Buongiorno a tutti,
chiedo aiuto al forum:
un dipendente non più in forza da maggio 2012 ha, subito dopo l'interruzione del rapporto di lavoro (22 maggio 2012) fatto causa al suo datore di lavoro per delle differenze retributive da corrispondere. Il giudice ha dato in parte ragione al dipendente, riconoscendo il suo diritto a percepire una cifra pari a circa 2000 euro lordi. La mia domanda è questa: il datore di lavoro deve a questo punto fare un cedolino al dipendente e conteggiare irpef e inps come un normale altro dipendente o c'è un'altra forma per corrispondere questa cifra. Se deve fare un cedolino, i contributi inps saranno calcolati e trasmessi con un dm10 normale?
Grazie a chi vorrà aiutarmi.
Domenico