Vi chiedo un parere sul seguente caso:
- due lavoratori autonomi (paninaro 1 e paninaro 2), entrambi commercianti iscritti ciascuno con propria posizione INPS, e ciascuno con il suo banco ambulante che vende alimenti (paninazzi, patatine, e deliziose sporcherie varie) ;
- per una fiera (4 ore al giorno, per 5 giorni), uno chiede all'altro di aiutarlo nella gestione del banco;
- ispezione dell'INAIL che trova altri lavoratori (regolarmente pagati con voucher), e che considera iinvece "paninaro 2" come lavoratore in nero;
- verbale di accertamento al "paninaro 1", che dovrebbe regolarizzare e assumere come dipendente "paninaro 2".
Paninaro 2 ha regolare partita iva, iscritto alla gestione commercianti. C'era un contratto di incarico per prestazione occasionale ex art. 2222 CC, con regolare compenso e versamento della ritenuta.

E quindi? Dovrei, tra l'altro cancellare "paninaro 2" dall'INPS commercianti e iscriverlo come dipendente? Chiudergli la partita iva?
Mi sembra una follia.
Sto preparando una memoria difensiva, così mi hanno detto di fare.
Avete suggerimenti?
Grazie.