Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: lavoro autonomo e contratto a progetto

  1. #1
    nic
    nic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    436

    Predefinito lavoro autonomo e contratto a progetto

    Un mio nuovo cliente medico si è specializzato da poco.
    Ina passato ha effettuato una collaborazione con una ASL che, prima che si specializzasse, era inquadrata in un contratto a progetto.
    Ora che si è specializzato, il medico, in vista di altre proposte di lavoro, vuole aprire la Partita IVA.
    Chiedo: l'apertura della P.IVA è incompatibile con il lavoro a progetto che la ASL è in procinto di rinnovargli?
    Dalle mie conoscenze, mi risulta che il lavoro a progetto non è a priori incompatibile con l'apertura della partita IVA e con lo svolgimento di attività di lavoro autonomo; ma se l'attività svolta nel contratto a progetto ha la stessa natura ed oggetto dell'attività svolta come libero professionista, allora sorge l'incompatibilità ed anche il lavoro svolto come co.co.pro. rientra in quello di lavoro autonomo.
    Pertanto, anche l'attività svolta come co.co.pro. rientrerà nel reddito da lavoro autonomo, si dovrà adempiere a tutti gli obblighi previsti anche dalla normativa IVA e la ASL non dovrà più emettere la busta paga e il CUD.
    Siete d'accordo?

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nic Visualizza Messaggio
    Un mio nuovo cliente medico si è specializzato da poco.
    Ina passato ha effettuato una collaborazione con una ASL che, prima che si specializzasse, era inquadrata in un contratto a progetto.
    Ora che si è specializzato, il medico, in vista di altre proposte di lavoro, vuole aprire la Partita IVA.
    Chiedo: l'apertura della P.IVA è incompatibile con il lavoro a progetto che la ASL è in procinto di rinnovargli?
    Dalle mie conoscenze, mi risulta che il lavoro a progetto non è a priori incompatibile con l'apertura della partita IVA e con lo svolgimento di attività di lavoro autonomo; ma se l'attività svolta nel contratto a progetto ha la stessa natura ed oggetto dell'attività svolta come libero professionista, allora sorge l'incompatibilità ed anche il lavoro svolto come co.co.pro. rientra in quello di lavoro autonomo.
    Pertanto, anche l'attività svolta come co.co.pro. rientrerà nel reddito da lavoro autonomo, si dovrà adempiere a tutti gli obblighi previsti anche dalla normativa IVA e la ASL non dovrà più emettere la busta paga e il CUD.
    Siete d'accordo?
    Sono d'accordo, anche in relazione a quanto previsto dal comma 2 dell'art.5 del dpr 633/72 che esclude dall'assoggettamento ad iva soltanto i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e non quelli a progetto.

    Ciao

  3. #3
    nic
    nic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    436

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo, anche in relazione a quanto previsto dal comma 2 dell'art.5 del dpr 633/72 che esclude dall'assoggettamento ad iva soltanto i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e non quelli a progetto.

    Ciao
    Quindi, volendo approfondire: da un punto di vista giuridico, il contratto a progetto sarà sempre valido per regolamentare il rapporto di lavoro, ma vi dovrà essere specificato che alla prestazione del medico sarà applicata la normativa IVA e verrà effettuata la ritenuta di acconto. Inoltre, essendo il medico iscritto all'Enpam non sarà più necessaria l'iscrizione ed il versamento alla gestione separata dell'INPS.
    Grazie, saluti
    Ultima modifica di nic; 21-11-07 alle 12:06 PM

  4. #4
    nic
    nic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    436

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nic Visualizza Messaggio
    Quindi, volendo approfondire: da un punto di vista giuridico, il contratto a progetto sarà sempre valido per regolamentare il rapporto di lavoro, ma vi dovrà essere specificato che alla prestazione del medico sarà applicata la normativa IVA e verrà effettuata la ritenuta di acconto. Inoltre, essendo il medico iscritto all'Enpam non sarà più necessaria l'iscrizione ed il versamento alla gestione separata dell'INPS.
    Grazie, saluti
    Nonostante che, nel caso specifico la ASL sia intenzionata a rinnovare il contratto nella forma giuridica precedente, cioè il contratto a progetto o, comunque, la collaborazione coordinata e continuativa, mi sembra che questa fattispecie (professionista con P.IVA iscritto ad un albo professionale), dopo un'attenta analisi, sia inquadrabile da un punto di vista contrattuale nel contratto d'opera che, quindi, escluderà definitivamente dalla contribuzione INPS alla gestione separata nella misura ridotta del 16%.
    Altrimenti, rimanendo nella forma del contratto a progetto, sarebbe comunque dovuto oltre al contributo Enpam anche il 16% alla gestione parasubordinati dell'INPS.

Discussioni Simili

  1. Contratto a progetto + lavoro occasionale: è possibile?
    Di Falc0nero nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 30-07-14, 11:16 AM
  2. Busta paga contratto di lavoro a progetto
    Di MGRAZIA.I nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-12-12, 02:55 PM
  3. Lavoro autonomo vs progetto
    Di Lory_Style86 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-11-10, 08:45 PM
  4. contratto di lavoro autonomo occasionale
    Di cicio81 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-05-10, 08:28 AM
  5. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10-11-08, 11:57 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15