Ho alcune cose da chiedere.

-TFR. da un recente decreto ho letto che in caso di fallimento dell'azienda il TFR è in ogni caso garantito anche se sotto i 50 dipendenti, vorrei alcune conferme da voi.

-Forme pensionistiche complementari, tutti convinti che quelli chiusi costino di meno ok, ma i fondi di categoria prevedono anche l'iscrizione ai sindacati che sono soldini lordi al mese che ti detraggono.. allora in fin dei conti i costi non sono piu piu vantaggiosi... (tralasciamo i "vantaggi" del sindacato.. parliamo solo di costi..) quando ero iscritto mi trattenevano 13-15€ lordi dalla busta mensile... moltiplicato per 12 sono 170€... più le varie spese che eventualmente ci sono dei fondi chiusi (oltretutto non avevo completamnte gratis nepure il 730, ma va beh)... ma io con 15€ annui me la cavo con un fondo aperto...

-c'è la paura che iscrivendosi a un fondo aperto le quote oscillino a tal punto che vado in perdita del mio TFR? (non essendoci una garanzia..)anche in un comparto molto prudente..parlo del mio in questione, ovvero Previdenza Sanpaolo che investe oltre il 70% in fondi monetari o obbligazionari in Euro, non è mai avvenuto fin'ora in 6 anni però... sapete com'è.. mi mancano 35 anni di lavoro... non sono cosi sicuro di lasciarlo in azienda, specialmente se non so se finirò la mia carriera li