Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
Like Tree3Likes

Discussione: Legge 407-persa o no?

  1. #1
    veronique è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    5

    Predefinito Legge 407-persa o no?

    Buongiorno a tutti, mi sono appena iscritta e volevo sottoporvi un problema riguardante la mia situazione lavorativa.
    Nel maggio del 2012 sono stata assunta con contratto a tempo indeterminato facendo uso degli agevolamenti della 407.
    Ora a distanza di nemmeno un anno il mio datore di lavoro vuole farmi andare via causa crisi e di conseguenza tagli del personale.
    Ora io mi chiedo, il contratto è un contratto part-time di 20 ore settimanali a 600euro al mese.
    Nel caso di dimissioni perdo la 407 oppure riprendo i requisiti dei precedenti giorni di disoccupazione?
    Perchè mi dissero che se non avevo superato gli 8.000 euro in caso di dimissioni non perdevo la 407. E' cosi? Devo dimettermi oppure devo farmi licenziare?
    Grazie a tutti.

  2. #2
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    206

    Predefinito

    Lo status di disoccupazione viene mantenuto nel caso in cui non vengano superati 8.000 euro per quanto riguarda il tuo caso.
    Le dimissioni non sono esatte, a seguito di crisi l'azienda deve procedere a licenziarti per giustificato motivo oggettivo (riduzione del personale) non farti firmare le dimissioni. E' il classico stratagemma per potere poi assumere un nuovo lavoratore al posto tuo (il licenziamento infatti impedirebbe al datore di lavoro di potere assumere nuovo personale con le stesse mansioni e qualifiche per i successivi sei mesi mentre le dimissioni no). Inoltre, nell'ipotesi in cui avessi maturato i requisiti per beneficiare dell'AsPI o della mini-AsPI (per intenderci la vecchia indennità di disoccupazione non agricola ordinaria e con requisiti ridotti), perderesti questo ammortizzatore in quanto le dimissioni costituiscono un evento non coperto. Infine, con questo stratagemma l'impresa non pagherebbe la famosa "tassa sul licenziamento" introdotta dal 1 gennaio 2013 per finanziare la nuova AsPI. Insomma, i vantaggi li avrebbe solo il datore, tu no, pur essendo sostanzialmente licenziata e non dimessa.
    Ultima modifica di ConsulenteDelLavoro; 14-01-13 alle 06:19 PM
    Dott. Andrea Rosana

  3. #3
    veronique è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Innanzitutto grazie per le delucidazioni... Un'ultima cosa, gli 8 mila euro non devono essere superato annualmente? Mi spiego meglio, devo accumulare i 600 euro da maggio (data assunzione) fino ai futuri mesi del 2013, oppure ogni anno non si devono superare gli 8 mila euro per non perdere la 407?
    Non so se sono stata chiara....
    Ultima modifica di veronique; 14-01-13 alle 11:48 PM

  4. #4
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ConsulenteDelLavoro Visualizza Messaggio
    Lo status di disoccupazione viene mantenuto nel caso in cui non vengano superati 8.000 euro per quanto riguarda il tuo caso.
    Citazione Originariamente Scritto da veronique Visualizza Messaggio
    Innanzitutto grazie per le delucidazioni... Un'ultima cosa, gli 8 mila euro non devono essere superato annualmente? Mi spiego meglio, devo accumulare i 600 euro da maggio (data assunzione) fino ai futuri mesi del 2013, oppure ogni anno non si devono superare gli 8 mila euro per non perdere la 407?
    Questo requisito reddituale è formalmente decaduto (ti è stata data una informazione non corretta).
    Nella pratica invece potrebbero esistere ancora situazioni dove (erroneamente) i centri per l'impiego continuino a certificare l'esistenza del requisito (ma cioè dovuto esclusivamente laddove a livello Regionale non sia stato ancora emanato il Decreto che modifica le procedure che i medesimi CPI sono tenuti ad osservare).
    Insomma siamo in una situazione "ibrida" dove la legge già ti impedisce di essere riassunta con il medesimo meccanismo agevolativo, ma l'Inps potrebbe (al momento) non essere ancora in grado di "accorgersene"
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  5. #5
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    206

    Predefinito

    L'abrogazione riguarda i lavoratori autonomi e parasubordinati, per i quali AL MOMENTO la riforma Fornero ha previsto la perdita dello stato di disoccupazione a prescindere dal reddito, ed in ogni caso la conferenza delle Regioni ha già predisposto un documento con cui si richiedere al Parlamento il mantenimento della precedente disciplina per cui è ancora tutto da vedere.
    Cito testualmente un estratto di un articolo di un quotidiano abbastanza famoso:

    "Dal 1° gennaio 2013, invece, con l’entrata in vigore della riforma Fornero, verrà eliminata la possibilità di conservare lo stato di disoccupazione (e la relativa indennità Inps goduta) a chi esercita attività di lavoro autonomo o parasubordinata (co.co.co, partita Iva), indipendentemente dal reddito percepito.

    E’ questo cambio di regime che ha messo in allarme le Regioni, perché a loro dire pone a rischio centinaia di migliaia di lavoratori. Così, il 22 novembre, hanno approvato in Conferenza delle Regioni un documento in cui si chiede di mantenere l’attuale disciplina. Se si arrivasse davvero a non permettere il mantenimento dello status di disoccupazione anche in presenza di redditi minimi, c’è il rischio serio – spiegano i Governatori – di incoraggiare i lavoratori disoccupati ad accettare occasioni di lavoro nero anche per non perdere lo status di disoccupato, oltre a perdere gli strumenti di sostegno al reddito ed alla rioccupazione che lo status garantisce. Per questi motivi la Conferenza delle Regioni chiede e auspica un intervento legislativo, da parte del Parlamento, volto a conservare gli criteri e che comunque preveda il riconoscimento dello stato di disoccupazione anche ai lavoratori autonomi e parasubordinati e la fissazione di un tetto di reddito annuo.

