Buongiorno a tutti,
L'Inps mi ha notificato che c'Ŕ stato un errore nel calcolo della prima maternitÓ' stanziata per mia moglie (lavoratrice dello spettacolo) nel 2011. In sintesi e' stata usata una retribuzione media giorn di eur 300 invece di eur 67,14. Il debito presunto ammonta a circa 28k lordi.
L'Inps si accorge di questo mentre valutava la seconda maternitÓ' di mia moglie. Al di la dell'accertamento sulle cifre che sto facendo fare, avrei due domande:
- in base all'esperienza vostra, in quanti anni l'Inps fa rattizzare la cifra? Secondo voi si riesce a negoziare in tal senso?
- il calcolo che l'Inps fa e' lordo e questo significa che mi richiede una cifra pi¨' alta di quella erroneamente concessa nel 2011. Ha senso questo? In base alle info che sto raccogliendo, questa richiesta ha senso: Il beneficio fiscale ci dovrebbe essere nelle dichiarazioni future. Suppongo che l'Inps rilasci una ricevuta ogni volta che riceve un pagamento di una rata. Al mio commercialista cosa occorre per lavorare sulle prox dichiarazioni (ed avere i dovuti benefici), bastano queste ricevute di pagamento?

Grazie per il vostro parere

Michele

PS in questa faccenda ometto di descrivere il comportamento avuto dall'Inps per decenza e tempo