Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Maternità anticipata (interdizione)

  1. #1
    Alfonso78 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    1

    Predefinito Maternità anticipata (interdizione)

    Per motivi di salute (gravidanza a rischio - 11a settimana) mia moglie è stata "protetta" dal ginecologo e messa a riposo assoluto fino alla data presunta del parto.

    La procedura da noi adottata è stata:

    28.02.2012: Certificato medico redatto dal ginecologo;
    28.02.2012: Certificato medico trasmesso al datore di lavoro mediante fax;
    05.03.2012: Richiesta, presso l'Ispettorato del Lavoro di competenza, della maternità anticipata.

    Adesso devo trasmettere la predetta richiesta protocollata al datore di lavoro.

    E' sufficiente via fax o meglio con A/R?

    Fino ad oggi la nostra procedura è stata corretta?

    Devo segnalare e/o presentare qualcosa all'INPS?

    Le retribuzioni chi le effettuerà? Sempre la ditta o l'INPS?

    Scusate le troppe domande ma sembra una giungla.

  2. #2
    su.piroddi@tiscali.it è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    443

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alfonso78 Visualizza Messaggio
    Per motivi di salute (gravidanza a rischio - 11a settimana) mia moglie è stata "protetta" dal ginecologo e messa a riposo assoluto fino alla data presunta del parto.

    La procedura da noi adottata è stata:

    28.02.2012: Certificato medico redatto dal ginecologo;
    28.02.2012: Certificato medico trasmesso al datore di lavoro mediante fax;
    05.03.2012: Richiesta, presso l'Ispettorato del Lavoro di competenza, della maternità anticipata.

    Adesso devo trasmettere la predetta richiesta protocollata al datore di lavoro.

    E' sufficiente via fax o meglio con A/R?

    Fino ad oggi la nostra procedura è stata corretta?

    Devo segnalare e/o presentare qualcosa all'INPS?

    Le retribuzioni chi le effettuerà? Sempre la ditta o l'INPS?

    Scusate le troppe domande ma sembra una giungla.
    - ci pensa l'ispettorato del lavoro ad inviare al datore di lavoro l'accoglimento della domanda di maternità con evidenziato il periodo di interdizione dal lavoro.
    - la procedura è corretta ma dovete presentare la richiesta per la maternità anche all'Inps.
    - l'indennità di maternità viene anticipata dal datore di lavoro

  3. #3
    Neoo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    339

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alfonso78 Visualizza Messaggio
    Per motivi di salute (gravidanza a rischio - 11a settimana) mia moglie è stata "protetta" dal ginecologo e messa a riposo assoluto fino alla data presunta del parto.

    La procedura da noi adottata è stata:

    28.02.2012: Certificato medico redatto dal ginecologo;
    28.02.2012: Certificato medico trasmesso al datore di lavoro mediante fax;
    05.03.2012: Richiesta, presso l'Ispettorato del Lavoro di competenza, della maternità anticipata.

    Adesso devo trasmettere la predetta richiesta protocollata al datore di lavoro.

    E' sufficiente via fax o meglio con A/R?

    Fino ad oggi la nostra procedura è stata corretta?

    Devo segnalare e/o presentare qualcosa all'INPS?

    Le retribuzioni chi le effettuerà? Sempre la ditta o l'INPS?

    Scusate le troppe domande ma sembra una giungla.
    beh io direi sicuramente
    1. Certificato medico redatto dal ginecologo;
    2. Certificato medico trasmesso al datore di lavoro mediante fax;
    3. Convalida del Certificato medico redatto dal ginecologo presso gli uffici ASL
    4. Invio della documentazione in originale presso l'ispettore del lavoro anche con A/R

    per quanto riguarda il punto 4. in genere l'ispettorato si avvale di propria modulistica e come ti ha detto su.piroddi@tiscali.it con l'accogliemnto della domanda.

    Devo segnalare e/o presentare qualcosa all'INPS? No. Provvede la DPL

    Le retribuzioni chi le effettuerà? Sempre la ditta o l'INPS? La Ditta

  4. #4
    stef è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Scusate mi aggancio a questa discussione per un ulteriore chiarimento in merito all'interdizione anticipata per maternità.

    Il certificato del ginecologo porta la data del 10.04.
    La convalida dell'asl (dal 01.04 c'è stato un parziale trasferimento di competenze in merito dalla dpl all'asl) interverrà lunedì 16.04.