    Con il documento approvato il 22 novembre, inoltre, le Regioni hanno approvato le ‘Linee Guida’ per una regolamentazione unitaria dei principi contenuti nella legge in materia di status di disoccupazione, proprio per consentire un’attuazione omogenea delle norme, garantendo così parità di trattamento fra i cittadini su tutto il territorio nazionale. In considerazione del fatto che tre Regioni saranno chiamate prossimamente al voto, la Conferenza ha individuato la data del 30 giugno 2013 come termine ultimo per la definizione dei provvedimenti normativi per l’applicazione delle Linee Guida. Tra l’altro, concludono le Regioni, questo lasso di tempo potrebbe permettere al Parlamento di intervenire sul piano legislativo per conservare i criteri oggi vigenti relativamente al riconoscimento della disoccupazione.
    Ultima modifica di ConsulenteDelLavoro; 15-01-13 alle 12:34 AM
    Dott. Andrea Rosana

  6. #6
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    credo che tu stia continuando a fare un po di confusione tra lo status di disoccupazione per accedere agli ammortizzatori sociali (p.e. Aspi) e lo status di disoccupato per poter far beneficiare il datore di lavoro degli incentivi (p.e. di cui alla L. 407).

    Ma può capitare ovviamente, la legislazione sociale ha subito un piccolo terremoto negli ultimi mesi. Però la Legge Fornero la devi leggere tutta, non basta qualche stralcio! ;-)
    Dopodichè molto volentieri seguiremo le tue lezioni :-)
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  7. #7
    giogio è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    28

    Predefinito

    siccome interessa anche a me, la mia ragazza si trova in una situazione molto simile, ritornando al primo post, per non perdere la 407 per una prossima assunzione (requisitio che i datori di lavoro notano molto) qual'è la soglia massima da raggiungere per poterla utilizzare ancora?


    veronique dovrebbe licenziarsi o meno? potrà fare richiesta di un eventuale disoccupazione?

  8. #8
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Taranto
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Per non perdere i requisiti previsti dalla legge 407/90 è necessario che il lavoratore, già in precedenza in possesso di tale requisito, non abbia percepito un reddito annuo lordo superiore alla soglia minima di reddito di euro 8.000.
    ale.rix likes this.
    Dott.ssa M.F. Capuano http://www.cedicontabili.it

  9. #9
    veronique è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da CED I CONTABILI SRLS Visualizza Messaggio
    Per non perdere i requisiti previsti dalla legge 407/90 è necessario che il lavoratore, già in precedenza in possesso di tale requisito, non abbia percepito un reddito annuo lordo superiore alla soglia minima di reddito di euro 8.000.
    Quindi va considerato il periodo maggio 2012 (data assunzione) ad oggi.
    Giusto?
    Inoltre è indifferente essere licenziato o dare le dimissioni per non perdere questo requisito?

    E per quanto riguarda la dicossupazione invece?
    Premetto di non aver precedenti contributi versati oltre a quelli della suddetta data.
    Ultima modifica di veronique; 15-01-13 alle 02:27 PM

  10. #10
    ale.rix è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    431

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ConsulenteDelLavoro Visualizza Messaggio
    Lo status di disoccupazione viene mantenuto nel caso in cui non vengano superati 8.000 euro per quanto riguarda il tuo caso.
    Le dimissioni non sono esatte, a seguito di crisi l'azienda deve procedere a licenziarti per giustificato motivo oggettivo (riduzione del personale) non farti firmare le dimissioni. E' il classico stratagemma per potere poi assumere un nuovo lavoratore al posto tuo (il licenziamento infatti impedirebbe al datore di lavoro di potere assumere nuovo personale con le stesse mansioni e qualifiche per i successivi sei mesi mentre le dimissioni no). Inoltre, nell'ipotesi in cui avessi maturato i requisiti per beneficiare dell'AsPI o della mini-AsPI (per intenderci la vecchia indennità di disoccupazione non agricola ordinaria e con requisiti ridotti), perderesti questo ammortizzatore in quanto le dimissioni costituiscono un evento non coperto. Infine, con questo stratagemma l'impresa non pagherebbe la famosa "tassa sul licenziamento" introdotta dal 1 gennaio 2013 per finanziare la nuova AsPI. Insomma, i vantaggi li avrebbe solo il datore, tu no, pur essendo sostanzialmente licenziata e non dimessa.
    Come ti ha perfettamente consigliato il collega non devi farti assolutamente licenziare per non perdere i duplici vantaggi (essere ancora dentro la legge 407) e accedere ai trattamenti di ASPI o mini ASPI

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. legge 407 persa o no??
    Di stefygrissino nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-08-13, 02:59 PM
  2. Fabbricati rurali D8 D10 ? mi sono persa qualcosa?
    Di studiovera nel forum Enti Locali
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-01-12, 05:45 PM
  3. mi sono persa nelle compensazioni...
    Di massi77 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-09-11, 08:31 AM
  4. Mi sono persa il quadro RS!!!
    Di dani67 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-06-11, 10:04 AM
  5. Quota ammortamento persa??
    Di fabrizio75 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-03-11, 09:43 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15