanto ai lavoratori a tempo indeterminato.

    Ciao

  3. #3
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Predefinito

    stituto Nazionale della Previdenza Sociale

    Banche dati documentali

    Inps Servizi


    Banche dati documentali

    Messaggio numero 20607 del 30-5-2005.htm

    Direzione Centrale

    delle Entrate Contributive
    Roma, 30-5-2005

    Messaggio n. 20607

    OGGETTO:


    Ritrasmissione messaggio n. 20399 del 27-5-2005 avente ad oggetto: Assunzioni agevolate ex lege n. 407/1990 e obbligo di riassunzione ex art. 6, c. 4 del D.lgs n. 297/2002.





    Si ritrasmette il testo del messaggio n. 20399 del 27-5-2005 che, al quartultimo capoverso, conteneva un errore di trascrizione.





    L’articolo 8, c. 9 della legge n. 407/1990, come noto, prevede la concessione di taluni incentivi in favore di tutti i privati datori di lavoro e degli Enti pubblici economici, in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno ventiquattro mesi ovvero sospesi dal lavoro e beneficiari del trattamento straordinario di integrazione salariale da un periodo uguale a quello suddetto.



    Ai fini dell’accesso alle agevolazioni contributive il legislatore, ha previsto due ordini di requisiti, che devono essere posseduti rispettivamente dai lavoratori e dai datori di lavoro:



    - i lavoratori devono essere disoccupati da almeno 24 mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di trattamento CIGS dallo stesso periodo.

    - i datori di lavoro non devono assumere in sostituzione di lavoratori per qualsiasi causa licenziati o sospesi.



    Fra questi ultimi non sono compresi quelli che si dimettono e quelli assunti a termine, i cui contratti si risolvono alla prevista scadenza.

    La norma non precisa quale sia l’arco temporale di riferimento ai fini dell’eventuale sostituzione.

    D’intesa con il Ministero del Lavoro si era, quindi, ritenuto che esso dovesse essere rapportato ai dodici mesi immediatamente precedenti, in considerazione, anche, delle disposizioni in materia di riduzioni o sospensioni di personale di cui all’articolo 15, c. 6 della legge n. 264/1949.

    Tale ultima disposizione, tuttavia, è stata successivamente modificata dall’articolo 6, c. 4 del D.lgs. n. 297/2002, che ha provveduto a dimezzare il termine annuale.

    Conseguentemente, il Ministero del Lavoro ha di recente manifestato il proprio orientamento di rivedere il criterio sinora seguito nella prassi amministrativa, adeguandolo al vigente termine di sei mesi, previsto in materia di riduzione del personale successivamente all’entrata in vigore del D.lgs n. 297/2002.

    In conformità, quindi, con gli indirizzi ministeriali, si ritiene possibile ammettere alle agevolazioni contributive in argomento i datori di lavoro che procedano alle relative assunzioni di personale una volta decorsi sei mesi dalla cessazione dei precedenti rapporti di lavoro.

    Resta confermato, ovviamente, il rispetto delle altre condizioni di accesso.

    Al riguardo appare utile ribadire che, in _base_ alla lettera della norma, l'assunzione deve essere a tempo indeterminato (anche part time) sin dall’origine.

    Come peraltro già affermato nel Messaggio n. 19018 del 7 dicembre 1999, la fattispecie dell'assunzione con contratto a tempo determinato e successiva trasformazione a tempo indeterminato del rapporto, infatti, mentre trova espressa disciplina nella legge n. 223/1991, non è contemplata dalla legge n. 407/1990.





