Tre tecnici vorrebbero aprire una società di servizi alle imprese che si occuperà di disbrigo pratiche, acquisizione commesse, per ristrutturazione, nuove costruzioni, riqualificazioni ecc. I lavori acquisiti saranno assegnati a ditte specializzate per ogni singola tipologia di lavorazione. A loro dovrà rimanere la direzione dei lavori ed il coordinamento, in modo da evitare l'assunzione di operai. Il guadagno sarà stabilito in percentuale fissa, contrattualmente, prima dell'assegnazione del lavoro a ciascuna ditta. Vi chiedo quale forma societaria è più adatta al caso:

Società di capitali SRL (e cedere tutto in subappalto o in ATI);
Consorzio (affidare ai consorziati evitando così il rischio d'impresa);

vorrei un vostro consigli in merito anche per altre forme societarie, che riterrete più idonee al tipo di business (ho sentito parlare del General Contractor) evidenziandone pregi e difetti! Grazie a chi vorrà dare un aiuto.