Buongiorno, la societÓ Y riceve dalla DPL il 03.03.2011 un verbale unico di accertamento per un accesso ispettivo del Febbraio 2009 a seguito del quale si rileva che un lavoratore regolarizzato part-time di fatto svolge il tempo pieno. Si diffida, pertanto, a versare la differ.za contributi INPS e INAIL.
Tra le fonti di prova: solo la dichiarazione del lavoratore e il contratto di lavoro.
L'Allegato G NON riporta gli importi, perci˛ non Ŕ dato sapere quanto bisogna versare a mezzo F24.
Tutela: ricorso a Comitato Regionale per i rapporti di lavoro presso la DRL o Organi Istituzionali Inps ai sensi della L. 88/89.

Ebbene, mi chiedo:
-a chi devo ricorrere??? Comitato Provinciale (o Regionale??) INPS competente?
- L'allegato G non dovrebbe riportare gli importi??? Non Ŕ giÓ per questo annullabile/nullo??
- Le fonti di prova non sono in realtÓ meri indizi (vista la sola dichiarazione del lavoratore interessato) e per tale ragione impugnabile?
GRazie mille per l'aiuto.