    Il Direttore centrale

    Craca

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da URBE74 Visualizza Messaggio
    stituto Nazionale della Previdenza Sociale
    Banche dati documentali
    Inps Servizi
    Banche dati documentali
    Messaggio numero 20607 del 30-5-2005.htm
    Direzione Centrale
    delle Entrate Contributive
    Roma, 30-5-2005
    Messaggio n. 20607
    OGGETTO:
    Ritrasmissione messaggio n. 20399 del 27-5-2005 avente ad oggetto: Assunzioni agevolate ex lege n. 407/1990 e obbligo di riassunzione ex art. 6, c. 4 del D.lgs n. 297/2002.
    Si ritrasmette il testo del messaggio n. 20399 del 27-5-2005 che, al quartultimo capoverso, conteneva un errore di trascrizione.
    L’articolo 8, c. 9 della legge n. 407/1990, come noto, prevede la concessione di taluni incentivi in favore di tutti i privati datori di lavoro e degli Enti pubblici economici, in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno ventiquattro mesi ovvero sospesi dal lavoro e beneficiari del trattamento straordinario di integrazione salariale da un periodo uguale a quello suddetto.
    Ai fini dell’accesso alle agevolazioni contributive il legislatore, ha previsto due ordini di requisiti, che devono essere posseduti rispettivamente dai lavoratori e dai datori di lavoro:
    - i lavoratori devono essere disoccupati da almeno 24 mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di trattamento CIGS dallo stesso periodo.
    - i datori di lavoro non devono assumere in sostituzione di lavoratori per qualsiasi causa licenziati o sospesi.
    Fra questi ultimi non sono compresi quelli che si dimettono e quelli assunti a termine, i cui contratti si risolvono alla prevista scadenza.
    La norma non precisa quale sia l’arco temporale di riferimento ai fini dell’eventuale sostituzione.
    D’intesa con il Ministero del Lavoro si era, quindi, ritenuto che esso dovesse essere rapportato ai dodici mesi immediatamente precedenti, in considerazione, anche, delle disposizioni in materia di riduzioni o sospensioni di personale di cui all’articolo 15, c. 6 della legge n. 264/1949.
    Tale ultima disposizione, tuttavia, è stata successivamente modificata dall’articolo 6, c. 4 del D.lgs. n. 297/2002, che ha provveduto a dimezzare il termine annuale.
    Conseguentemente, il Ministero del Lavoro ha di recente manifestato il proprio orientamento di rivedere il criterio sinora seguito nella prassi amministrativa, adeguandolo al vigente termine di sei mesi, previsto in materia di riduzione del personale successivamente all’entrata in vigore del D.lgs n. 297/2002.
    In conformità, quindi, con gli indirizzi ministeriali, si ritiene possibile ammettere alle agevolazioni contributive in argomento i datori di lavoro che procedano alle relative assunzioni di personale una volta decorsi sei mesi dalla cessazione dei precedenti rapporti di lavoro.
    Resta confermato, ovviamente, il rispetto delle altre condizioni di accesso.
    Al riguardo appare utile ribadire che, in _base_ alla lettera della norma, l'assunzione deve essere a tempo indeterminato (anche part time) sin dall’origine.
    Come peraltro già affermato nel Messaggio n. 19018 del 7 dicembre 1999, la fattispecie dell'assunzione con contratto a tempo determinato e successiva trasformazione a tempo indeterminato del rapporto, infatti, mentre trova espressa disciplina nella legge n. 223/1991, non è contemplata dalla legge n. 407/1990.
    Il Direttore centrale
    Craca
    Tante parole (dell'INPS) per così poco ?

    Alla scadenza del contratto a tempo determinato il dipendente cessa.
    Dopo qualche giorno viene riassunto a tempo indeterminato con le agevolazioni.

  5. #5
    URBE74 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    449

    Predefinito

    Così facendo, tuttavia, c'è il rischio che in sede di ispezione (del lavoro) si eccepisca sulla legittimità dell'accesso all'istituto...con cordialità.

  6. #6
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Mi è capitato un caso simile qualche giorno fa.
    Il locale CPI mi ha passato l'assunzione a tempo determinato, senza agevolazioni, garantendo che il contratto può essere successivamente trasformato in contratto a tempo indeterminato. Alla data di trasformazione, se il dipendente non ha superato la soglia di reddito prevista, verranno concesse le agevolazioni delle 407/90 in quanto spettanti soltanto ai lavoratori a tempo indeterminato.

    Ciao
    Buongiorno

    "Ripesco" questo post per chiedere conferma che effettivamente - allo spirare del termine del contratto - siano poi stati concessi i benefici rinvenienti dalla Legge 407/90!!

