Buongiorno,
mi chiamo Luca Ciuffardi sono titolare di una società di servizi.
Avrei piacere di porre la mia situazione alla Vs attenzione in quanto mi risulta abbastanza controversa ed ingiusta.
il mio organico medio è composto da due operai e me stesso e talvolta usufruisce di artigiani per eseguire i servizi che mii vengono richiesti.
Circa a metà giugno mi veniva richiesto dal gestore del Porto della Spezia il servizio di assistenza allo sbarco dei passeggini di navi da crociere. Tale servizio necessitava di un organico di 6/7 persone una volta a settimana.
La cosa mi è sembrata interessante; attraverso il centralino dell inps dedicato e a seguito visita personale allo sportello inps della spezia e ancora a seguito registrazione della mia società, accettai di svolgere il servizio precedentemente illustrato ed verbalmente avvallato dagli organi preposti con l utilizzo di voucher per i prestatori.
Quindi ho creato un gruppo di lavoro con a capo un responsabile assunto direttamente dalla mia società per coprire il servizio di accoglienza croceristi presso il porto della spezia.
Le persone impiegate sono state formate a tale scopo.
Qui veniamo al nodo:

I prestatori,escluso il responsabile, venivano pagati attraverso i voucher regolarmente comprati in banca convenzionata inps e successivamente attivati per singolo prestatore il giorno precedente all'arrivo della nave.

A fine luglio ricevetti una vistati da parte dell organo ispettivo dell insp; il quale dopo aver intervistato tutte le presenze inerenti al sevizio mi chiesero di fornirgli tutta la documentazione ineretente alla mia attività. (fatture attive e passive talloncini dei voucher ecc..)
A tale proposito mi dissero che avrebbero verificato i documenti e mi avrebbero fatto sapere l esito dell ispezione.
Sollevarono il sospetto che i voucher non si potessero usare! e mi dissero che avrebbero dovuto verificare perché non ne erano certi.
nel mentre che ispettori prendevano informazioni sul sistema voucher per un altro mese la mia società ha coperto il servizio nella medesima forma.
Il mio consulente del lavoro insieme al mio commercialista analizzarono la questione e mi dissero che l utilizzo o meno dei vaucher per questo servizio era possibile i quanto la normativa, seppur poco chiara, dava ad intendere il possibile utilizzo.
Quindi la mia società ha continuato ad utilizzare i voucher anche nel mese di agosto.
Dopo un mese esatto quindi si rifanno vivi gli ispettori chiedendo i nuovi talloncini del mese di agosto.
A quel momento mi recai all ufficio degli ispettori e loro mi dissero che i voucher per questo servizio non potevano essere utilizzati e pertanto mi faranno il conto dei contributi non versati per i prestatori e le relative conseguenze. Sia per quelli prima dll ispezione che per quelli dopo!
Il risultato è chiaro.
Io rinuncerò a svolgere il servizio. e i ragazzi che sono sempre venuti con piacere staranno a casa.
Non avrei potuto proporre ai ragazzi nessun altro contratto se non quello dei voucher.
Quello a chiamata è valido solo per fasce di età. Chi si rende disponibile a questa collaborazione di solito sono ragazzi sulla trentina magari studenti universitari o persone senza lavoro a cui fa comodo un impegno di 1 gg a settimana nel periodo estivo.
Ma la cosa assurda che prima di usare i vaucher mi sono informato attraverso i centralini INPS e direttamente allo sportello; e poi successivamente tutto il contrario di tutto. va vi sembra giusto?
CONSIDERATO CHE IN ALTI PORTI LA COSA NON E' CONTESTATA.
la mia domanda in definitiva è questa:
ma nel mio caso si posso utilizzare i voucher o no?, perché ancora oggi gli ispettori non ne sono troppo convinti!
Grazie per l attenzione
saluti

Luca Ciuffardi