Avrei bisogno di un gentile consiglio dagli esperti in consulenza del lavoro,

1) degli imgiegati effettuano da anni l'orario 7.30-13.30 saltando dei pomeriggi, pertanto vi chiedo se unilateralmente il datore possa cambiare l'orario da 8.00 a 12.00 pretendendo che gli impiegati non saltino piu i pomeriggi ??? .....oppure si incappa in un diritto aquisito ???

2) la decisione di quando effettuare le ferie come deve essere ripartita tra impiegati e datore ???

Grazie della vostra gentilezza.


PS. sarebbero anche graditi eventuali riferimenti normativi.