Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: INPS compre la malattia all'estero

  1. #1
    quesitiweb è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    185

    Predefinito INPS compre la malattia all'estero

    Un dipendente si trova in Inghilterra e ha spedito il certificato medico dell'ospedale dove c'è scritto che non puo riprendere il lavoro fino al 30/09/2013.

    In questo caso l'inps paga la malattia o ha bisogno del certificato di un medico/struttura italiana??

    grazie

  2. #2
    Bartolo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    513

    Predefinito

    Ti allego quanto dice l'INPS in merito

    LAVORATORI CHE SI AMMALANO ALL’ESTERO Nel caso di malattia insorta in un Paese della Comunità Europea, i nuovi Regolamenti comunitari (Reg. n. 883/2004 e n. 987/2009, entrati in vigore a decorrere dal 1°.05.2010) prevedono che venga applicata la legislazione del Paese dove risiede l’Istituzione competente, ovvero quella presso la quale è assicurato il lavoratore.


    Pertanto, il lavoratore dovrà presentare il certificato di malattia all’Inps e al datore di lavoro, entro 2 giorni dal rilascio. Diversamente, potrà rivolgersi direttamente all’autorità locale competente che procederà immediatamente all’accertamento medico dell’incapacità al lavoro e alla compilazione del certificato da trasmettere immediatamente all’istituzione competente.


    Nel caso di malattia insorta durante il soggiorno in Paesi che non hanno stipulato con l’Italia Convenzioni o Accordi che regolano la materia o in Paesi non facenti parte della Comunità Europea, ai fini della indennizzabilità, la certificazione deve essere legalizzata a cura della rappresentanza diplomatica o consolare Italiana all’estero e inoltrata alle Sedi competenti anche in un momento successivo al rientro, fermo restando il rispetto del termine di invio (2 giorni dal rilascio) al datore di lavoro e all’Inps (anche eventualmente in copia). La sola attestazione dell’autenticità della firma del traduttore abilitato non equivale alla "legalizzazione". Per "legalizzazione" si intende l’attestazione, anche a mezzo timbro, che il documento è valido ai fini certificativi secondo le disposizioni locali.

  3. #3
    quesitiweb è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    185

    Predefinito

    si ho letto anche una circolare inps che dice che si puo inviare il certificato anche in lingua straniera.

    il problema è che il certificato è stato emesso il 25/8 fino al 30/9 e ancora non spedito all'inps. in questo caso il datore di lavoro può spedirlo in ritardo (esempio domani), e da domani fino al 30/9 dovrebbe essere coperto dall'inps, giusto??

Discussioni Simili

  1. Malattia non riconosciuta da Inps
    Di ikaria nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-04-12, 07:54 AM
  2. Domandina certificati malattia INPS
    Di Sara86pc nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-01-11, 02:00 PM
  3. rimborso malattia INPS
    Di danielemostacchi nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-06-10, 02:13 PM
  4. Socio snc e trattamento con inps per malattia
    Di TRE PULCI2 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-04-10, 02:57 PM
  5. Inps e malattia
    Di spippola nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 26-02-09, 05:03 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15