Un datore di lavoro italiano con filiale all'estero decide di chiudere la sede estera disponendo il trasferimento del dipendente in Italia. Nella lettera con cui comunica tale decisione non precisa nŔ i tempi nŔ le mansioni nŔ il luogo ove dovrÓ essere trasferito il dipendente, ma anzi chiede a quest'ultimo di pianificarlo. Vale come valido trasferimento?

Grazie