Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Diminuzione unilaterale orario di lavoro

  1. #1
    Fabio Zunino è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    8

    Predefinito Diminuzione unilaterale orario di lavoro

    Mi scuso se la discussione è già aperta ma non ho trovato il caso specifico. Mia moglie lavora presso un dentista come assistente. Oggi si è sentita dire dal titolare che deve ridurre l'orario ad entrambe le assistenti. Preciso, sono entrambe part time, lei a 25h sett. La collega 35.
    Altra precisazione lo studio nel 2012 ha fatturato più del 2011. Mi sembra di aver capito che non può farlo unilateralmente, ma il rifiuto delle dipendenti può essere causa di licenziamento? Grazie

  2. #2
    giovanni.rege@tin.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    32

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio Zunino Visualizza Messaggio
    Mi scuso se la discussione è già aperta ma non ho trovato il caso specifico. Mia moglie lavora presso un dentista come assistente. Oggi si è sentita dire dal titolare che deve ridurre l'orario ad entrambe le assistenti. Preciso, sono entrambe part time, lei a 25h sett. La collega 35.
    Altra precisazione lo studio nel 2012 ha fatturato più del 2011. Mi sembra di aver capito che non può farlo unilateralmente, ma il rifiuto delle dipendenti può essere causa di licenziamento? Grazie
    Secondo me può essere una causa "indiretta",in quanto, il datore di lavoro potrebbe decidere il licenziamento per motivi economici (anche se il fatturato è aumentato rispetto al 2011, il calo potrebbe essersi verificato successivamente ...) e addurre come ulteriore motivazione il tentativo di riduzione di orario rifiutato dai dipendenti.

  3. #3
    Fabio Zunino è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    8

    Predefinito

    Grazie. Può influire e se si come, il fatto che mia moglie sia un livello superiore e abbia figli a carico, mentre la collega no?

  4. #4
    giovanni.rege@tin.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    32

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giovanni.rege@tin.it Visualizza Messaggio
    Secondo me può essere una causa "indiretta",in quanto, il datore di lavoro potrebbe decidere il licenziamento per motivi economici (anche se il fatturato è aumentato rispetto al 2011, il calo potrebbe essersi verificato successivamente ...) e addurre come ulteriore motivazione il tentativo di riduzione di orario rifiutato dai dipendenti.
    Premesso che il datore di lavoro dovrà precisare dettagliatamente le cause del licenziamento (non sarà sufficiente una generica indicazione di riduzione del fatturato, ma dovrà essere dimostrato che questa è stata così sensibile da imporre una driduzione del personale), lo stesso datore di lavoro, in caso di impugnazione del licenziamento, dovrà anche rendere conto dei motivi che hanno portato alla scelta del dipendente da licenziare, con riferimento alle mansioni svolte.
    Per quanto riguarda la presenza di persone a carico ho scovato una sentenza del 2010 del Tribuanale di Milano che ritiene applicabili per analogia i criteri di cui all'art. 5 L. 23/07/91 relativo alla scelta dei lavoratori da collocare in mobilità:
    "In caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo la scelta tra più lavoratori fungibili e omogenei tra loro deve essere effettuata applicando analogicamente i criteri dei carichi di famiglia e dell’anzianità previsti dall’art. 5 L. 23/7/91 n. 223, a pena di illegittimità del licenziamento. (Trib. Milano 8/7/2010, Est. Mariani, in D&L 2010, 866)"
    E' chiaro che l'eventuale eccezione dovrà essere fatta valere impugnando il licenziamento davanti al Giudice del lavoro.
    Buona fortuna!

  5. #5
    Fabio Zunino è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    8

    Predefinito

    Grazie infinite!

  6. #6
    Fabio Zunino è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    8

    Predefinito

    Ultimo dubbio: nel caso non si impugnasse il licenziamento per rifiuto riduzione orario, potrebbe comunque essere richiesta l'indennità di disoccupazione?
    Grazie ancora

  7. #7
    giovanni.rege@tin.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    32

    Predefinito

    L'indennità di disoccupazione, anzi l'Aspi che dal 1°gennaio 2013 la sostituisce, può essere richiesta dal dipendente licenziato (non da quello che si dimette volontariamente), quindi non vedo ostacoli.
    L'Aspi è un po' diversa dalla vecchia indennità di disoccupazione ... ma temo che entrare nei dettagli richieda un po' trioppo spazio;
    a questo link ci sono le circolari INPS in merito:
    LPS - Lavoro e Politiche Sociali* - *Circolari INPS 140 e 142

  8. #8
    Fabio Zunino è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    8

    Predefinito

    Gentilissimo, grazie!

Discussioni Simili

  1. Orario di lavoro
    Di soleluna2588 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 12-11-12, 05:14 PM
  2. orario di lavoro
    Di roxyg86 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16-04-12, 06:41 PM
  3. diminuzione dell' orario di lavoro
    Di nadir nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 07-03-12, 10:45 AM
  4. orario di lavoro
    Di soleluna2588 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 23-04-10, 02:18 PM
  5. orario di lavoro
    Di f.p nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 16-09-08, 11:43 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15