    L'effetto della convalida è retroattivo (dal 10.04) e quindi valido a giustificare l'assenza dal lavoro della dipendente nel periodo 10.04 -15.04? Oppure a copertura di tale periodo deve esserci un certificato di malattia?

  5. #5
    SMART SOLUTIONS è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    335

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stef Visualizza Messaggio
    L'effetto della convalida è retroattivo (dal 10.04) e quindi valido a giustificare l'assenza dal lavoro della dipendente nel periodo 10.04 -15.04? Oppure a copertura di tale periodo deve esserci un certificato di malattia?
    Fino a quando non ci sarà il documento definitivo della asl il periodo è coperto da malattia. Una volta acquisito il documento ufficiale della asl di interdizione il provvedimento assume valore retroattivo, dunque la maternità anticipata si intende partita dal 10.04

  6. #6
    stef è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SMART SOLUTIONS Visualizza Messaggio
    Fino a quando non ci sarà il documento definitivo della asl il periodo è coperto da malattia. Una volta acquisito il documento ufficiale della asl di interdizione il provvedimento assume valore retroattivo, dunque la maternità anticipata si intende partita dal 10.04
    La dipendente è in possesso di un certificato di malattia che la copre fino a domani 13.04. Deve quindi fare la continuazione del certificato di malattia fino al 16.04?
    Ma se l'effetto della convalida di maternità è retroattivo a cosa serve il certificato di malattia in questo periodo "transitorio"?

  7. #7
    SMART SOLUTIONS è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    335

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stef Visualizza Messaggio
    La dipendente è in possesso di un certificato di malattia che la copre fino a domani 13.04. Deve quindi fare la continuazione del certificato di malattia fino al 16.04?"?
    No non deve fare alcuna continuazione.


    Citazione Originariamente Scritto da stef Visualizza Messaggio
    Ma se l'effetto della convalida di maternità è retroattivo a cosa serve il certificato di malattia in questo periodo "transitorio"?
    Il certificato di malattia infatti non serve a nulla, ci sarebbe stato il periodo provvisorio di malattia anche senza l'apposito certificato.
    Serve solo per coprire una situazione appunto provvisoria.

  8. #8
    stef è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SMART SOLUTIONS Visualizza Messaggio
    Il certificato di malattia infatti non serve a nulla, ci sarebbe stato il periodo provvisorio di malattia anche senza l'apposito certificato.
    Serve solo per coprire una situazione appunto provvisoria.
    Grazie per i chiarimenti.

  9. #9
    Joel è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    252

    Predefinito

    Scusate ma avrei anche io diversi interrogativi in merito al periodo di interdizione anticipata dal lavoro:
    - nel caso la DPL dispone un periodo di interdizione anticipata la ditta corrisponde alla dipendente un'indennità uguale al periodo di astensione obbligatoria?
    - tale periodo si somma a quello di astensione obbligatoria (ad esempio se la DPL autorizza 2 mesi alla dipendente sarà corrisposta un'indennità di astensione obbligatoria di 7 mesi (2 + 5)?
    Correggetemi se sbaglio.
    Grazie anticipatamente.

  10. #10
    su.piroddi@tiscali.it è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    443

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Joel Visualizza Messaggio
    Scusate ma avrei anche io diversi interrogativi in merito al periodo di interdizione anticipata dal lavoro:
    - nel caso la DPL dispone un periodo di interdizione anticipata la ditta corrisponde alla dipendente un'indennità uguale al periodo di astensione obbligatoria?
    - tale periodo si somma a quello di astensione obbligatoria (ad esempio se la DPL autorizza 2 mesi alla dipendente sarà corrisposta un'indennità di astensione obbligatoria di 7 mesi (2 + 5)?
    Correggetemi se sbaglio.
    Grazie anticipatamente.
    la risposta è SI per entrambe le domande.....

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. CIGS e interdizione anticipata dal lavoro per maternità
    Di claudiopat nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-04-13, 09:51 AM
  2. interdizione anticipata... e legge nuova
    Di conslavoro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-02-12, 09:49 PM
  3. interdizione anticipata gravidanza a rischio
    Di vizi nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-09-11, 01:00 PM
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-01-10, 05:13 PM
  5. Interdizione anticipata
    Di Silvan nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-01-09, 02:14 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15