Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Contratto indeterminato insieme a contratto a progetto da stessa azienda

  1. #1
    Windson è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3

    Predefinito Contratto indeterminato insieme a contratto a progetto da stessa azienda

    Salve a tutti.

    Sono nuovo nel forum, e come ho letto nelle regole ho cercato risposte a questo quesito, ma ne ho trovato soltanto una molto chiara. Ammetto d'altronde che la fattispecie che vado a descrivere sia piuttosto inusuale.

    Dunque, poniamo che con l'azienda "MegaSoft" instauri un rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Tramite questo lavoro prendo - che so - 1200€ nette al mese.
    La mia mansione è lavorare su un software di proprietà dell'azienda, e che l'azienda vende: mettiamo sia un software di contabilità, e il mio compito consista nel migliorarlo sempre di più. Come vediamo, anche a livello logico, sussiste una mancanza di limite temporale: potrei stare 15 anni su quel software, e l'azienda potrebbe in 15 anni passare dalla versione 1.0 alla versione 7.0.
    La paga è proporzionata alle mie competenze, allo sforzo intellettuale, al tempo impiegato.

    Poniamo ora che la "MegaSoft", accanto alla produzione e vendita di questo software proprietario, faccia anche altri lavori per cui sussiste un limite temporale e una specifica progettualità. In questa tipologia, immagino si possa inserire un sito web che un cliente richiede, oppure un progetto biennale di ricerca su un software di intelligenza artificiale per cui riceve finanziamenti dallo stato dopo aver partecipato e vinto un bando.
    Mi pare quindi ovvio che per espletare questi lavori, possa correttamente impiegare dei lavoratori a progetto, dico bene?

    La domanda è quindi questa: nel caso capitino questi lavori, che per loro natura hanno un'inizio e una fine, posso io avere con la "MegaSoft" sia il contratto indeterminato (che rappresenta il compenso per il mio lavoro sul loro software proprietario), che un contratto a progetto (che rappresenta invece il compenso per il mio lavoro aggiuntivo - temporalmente circoscritto - relativo ad esempio al sito web)?

    Se no:
    1. perché? Cosa c'è di strano nel fatto che un'azienda esegua dei lavori continuativi, e in più lavori saltuari, e voglia pagarmi uno stipendio fisso per il lavoro continuativo, e in più darmi un compenso variabile solo se ci sono possibilità di farlo?
    2. come potrei allora organizzarmi per gestire questa situazione?



    Grazie per l'eventuale risposta!
    Ultima modifica di Windson; 03-04-12 alle 05:15 PM

  2. #2
    giovane_collaboratore è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    367

    Predefinito

    Se, come dici, il cocopro ha tutte le caratteristiche di un cocopro, secondo me puoi fare entrambi.....

  3. #3
    mapellone è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    580

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giovane_collaboratore Visualizza Messaggio
    Se, come dici, il cocopro ha tutte le caratteristiche di un cocopro, secondo me puoi fare entrambi.....
    Resta sempre da salvaguardare la genuinità del rapporto. Mi spiego: trovo complicato far coesistere un contratto di lavoro subordinato e un contratto di lavoro parasubordinato con la stessa azienda e nel medesimo lasso temporale dimostrando che il secondo si svolge senza vincoli di subordinazione.

    A mio avviso è un campo minato. Il problema naturalmente riguarderebbe maggiormente l'azienda.

  4. #4
    Windson è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mapellone Visualizza Messaggio
    Resta sempre da salvaguardare la genuinità del rapporto. Mi spiego: trovo complicato far coesistere un contratto di lavoro subordinato e un contratto di lavoro parasubordinato con la stessa azienda e nel medesimo lasso temporale dimostrando che il secondo si svolge senza vincoli di subordinazione.

    A mio avviso è un campo minato. Il problema naturalmente riguarderebbe maggiormente l'azienda.
    Grazie per le risposte. Dunque, per il vincolo di subordinazione, preciso questo: il rapporto cui mi riferisco si svolgerebbe comunque in maniera autonoma da parte del lavoratore per entrambi i contratti. Detto in parole povere, da casa, e non in sede.

Discussioni Simili

  1. Contratto a progetto trasformato a tempo indeterminato
    Di Sonietta nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 01-02-11, 04:11 PM
  2. contratto a progetto o indeterminato?
    Di albertonarratore nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-01-11, 04:44 PM
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-03-09, 06:32 PM
  4. Contratto indeterminato dopo contratto inserimento.
    Di liliuminfiore nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 30-06-08, 05:25 PM
  5. contratto a progetto contro indeterminato
    Di aluccia nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-06-07, 08:25 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15