Beh susate se nel titolo sono stato poco chiaro, ma è molto complicato quello che vorrei esporre:
Sono un lavoratore a progetto per una banca, le mie condizioni sono disumane perché sono costretto a dover rispettare rigidissimi orari la mattina 7.00, che nonostante tutto fanno procedere le mie attività ben oltre le fantomatiche 8 ore costringendomi spesso ad uscire da lavoro anche dopo le 21, complice un team leader che non ha altro a fare che arrivare alle 11, e fare i suoi comodi.
Ultimamente mi è stato proposto da un'altra azienda un contratto da dipendente a tempo determinato.
Trovandomi a dover abbandonare il lavoro dai ritmi disumani per intenderci sto 7 ore davanti ad un pc 30 minuti di pranzo perché poi il capo chiama e altre 6 ore e mezza davanti al pc.
Voglio chiedere è possibile fare una lettera di dimissioni che chieda di continuare a corrispondere il pagamento mensile fino a scadenza contratto?
Le mie considerazioni sono le seguenti mi impegno a non impugnare il contratto a progetto(anche se ci sono le basi) e considerando che sono un insubordinato comunico la mia assenza fino a scadenza del contratto(4 mesi), che per altro non intendo rinnovare?
Mi potreste aiutare a redigere una lettera di dimissione che tocchi gli argomenti descritti
Grazie, ciao

Ps da contratto prevede un preavviso di 30 giorni per il recesso ma io tecnicamente voglio solo far valere i diritti di un cocopro non recedere il contratto