    Grazie!
    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

  7. #7
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Buongiorno!

    Nessun parere... precedente esperienza ... intuizione...

    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

  8. #8
    jahred Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da f.p Visualizza Messaggio
    Buongiorno!

    Nessun parere... precedente esperienza ... intuizione...

    mmmmm... vediamo un po..
    Non mi è mai capitato comunque pur se la norma parla di assunzione a tempo indeterminato, ritengo legittima la trasformazione a tempo indeterminato ai fini di tale requisito. In sostanza la finalità dell'istituto di agevolare l'instaurazione di un rapporto di lavoro durevole è in questo modo comunque garantita.
    Ovviamente il rapporto a tempo determinato, per la durata o per l'importo dei compensi, non deve pregiudicare i requisiti di disoccupazione previsti. Ciao.

  9. #9
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jahred Visualizza Messaggio
    mmmmm... vediamo un po..
    Non mi è mai capitato comunque pur se la norma parla di assunzione a tempo indeterminato, ritengo legittima la trasformazione a tempo indeterminato ai fini di tale requisito. In sostanza la finalità dell'istituto di agevolare l'instaurazione di un rapporto di lavoro durevole è in questo modo comunque garantita.
    Ovviamente il rapporto a tempo determinato, per la durata o per l'importo dei compensi, non deve pregiudicare i requisiti di disoccupazione previsti. Ciao.
    Intanto grazie per il parere!! ... e, quindi, cerchiamo di "complicare" un pochetto il quadro!!

    il datore ha assunto a tempo determinato per sostituzione (maternità) una dipendente, la quale ha i requisiti per la L.407/90.
    Essendo la stessa ancora nel periodo di prova avrei immaginato di risolvere - per mancato superametno della prova - il contratto a tempo determinato, o far rassegnare le dimissioni alla dipendente ed assumerla ex novo (altra mansione) con L.407.

    Ci vedi qualche impedimento??
    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

  10. #10
    jahred Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da f.p Visualizza Messaggio
    Intanto grazie per il parere!! ... e, quindi, cerchiamo di "complicare" un pochetto il quadro!!

    il datore ha assunto a tempo determinato per sostituzione (maternità) una dipendente, la quale ha i requisiti per la L.407/90.
    Essendo la stessa ancora nel periodo di prova avrei immaginato di risolvere - per mancato superametno della prova - il contratto a tempo determinato, o far rassegnare le dimissioni alla dipendente ed assumerla ex novo (altra mansione) con L.407.

    Ci vedi qualche impedimento??
    Forse.
    Pur avendo i requisiti per l'assunzione con l.407/90 il dubbio è sulla cessazione del rapporto a t.d. e la riassunzione.
    Infatti per un ispettore che effettui un accertamento sarebbe facile individuare che la dipendente era stata assunta in sostituzione di maternità, dimessasi e riassunta, seppur con altra agevolazione non preclusa, ma sempre in sostituzione sostanziale della stessa dipendente in maternità.
    Ne pregiudicherebbe sia la correttezza delle dimissioni a t.d. che la successione agevolazione contributiva.
    Infatti lo stesso art. 8 comma 9 della l.407/90 dispone che per fruire delle agevolazioni l'assunzione a t.i. non deve riguardare lavoratori licenziati o sospesi per qualsiasi motivo.
    Tale ultima locuzione ritengo si possa adattare anche alla dipendente che in maternità è sospesa dal lavoro.

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. possibilità di comulo di sgravi contributivi
    Di corrado75 nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-01-13, 08:21 AM
  2. sgravi fiscali e contributivi zona L'AQUILA
    Di claudiopat nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-05-11, 10:49 AM
  3. csc 11507 sgravi contributivi
    Di Neoo nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14-03-11, 08:47 PM
  4. Autorizzazioni INPS x sgravi contributivi
    Di f.p nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 08-01-09, 09:33 AM
  5. L.407-Sgravi contributivi
    Di pircar nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-10-08, 02:49 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15