nel verbale di chiusura degli accertamenti ispettivi (DPL) tra gli adempimenti formali da eseguire per sanare le irregolarita' devo consegnare una nuova lettera di assunzione ad un dipendente perchè risulta dal verbale che è stato immesso al lavoro 5 giorni prima rispetto a quello che risulta da contratto di lavoro e centro impiego. c'è scritto testualmente di consegnare al dipendente nuova lettera di assunzione con indicata la data inizio rapporto quella indicata nel verbale.
Premetto che il contratto era a chiamata e a tempo determinato. Cambio la data di assunzione e rimando il contratto al dipendente e all'ispettrice che invece mi dice che non va bene perchè il contratto nuovo deve essere a tempo indeterminato. Motivo:
"siccome l'immissione al lavoro è stata antecedente alla data di assunzione allora il contratto di assunzione deve necessariamente essere a tempo indeterminato. Non è specificato nel verbale, ma è sottinteso che sia così. In sostanza essendo una regolarizzazione da lavoro nero la regolarizzazione deve essere con contratto a tempo indeterminato.
Qualcuno c'è passato prima di me? mi confermate che è così?