Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Malattia e congedi parentali

  1. #1
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    90

    Predefinito Malattia e congedi parentali

    Ritenete possibile che un lavoratore dipendente possa usufruire di congedi parentali non usufruiti dalla moglie, in luogo della malattia, ad evitare che il periodo di comporto termini?

    Grazie

  2. #2
    jahred è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    180

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fiabeschi Enrico Visualizza Messaggio
    Ritenete possibile che un lavoratore dipendente possa usufruire di congedi parentali non usufruiti dalla moglie, in luogo della malattia, ad evitare che il periodo di comporto termini?

    Grazie
    In linea teorica è possibile, anche se sarebbe consigliato che il dipendente riprendesse a lavorare qualche giorno prima di usufruire di tali congedi, al fine di evitare l'utilizzo elusivo degli stessi.
    Ad ogni modo se i rapporti sono buoni, il dipendente molto probabilmente potrà richiedere anche un aspettativa non retribuita per malattia (in quanto diversi contratti collettivi lo prevedono) al fine di prolungare tale periodo.
    Questo anche in considerazione del fatto che comunque qualora dovesse godere di congedi parentali questi, quasi certamente, non saranno retribuiti.
    In alternativa il dipendente può richiedere un periodo di assegnazione ferie per prolungare il periodo di comporto, alla cui richiesta il datore potrebbe opporsi solo per valide motivazioni.

  3. #3
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jahred Visualizza Messaggio
    In linea teorica è possibile, anche se sarebbe consigliato che il dipendente riprendesse a lavorare qualche giorno prima di usufruire di tali congedi, al fine di evitare l'utilizzo elusivo degli stessi.
    Ad ogni modo se i rapporti sono buoni, il dipendente molto probabilmente potrà richiedere anche un aspettativa non retribuita per malattia (in quanto diversi contratti collettivi lo prevedono) al fine di prolungare tale periodo.
    Questo anche in considerazione del fatto che comunque qualora dovesse godere di congedi parentali questi, quasi certamente, non saranno retribuiti.
    In alternativa il dipendente può richiedere un periodo di assegnazione ferie per prolungare il periodo di comporto, alla cui richiesta il datore potrebbe opporsi solo per valide motivazioni.
    Chiarissimo, ti ringrazio molto!

Discussioni Simili

  1. congedi parentali
    Di guerinomaione nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-11-11, 09:45 AM
  2. Malattia > 180 gg
    Di LORENZAM nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-09-10, 08:20 PM
  3. Congedi parentali legge 104
    Di Luca nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-07-10, 05:13 PM
  4. Astensione Facoltativa congedi parentali
    Di maioneg nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-03-10, 06:32 PM
  5. Congedi parentali collaboratori
    Di panteini nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-11-09, 05:02 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15